ALBERTO BARDELLI SI E’ TRASFERITO IN PENSIONE IN PORTOGALLO

"Il Portogallo è un Paese in continua crescita dove ogni cosa è fatta per migliorare la qualità della vita dei cittadini. Efficienza, semplicità, tecnologia e disponibilità sono immancabili. Certo in Portogallo non ci sono le bellezze storiche dell'Italia ma a questo si può soprassedere..."

Link Sponsorizzati


ALBERTO BARDELLI SI E’ TRASFERITO IN PENSIONE IN PORTOGALLO

Alberto si è trasferito  in pensione in Portogallo da maggio, ha deciso di trasferirsi in Portogallo perchè la sua pensione in Italia diminuiva ogni anno creandogli uno stato d’ansia continuo per la paura di non riuscire a pagare tasse ed impegni economici. Leggiamo le ragioni della sua scelta di trasferirsi in pensione in Portogallo:

Link Sponsorizzati


Ciao Alberto, vuoi presentati ai nostri lettori? 



Salve a tutti, sono Alberto Bardelli un pensionato di 64 anni…

Di dove sei e che lavoro svolgevi in Italia?

Sono di Roma ed ho lavorato in banca per 40 anni…

IN PENSIONE IN PORTOGALLO
Quando e perchè è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l’Italia?

Sono in Portogallo da maggio ed ho deciso di trasferirmi qui perchè la mia pensione in Italia diminuiva ogni anno creandomi uno stato d’ansia continuo per la paura di non riuscire a pagare tasse ed impegni economici.

Avevi già vissuto all’estero per lunghi periodi prima?

No non avevo mai vissuto all’estero per lunghi periodi e non lo avre  i mai fatto se non per necessità…

IN PENSIONE IN PORTOGALLOPerché hai scelto di trasferirti in pensione in Portogallo e in quale località vivi esattamente e da quanto tempo?

Ho esaminato anche altre possibili mete per il trasferimento ma il Portogallo mi è sembrata la più idonea e conveniente. Vivo ad Olhao nell’Algarve e sono qui dal mese di maggio.

Sei partito da solo o in coppia?

Sono partito da solo per il momento lasciando moglie e figli

Per quanto riguarda informazioni e assistenza hai fatto tutto da solo o ti sei rivolto a qualche agenzia?

Non ho mai pensato di organizzare il mio trasferimento da solo avendo esaminato a fondo tutte le formalità da esperire. Inizialmente ho contattato una associazione di Faro che mi ha subito creato innumerevoli problemi, poi mi sono rivolto a Vadovia e tutto è stato semplice e soddisfacente soprattutto per la disponibilità e la perizia di Rosario e del suo staff. Con loro non ho mai avuto la sensazione di sentirmi da solo.

IN PENSIONE IN PORTOGALLOQuali differenze sostanziali riscontri a livello di qualità della vita rispetto all’Italia?

Qui la vita è più semplice, più tranquilla. non ci sono eventi clamorosi come in Italia e certamente sopravvivere è più facile e meno costoso. Il clima è ottimo ed il mare a due passi.

L’Italia oramai è per te un ricordo, hai nostalgia, cosa ti manca?

Mi trovo molto bene qui e tutto mi fa dimenticare la mia terra. Spero che mia moglie possa raggiungermi  presto, non appena terminate alcune pratiche burocratiche, soprattutto per farle apprezzare la qualità della vita.

Vivere in Portogallo sotto quali aspetti è meglio che in Italia ? E sotto quali aspetti è peggio?

Il Portogallo è un Paese in continua crescita dove ogni cosa è fatta per migliorare la qualità della vita dei cittadini. Efficienza, semplicità, tecnologia e disponibilità sono immancabili. Certo in Portogallo non ci sono le bellezze storiche dell’Italia ma a questo si può soprassedere.

Cosa consiglieresti ad altri italiani che desiderassero seguire le tue orme trasferirsi in pensione in Portogallo?

Ad altri pensionati italiani che vorrebbero trasferirsi in Portogallo direi “SBRIGATEVI”

Conosci molti italiani che vivono in Portogallo, li frequenti?

Si conosco molti italiani qui in Portogallo anche qualcuno che risiede a Lisbona ma i contatti più assidui li ho qui in Algarve soprattutto ad Olhao dove la frequantazione è maggiore.

Di Massimo Dallaglio

LEGGI LE ULTIME OFFERTE DI LAVORO IN PORTOGALLO 

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: