Anna e Matteo hanno fatto del “Wanderlust” il loro stile di vita

Link Sponsorizzati


Anna e Matteo hanno fatto del “Wanderlust” il loro stile di vita

Anna e Matteo, sul web anche conosciuti come nutshell travel, sono due giovani che hanno deciso di fare il giro del mondo poco più di un anno fa. Da Torino, hanno attraversato tutta l’Europa e l’Asia via bus ed attualmente si trovano in Australia.

Quello che era un progetto di vita a “breve” termine, é ora diventato il loro stile di vita a tutti gli effetti. Incuriositi dalla loro storia, abbiamo fatto loro qualche domanda per conoscerli meglio e saperne di più sul loro percorso fino ad ora!

Link Sponsorizzati


Ciao Anna e Matteo, vi va di presentarvi ai nostri lettori?

Ciao a tutti i lettori di MolloTutto, noi siamo Matteo e Anna e veniamo da Torino. Il 3 settembre 2017 siamo partiti con il nostro progetto senza scadenza, “nutshell travel”, e in poco più di un anno possiamo dire che ci ha cambiato letteralmente la vita!

Io sono un fotografo/videomaker, Anna invece é un’illustratrice con anche la passione per la scrittura, e questo progetto ci ha uniti ancor di più nell’obiettivo comune di raccontare storie attraverso immagini e parole in giro per il mondo.

Anna e Matteo hanno fatto del “Wanderlust” il loro stile di vita

Cosa facevate in Italia prima di iniziare il vostro giro del mondo?

In Italia ci arrangiavamo con quello che trovavamo… nell’ultimo anno passato a Torino abbiamo svolto anche più lavori insieme, come call enter operativo, barista, fotografo, cameriere. Qualsiasi lavoro era una buona occasione per mettere dei soldi da parte!

Anna e Matteo hanno fatto del “Wanderlust” il loro stile di vita

Quali sono state le ragioni che vi hanno spinto a decidere di lasciare tutto ed esplorare nuovi luoghi?

A dir la verità, non c’è stato un momento esatto, ma è stato un processo graduale. Tuttavia l’esperienza in Australia, svoltasi nel 2015, è stata determinante: lì abbiamo capito che esistono tantissimi stili di vita alternativi che ti permettono di uscire dagli schemi preimpostati. Quindi perché non mettersi in gioco e provare a sperimentali su noi stessi?

Anna e Matteo hanno fatto del “Wanderlust” il loro stile di vita

In questo percorso che va ormai avanti da più di un anno, quali paesi e città avete attraversato fino ad ora?

Allora… come già accennato, siamo partiti il 3 settembre 2017 da Torino e da quel momento abbiamo attraversato via terra paesi come: Germania, Polonia, Lettonia, Russia, Mongolia, Cina, vietnam, Cambogia, Thailandia, Birmania, Malesia ed infine Indonesia.

Lì abbiamo deciso di prendere il primo aereo di questo nostro grande viaggio così da approdare in Australia il 3 settembre 2018, concludendo così il primo ciclo riguardante l’Asia.

Anna e Matteo hanno fatto del “Wanderlust” il loro stile di vita

Nel vostro blog, parlate spesso di come avete affrontato il ‘problema del budget ridotto’. Vi va di dirci qualcosa a riguardo?

Certamente! Siamo partiti con un budget di €15 giornalieri a testa che ci ha permesso di vivere per un anno senza problemi. Un budget che siamo riusciti anche a ridurre grazie all’utilizzo della sharing economy, mediante piattaforme come couchsurfing nei quali gli ospitanti offrono da dormire a costo zero, oppure Workaway dove, in cambio di circa 5 ore lavorative al giorno ricevi vitto e alloggio.

Oltre ad ammortizzare le spese, queste piattaforme ti permettono di entrare in contatto con le persone del posto garantendoti delle esperienze uniche. Infine, negli ultimi mesi, siamo riusciti anche a creare una linea di t-shirt a sfondo musicale e artistico con le grafiche da noi realizzate.

Qual é la vostra situazione attuale? Dove siete fermi ad ora?

Ci troviamo in Australia, precisamente in Western Australia, vicino Perth. Stiamo usufruendo del secondo Working Holiday Visa, un visto che ti permette di stare un Australia per un anno e lavorare al tempo stesso; difatti, attualmente stiamo lavorando in una Farm vinicola.

Anna e Matteo hanno fatto del “Wanderlust” il loro stile di vita

Progetti futuri?

Dato che abbiamo constatato che i piani cambiano da un momento all’altro, abbiamo deciso di lasciare tutto al caso! Ogni giorno è una nuova avventura per noi. Abbiamo tante idee, tanti sogni nel cassetto e questi ci incentivano ad andare avanti su questa strada.

Vi va di condividere con noi un momento che vi ha fatto realizzare davvero che questa strada sia la strada che fa per voi?

Ce ne sono stati tanti. Più che i posti, hanno avuto una parte importante le persone.. Incontri che ci hanno in qualche modo ispirato, aiutandoci sempre a trovare un punto di vista nuovo e grazie ai quali sentivamo di essere sulla strada giusta.

 Anna e Matteo hanno fatto del “Wanderlust” il loro stile di vita

Ci dicevate che questo é ormai il vostro stile di vita. Vi va di dirci qualcosa in più a riguardo?

Certamente! Quando siamo partiti non avevamo minimamente idea di a cosa stavamo andando incontro. Pensavamo che questa sarebbe stata la solita “esperienza”, ma invece si é rivelata essere per noi qualcosa di più profondo. Siamo riusciti a verificare quanto sia effettivamente possibile vivere con meno, rinunciando a cose futili e dando maggior importanza ai bisogni essenziali.

Questo stile di vita si é radicato così bene nella nostra quotidianità, tanto da non aver avvertito un vero e proprio cambiamento. Ci siamo adattati ai diversi paesi nei quali abbiamo vissuto e abbiamo intenzione di continuare a farlo.

Questo stile di vita ci ha fatto rendere conto di quanto il tempo sia di fondamentale importanza per l’animo umano, e seguendo questa strada riusciamo ad averne tanto a disposizione. Così abbiamo migliorato il nostro stile di vita e ci sentiamo sereni.

Quali consigli dareste ad altre persone che vorrebbero intraprendere un percorso simile al vostro?

Quello che diciamo sempre é che siamo tutti diversi; può essere che una persona si faccia delle aspettative su un possibile giro itinerante del mondo e che realizzi dopo poco più di un mese che quel tipo di esperienza non fa per lui/lei. Ciò che importante é sapere cosa si vuole e, nel caso in cui non lo si sappia inizialmente, il viaggio stesso può essere utile per scoprirlo.

L’ unico grande consiglio che ci sentiamo di dare é di trovare ciò che vi piace, che vi motiva e che vi fa sentire vivi, e metterlo in pratica cercando di essere il più costante possibile.

Date ascolto a voi stessi, non dando troppo peso ai giudizi altrui, perché quelli continueranno ad arrivare.

Anna e Matteo hanno fatto del “Wanderlust” il loro stile di vita

Dove possono seguire i vostri spostamenti i nostri lettori?

Sul nostro sito troverete tutti i nostri racconti in forma più dettagliata con foto e video a seguire. Inoltre abbiamo una pagina FB e Instagram dove pubblichiamo i nostri aggiornamenti!

Per concludere, volete aggiungere qualcosa?

Be positive, Be nutshell.

Contatti:

Info e prenotazioni per:

Cork e Galway: info@eazycork.com

Dublino: info@eazydublin.com

Londra: info@londoneazy.com

Sito: www.eazycity.com

Facebook: https://www.facebook.com/eazycityitalia/

Blog: www.eazycityblog.com

Sara Di Maro

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU:
INVESTI IN IMMOBILI ALL'ESTERO