ALESSIO E ANDREA HANNO DECISO DI APRIRE UN LOCALE A FORMENTERA

Alessio e Andrea hanno realizzato il loro sogno: Aprire un locale a Formentera, vivere in un posto caldo per sei mesi all'anno facendo il lavoro che amano.

Link Sponsorizzati


ALESSIO E ANDREA HANNO DECISO DI APRIRE UN LOCALE A FORMENTERA

Due anni fa Alessio ha cominciato dalle basi frequentando diversi corsi professionali per bartender (Corso Bartender, Corso Bar Manager), e successivamente, grazie anche all’aiuto della stessa scuola, ha cominciato a lavorare e a fare esperienza sul campo.

Poi, partito per Formentera, per cercare lavoro per la stagione estiva gli è capitata l’occasione di rilevare un bar che veniva da due gestioni non proprio positive… il suo sogno ha iniziato a prendere forma e così, anche Andrea, spinto dalla passione per questo lavoro, ha deciso di mollare tutto e seguire Alessio in questa avventura.

Ora posseggono il loro locale a Formentera: Alma Formentera, un cocktail bar che si trova in Carrer d’Espardell 24 nel pieno centro di Es Pujols. Leggiamo la loro storia.

Link Sponsorizzati


Ciao, volete presentarvi ai nostri lettori, come vi chiamate e di dove siete originari?

Ciao, mi chiamo Alessio Fantini, e sono nato a Roma il 24/1/1991;

Ciao, mi chiamo Andrea Macheda, e sono nato a Roma il 15/2/1994.

Di dove siete e cosa facevate quando eravate in Italia?

AL. – Vivo a Roma nei sei mesi invernali (da metà ottobre a metà aprile), sono iscritto all’università di Roma Tre e frequento il corso di laurea magistrale in economia aziendale.

AN. – Anche io come Alessio vivo a Roma nei sei mesi invernali, sono istruttore di nuoto e fitness e da quest’anno sono iscritto al corso di laurea in scienze motorie.
Occasionalmente lavoriamo come barman/baristi, è così infatti che ci siamo conosciuti, lavorando insieme nell’estate del 2015 in uno dei beach club più grandi e conosciuti di Fregene (sul litorale romano).

aprire cocktail Bar locale a Formentera

Quando e perché è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l’Italia?

AL. – Lasciare l’Italia e vivere per un periodo abbastanza lungo dell’anno in un luogo come Formentera, facendo il lavoro che più ti piace è sempre stato il mio sogno. Per questo due anni fa ho pensato che se avessi voluto realizzarlo avrei dovuto cominciare dalle basi, proprio come quando costruisci un palazzo.

Perciò ho cominciato a frequentare diversi corsi professionali presso la Mixology Academy di Roma (Corso Bartender, Corso Caffetteria e Corso Bar Manager), e successivamente, grazie anche all’aiuto della stessa scuola, ho cominciato a lavorare e a fare esperienza sul campo. Nell’aprile 2016 ho pensato fosse giunto il momento di partire per Formentera e iniziare a cercare lavoro qui per la stagione estiva, anche per  conoscere l’isola.

Durante la settimana in cui ero a Formentera con il mio curriculum vitae alla mano, mi è capitata l’occasione di rilevare un bar che veniva da due gestioni non proprio positive, ed è quindi da questo momento che il mio sogno ha iniziato a prendere forma.

AN. – Nell’aprile 2016 avevo già ripreso il mio lavoro estivo a Fregene, quando ho ricevuto la chiamata di Alessio, appena rientrato in Italia dalla breve visita a Formentera, nella quale mi spiegava che c’era questa possibilità di rilevare un bar. Ovviamente, spinto anche dalla passione che ho per questo lavoro, ho deciso di mollare tutto e seguirlo in questa avventura.

 aprire cocktail Bar locale a FormenteraAvevate già vissuto all’estero per lunghi periodi prima?

AL. AN. – No.

Sei partito da solo o in coppia?

AL.AN – Oltre a noi due si è aggiunto anche un terzo ragazzo, Manuel Saulini, anche lui di Roma, con il quale avevamo lavorato insieme durante la stagione estiva dell’anno precedente a Fregene.

Perché avete scelto di trasferirvi proprio a Formentera?

AL.- Ero stato diverse volte in vacanza sia a Formentera che nella vicina Ibiza e me ne sono innamorato sin da subito. Ovviamente il posto è stupendo, il mare è da favola, il clima è fantastico (fa caldo nella maggior parte dell’anno e le precipitazioni sono rare), e comunque essendo una meta estiva molto in voga, gran parte dei turisti che la frequentano ama svagarsi la sera in locali come il nostro.

Ho pensato quindi che questo potesse essere il posto perfetto in cui poter sviluppare la nostra idea di locale.

In che cosa consiste la vostra attività?

Il nostro locale si chiama Alma Formentera, e si trova in Carrer d’Espardell 24 nel pieno centro di Es Pujols, cuore della movida notturna di Formentera. E’ un cocktail bar che sorge all’ombra di una pineta ed è dotato di una meravigliosa area chill-out dove sorseggiare il proprio cocktail ascoltando musica e condividendo qualche momento in compagnia.

aprire Bar a FormenteraOltre a questo per cosa altro si distingue la vostra attività?

Sicuramente per l’ambiente amichevole che si respira all’Alma. Una delle nostre prerogative, oltre a quella di offrire un menù ricco e personalizzato reso ancor più originale da 5 fantastici drinks, studiati e rivisitati appositamente, è quella di soddisfare i gusti e i desideri di ogni ospite.
Chi entra all’Alma, ha la sensazione di trovarsi nel proprio salotto di casa, in famiglia, grazie alla simpatia di tutto lo staff e all’attenzione che esso rivolge verso ogni ospite.

Come avete affrontato e risolto il problema dei permessi di lavoro?

Per lavorare a Formentera, e in generale in Spagna, non è necessario il visto, ma solo il NIE, un certificato d’identità che viene rilasciato agli stranieri. Si può fare tranquillamente presso il commissariato di Polizia ad Ibiza.

Quali differenze sostanziali riscontrate a livello lavorativo rispetto all’Italia?

La burocrazia a Formentera è di gran lunga più snella rispetto al nostro paese; per molte cose per le quali, in Italia, oltre a dover richiedere un’autorizzazione, c’è da aspettare anche dei mesi per averla, qui non c’è bisogno di chiedere alcun tipo di permesso. Inoltre da un punto di vista tributario, la tassazione per una S.L. (S.r.l. italiana) è inferiore rispetto all’Italia.

Com’è avvenuta la vostra integrazione in una realtà locale sostanzialmente differente da quella italiana?

In realtà sotto questo aspetto Formentera può essere vista come un’isola italo-spagnola; sono infatti moltissimi gli italiani che hanno deciso di trasferirsi qui tutto l’anno, chi aprendo una propria attività, chi lavorando come dipendente; per non parlare del turismo estivo, che in grandissima percentuale è soprattutto italiano. Quindi da un certo punto di vista non siamo poi così lontani dall’Italia.

I formenteresi, che per lo più vivono nei centri di San Ferran de Ses Roques e nel capoluogo dell’isola San Francesc, sono molto accoglienti e abbiamo riscontrato molte similitudini tra i nostri e i loro usi e costumi.

aprire cocktail Bar locale a Formentera

L’Italia oramai è per voi un ricordo, avete nostalgia, cosa vi manca?

In Italia viviamo comunque per metà dell’anno, quindi non ci siamo separati del tutto dalla vita che facevamo prima di aprire il bar a Formentera. Nei 6 mesi che passiamo sull’isola sono sicuramente gli affetti della famiglia e degli amici ciò che ci manca di più, oltre che un  bel piatto di carbonara alla romana!

aprire cocktail Bar locale a Formentera

Vivere a Formentera sotto quali aspetti è meglio che in Italia? E sotto quali aspetti è peggio?

Formentera è un’isola di 18 km di lunghezza, quindi è come se fosse un grande paese; è tutto concentrato, c’è solo un via che collega la punta nord a quella sud dell’isola e che passa per i vari centri abitati, ci sono quindi poche auto e assolutamente niente traffico (la maggior parte delle persone si muovono in scooter).

Il clima è fantastico e la bellezza delle spiagge, oltre che l’aspetto incontaminato della sua macchia mediterranea, ti trasmettono un senso di tranquillità unico.
Inoltre sei sempre a contatto con gente che viene qui in vacanza, quindi spensierata e rilassata, e ciò favorisce i rapporti con le altre persone.

aprire Bar a FormenteraCosa consigliereste ad altri italiani che desiderassero seguire le vostre orme e trasferirsi a lavorare a Formentera?

E’ un’esperienza che ti consente di conoscere moltissime persone e di crescere molto, quindi perché non farla… il consiglio che mi sento di dare è quello di partire comunque muniti di tanto spirito di sacrificio e soprattutto di tanta passione.

Che attività potrebbe essere indicata per coloro che volessero trasferirsi a Formentera?

Sicuramente tutto ciò che è legato al turismo dato che è un’isola che nei mesi estivi aumenta in maniera sproporzionata la sua popolazione. Quindi attività legate al settore alberghiero (imprese di pulizie, lavanderie, noleggio auto/scooter/barche), o attività legate al mondo della ristorazione.

Conoscete molti italiani che vivono a Formentera, li frequentate?

Assolutamente si, come dicevamo anche prima, è un’isola piena di italiani.

Contatti

TRIPADVISOR-FB: Alma Formentera

INSTAGRAM: @almaformentera

Di Massimo Dallaglio

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU:
INVESTI IN IMMOBILI ALL'ESTERO