ALESSANDRA HA APERTO UN HOTEL IN COSTA RICA A SANTA TERESA

Link Sponsorizzati


ALESSANDRA HA APERTO UN HOTEL IN COSTA RICA A SANTA TERESA

Alessandra, bartender di Roma, dopo un viaggio in Costa Rica ha deciso di non fare più ritorno in Italia; ha aperto un  hotel a Santa Teresa insieme al suo compagno e ogni tanto lavora come bartender senza dimenticarsi di fare surf in delle spiagge più belle del mondo a 50 metri da dove vive. Questa la sua storia.

Link Sponsorizzati


Ciao Alessandra, vuoi presentarti ai nostri lettori, come ti chiami e di dove sei originaria?
Mi chiamo Alessandra sono nata a Roma e Vivo in Costa Rica da 4 anni!
 
Cosa facevi quando eri in Italia?
Lavoravo come bartender in un rinomato locale del centro; fino a quel fatidico 8 dicembre 2011…
 
Alessandra in Costa Rica lavorare come bartenderQuando e perché è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l’Italia?
Ho fatto l’università per 4 anni senza poi terminarla. Ero stanca del sistema, amareggiata dai meccanismi ridicoli di gestione e dei mancati riconoscimenti; corsi universitari che si sono persi per strada, lasciando in molti senza nulla in mano. Così mi sono buttata definitivamente nel mondo del lavoro: segretaria, cameriera e infine, dopo un corso barman alla Mixology Academy, ho trascorso anni di divertenti notti dietro ai banconi dei locali più cool di Roma. Ma qualcosa continuava a mancare; le pochissime probabilità di crescita personale ed evoluzione in un posto come l’Italia, le dinamiche della città che ti divorano, era seguire uno schema che non sentivo mio, era percorrere un cammino senza meta. Mi sentivo un fiume in piena, confusa, triste, insoddisfatta. Così una notte sono tornata dal lavoro e senza pensarci troppo ho comprato un biglietto aereo di sola andata per il Costa Rica; doveva essere lontano ed estremo per scuotermi come si deve.



Avevi già vissuto all’estero per lunghi periodi prima?
Ho viaggiato e visto posti bellissimi ma per non più di un paio di mesi, a quel tempo ero ancora molto legata alla mia città, alle mie abitudini; non ero ancora pronta ad uscire dalla “zona di confort” e nessun posto prima di questo aveva fatto nascere in me il desiderio di restare.

hotel costa rica stanta maria
Sei partita da sola o in coppia?
La prima volta sono venuta con mia sorella ed un amico. Loro sono tornati a casa ed io sono rimasta qui.
 
Perché hai scelto di trasferirti proprio in Costa Rica?
Perché volevo un cambio radicale, volevo vedere cos’ero e cosa potevo fare al di fuori della matrix, della città, delle finte comodità.. E perché una volta arrivata in questo paese mi sono innamorata al punto di non avere più voglia di tornare in quello dove ero nata…
 
Alessandra in Costa Rica lavorare come bartenderIn che cosa consiste la tua attività?
Dopo essermi dedicata ad una produzione artigianale di candele decorative sono riuscita ad aprire insieme al mio compagno un hotel a Santa Teresa, qui in Costa Rica; anche se in questa fase di avviamento ho meno tempo libero, riesco a gestire la mia giornata tra l’albergo e una surfata nel Pacifico, non posso davvero chiedere di più. Ah, e ogni tanto lavoro ancora come bartender per non perdere le buone vecchie abitudini…

Oltre a questo per cosa altro si distingue la tua attività?
Si distingue dal comune ciò che si fa con estremo piacere; io sono fortunata, faccio quello che mi piace nel posto che amo e con questo non dico che sia stato facile il cambio, in realtà non lo è mai ma è necessario per poter andar avanti.
 
Alessandra in Costa Rica lavorare come bartenderCome hai affrontato e risolto il problema del visto?
Ho ottenuto un permesso lavorativo e di conseguenza la residenza. Ero certa di voler costruire la mia vita qui e il primo passo era senza dubbio quello di farlo più legalmente possibile, e così è stato.
 
Quali differenze sostanziali riscontri a livello lavorativo rispetto all’Italia?
Credo che come dipendente le cose non cambino poi così tanto, in Italia o in Costa Rica i problemi lavorativi sono più o meno gli stessi, salari bassi e lavoro in nero sono all’ordine del giorno. Ciò che fa la differenza qui non è quello che si fa, ma lo spirito con cui si fa. La pura vida è uno stato mentale e la realtà è che dopo sette ore di lavoro sei a 50 metri da una delle spiagge più belle del mondo, davanti ad uno spettacolo che sì, rende la vita meno amara. Come imprenditrice, anche se questa parola mi fa un po’ strano, non posso dire con esattezza quali differenze ci siano visto che il laboratorio di candele e l’albergo in Costa Rica sono state le mie prime attività, ma da queste parti la burocrazia è rapida e la tassazione bassissima, da quello che so molto più che in Italia.
 
Com’è avvenuta la vostra integrazione in una realtà locale sostanzialmente differente da quella italiana?
Per chi come me viene da una grande città come Roma all inizio è impattante vivere nel bel mezzo di una foresta tropicale ma è un paese accogliente e questo è per me il valore più importante, mi sento a casa mi sento di essere nel posto giusto.

hotel costa rica stanta maria
L’Italia oramai è per te un ricordo, hai nostalgia, cosa ti manca?
Mi mancano gli affetti di tutta la vita, la famiglia, le amicizie insostituibili, il cibo che non ha eguali, Trastevere al tramonto, perdermi per le strade del centro, i colori di Roma e i suoi odori, le sue montagne architettoniche la sua storia e anche un po la mia. Mi mancano molte cose che pero fanno parte di me e che ho preferito integrare per poter continuare il viaggio.. Bisogna saper lasciare andare se si vuole vivere felici.
 hotel costa rica stanta maria
Vivere in Costa Rica sotto quali aspetti è meglio che in Italia ? E sotto quali aspetti è peggio?
Non è ne peggio ne meglio. È personale è soggettivo e sono così diversi tra loro che é impossibile metterli a confronto; non é un posto per tutti questo é certo, o meglio non é perfetto per tutti ma lo é per me.
 
Cosa consiglieresti ad altri italiani che desiderassero seguire le tue orme e trasferirsi a lavorare in Costa Rica?
É un paese in sviluppo aperto a tutto e tutti; ciò che può farlo crescere positivamente é ben accetto.
 
Che attività potrebbe essere indicata per coloro che volessero trasferirsi in Costa Rica? Conosci molti italiani che vivono in Costa Rica, li frequenti?
Si C’é una grande comunità italiana in tutto il Costa Rica, ne conosco molti e la maggior parte sono proprietari di hotel e ristoranti costruiti più di 15 anni fa quando questa spiaggia e questo luogo incredibile erano solo nei sogni della gente come me.

Alessandra in Costa Rica lavorare come bartenderAlessandra ha svolto un corso da bartender presso MIXOLOGY Academy

Chiedi informazioni sui corsi professionali e inizia a costruire il tuo futuro all’estero

www.corsiperbarman.it

Cell: 347 8834161

Uff: 06 89017461

Di Massimo Dallaglio

Salva

Salva

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: