Cambiare vita: obiettivo o desiderio?

Link Sponsorizzati


Cambiare vita: obiettivo o desiderio?

Nel mio lavoro di coach mi capita spesso di vedere persone motivate, che vogliono cambiare la loro vita e diventare libere finanziariamente.

Alcune hanno impiegato anche tempo e soldi, volontà e passione per migliorare la propria situazione. Eppure la loro situazione finanziaria e personale non cambia per niente.

Perché?

Link Sponsorizzati




Beh, perché quando chiedo “mostrami la lista dei tuoi obiettivi” mi guardano in genere con aria interrogativa. “Alfio, ma lo sai il mio obiettivo: voglio diventare finanziariamente libero”.

Secondo te, questo è un obiettivo?

No, questo è un desiderio.

E’ un ottimo desiderio e te lo raccomando. Ma è necessario che tu definisca gli obiettivi per trasformare questo desiderio in realtà.

Gli obiettivi: la rotta della tua barca

Immagina di avere una bella barca e che ci sia tanto vento e che il mare sia appena increspato. Insomma che tutte le condizioni siano ideali per andare dove vuoi. E diciamo anche che tu sai che vuoi andare con la tua barca in quella meravigliosa piccola baia dove l’acqua è cristallina e tutto è esattamente come lo vuoi. Splendido. Hai tutto quello che ti serve per arrivarci?

Credo proprio di no.

Ovviamente devi sapere in che direzione devi andare, quanto tempo ci metterai, se ci puoi arrivare in uno o due giorni di navigazione. E devi essere pronto a cambiare i tuoi piani se il tempo peggiora e il mare si ingrossa.

Solo dire “voglio arrivare alla meravigliosa piccola baia” non è un obiettivo, è un desiderio.

Un obiettivo è: “faccio rotta per 95 gradi con il vento al traverso e farò sosta tra 4 ore a meno che il vento non rinforzi, nel qual caso eventualmente cambierò rotta per 120 gradi e ridurrò le vele di 1/3”. E poi ti metti al timone e parti.

Definire esattamente un obiettivo o, meglio, tutti gli obiettivi che ti servono nella tua vita è fondamentale per raggiungerli e trasformare i desideri in realtà.

cambiare vita obiettivi desideri

Gli obiettivi sono i piani che trasformano i desideri in realtà.

Nell’evento Wake Wake Up Call dedico una parte proprio alla definizione degli obiettivi. E’’ un esercizio importante e per molti partecipanti una vera rivelazione.

Facciamo quindi insieme ora l’’esercizio di definizione di un tuo obiettivo.

Le 5 caratteristiche di un vero obiettivo

1) Deve essere specifico e temporalmente misurabile.

“Voglio essere finanziariamente libero” come abbiamo visto è un desiderio.
“Entro 12 mesi voglio acquistare e rivendere un immobile nella mia città, guadagnando almeno 30.000 Euro netti” invece è un obiettivo.

Specifico e misurabile temporalmente.

2) Deve essere espresso in termini positivi.

Come ho detto diverse volte, il cervello non recepisce il “non”. Quindi dire “non voglio avere problemi di denaro” oltre a non rispettare la prima regola, fallisce anche questa seconda, perché il cervello registra “voglio avere problemi di denaro” e ti accontenterà sicuramente.
“Voglio ridurre le mie spese superflue del 50% entro 2 mesi” invece è un obiettivo espresso in termini positivi.

3) Deve essere credibile.

Su questo terzo punto cadono molti miei allievi e partecipanti del evento Wake Wake Up Call. Persone che guadagnano 2500 euro al mese, si pongono come obiettivo di guadagnare 1 milione di euro entro 6 mesi.

Per me non è un problema, ma per loro sì. La loro mente, il loro “termostato della ricchezza” non è programmato per fare un salto tanto grande.

Devi esprimere un obiettivo che sia per te credibile. Se guadagni 2.500 euro al mese, poniti come obiettivo “arrivare a guadagnare 5.000 euro al mese entro 6 mesi”. O, ancor meglio “arrivare a guadagnare 2.500 euro al mese di reddito automatico”.

4) Deve essere motivante.

Solo tu sai cosa ti motiva, però è evidente che porti l’’obiettivo di “guadagnare 10 Euro in più entro 6 mesi” difficilmente sarà motivante. Trova ciò che ti motiva, tieni a mente il punto 3) per non esagerare e definisci un obiettivo motivante.

5) Deve essere visualizzabile e deve coinvolgere tutti i sensi

Praticamente tutti noi, anche se abbiamo una sensibilità uditiva o cinestesica reagiamo fortemente alle immagini. Quindi è essenziale che tu possa vedere chiaramente il tuo obiettivo, come in un film.

A quel punto, con l’’immagine – meglio se in movimento – ben definita, prova ad aggiungere altre componenti sensoriali. Come ti muoverai in quell’immagine? Che sensazioni fisiche avrai? Quali rumori sentirai? Quali odori sentirai? Sentirai fresco? Sentirai caldo? Ci sarà il sole? Sarà sera? Come ti sentirai nel tuo obiettivo?

Quanto più vivida sarà l’’immaginazione del tuo obiettivo, tanto più efficace sarà la programmazione della tua mente per raggiungerlo.

Fai quest’esercizio costantemente, quando hai un’obiettivo o quando dici di avere un obiettivo. Con l’esercizio – bastano veramente poche volte – ti verrà naturale esprimere gli obiettivi in questo modo. E ti garantisco che avrai modo di raggiungerli in maniera molto più efficace.

Alla tua libertà finanziaria,

Alfio Bardolla

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU:
Libri Mollo Tutto