Carla Albasini si è trasferita a vivere in Andalusia

Link Sponsorizzati


CARLA SI E’ TRASFERITA A VIVERE IN ANDALUSIA

Carla, dopo un ristorante in provincia di Brescia e succssivamente un bar-paninoteca in Liguria ha capito che in Italia ci sono troppi costi per qualsiasi attivitá: “… e la proporzione tra ore lavorate e incassi va quasi sempre a sfavore di chi lavora: troppe ore che non verranno mai ripagate, e alla fine si lavora per le banche, gli interessi vari, e le tasse da pagare…” Così dopo aver venduto il bar ha tentato di trasferirsi in Australia ma senza riuscirci. Tornata in Italia ha continuato a lavorare nel settore della ristorazione a Lucca fino a quando ha deciso di trasferisi in Spagna in Andalusia grazie agli scambi AU PAIR: vitto e alloggio gratuito e in cambio di ore di lavoro di qualsiasi genere! Questo il racconto di dove la ha condotta il suo istinto:

Link Sponsorizzati


Carla vivere a Torremolinos SpagnaCiao, raccontaci un po’ di te… come ti chiami, di dove sei e cosa facevi quando eri in Italia?
Salve mi chiamo Carla Albasini e sono nata a Milano nel 1960. Ho sempre amato la natura e gli animali, e quindi Milano non é mai stata la mia cittá per elezione!
Dopo il liceo scientifico mi sono sposata e ho avuto 2 figli meravigliosi; mi sono spostata a Edolo, in Valcamonica dove fin dai primi anni sessanta i miei genitori hanno una casa vacanza, e dove ho passato degli anni di allegria e spensieratezza! Sono una persona fortunata.
Ma le cose a volte non funzionano, e con i figli ancora piccoli ho divorziato!  Per poter gestire i bambini e il lavoro allo stesso tempo ho aperto un locale di ristorazione sempre a Edolo, e cosí sono entrata nel giro per piú di 20 anni dei bar, ristoranti, alberghi ecc.
Dopo un pó di tempo (nei primi anni ’90) e di crisi economica mi sono spostata col secondo marito in Liguria per 4 anni, dove avevamo aperto un bar paninoteca.



Carla vivere a Torremolinos SpagnaQuando e perché è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l’Italia?
Ma giá allora avevo capito che in Italia ci sono troppi costi per qualsiasi attivitá, e la proporzione tra ore lavorate e incassi va quasi sempre a sfavore di chi lavora: troppe ore che non verranno mai ripagate, e alla fine si lavora per le banche, gli interessi vari, e le tasse da pagare ! Il gioco nel mio caso non valeva la candela !
Per un anno, dopo aver venduto il bar in Liguria abbiamo tentato di trasferirci in Australia, il mio sogno di natura selvaggia e possibilitá di una vita migliore su tutti i livelli. Ma a quei tempi erano chiuse le immigrazioni; per di piú avevo ancora i figli minorenni, e sono rimasta in Italia mentre mio marito e suo fratello sono riusciti ad andare in Australia: mio cognato come chef ha subito trovato lavoro e poi é rimasto a Sydney per 10 anni lavorando molto bene: Mio marito invece non si trovava a suo agio ed é tornato in Italia.
A quel punto siamo andati in Toscana, a Lucca e lí sono rimasta anche dopo il secondo divorzio per 20 anni, lavorando sempre nel settore ristorazione sia con locali miei che come dipendente, ma sempre con lo stesso problema: troppo lavoro per poco o niente guadagno!

Carla vivere a Torremolinos SpagnaPerché hai scelto proprio la Spagna e in quale località vivi?
Ho scelto la Spagna, e nello specifico l’Andalucia, dopo aver visto una trasmissione televisiva su questa zona: non posso piú stare lontano dal mare, e  non amo il  freddo, e qui il clima é perfetto; inoltre da almeno 5 anni avevo solo lavori precari e da sola non campavo di certo: tuttora mi aiutano i miei genitori !  Ho fatto una prima visita nel 2012 a maggio per poter visionare le cose e “sentire” se poteva essere il mio posto!
Ho utilizzato il sito helpexchange.net  per poter venire in Spagna: questo sito é un luogo di scambi per chi cerca vitto e alloggio gratuito e in cambio dá ore  di lavoro di qualsiasi genere! Ottima cosa per chi vuole viaggiare  e conoscere il mondo! Io ho trovato una famiglia che mi ha ospitato e aiutavo nei lavori domestici, nel giardino e con gli animali: galline, anatre ecc .
Dopo 3 giorni mi sono svegliata di colpo una mattina alle 5 e ho sentito ció che volevo sentire: il mio istinto! “Io voglio vivere qui”.
Le 2 cose che mi hanno colpito e fatto decidere sono state il clima e la luce pazzesca che c’é qui!
Al lavoro non penso mai come prima cosa; devo stare bene nel territorio se no tutto é inutile!
Avevo anche una ottima proposta di lavoro in Toscana: una proposta di gestione di una villa del 1500 con 40 camere, giardino secolare, ristorante bar, piscina ecc… avevo quasi accettato pensando al compenso ecc… ma tutto inutile: il mio cuore mi ha chiamato qui in Andalucia!

Avevi già vissuto all’estero per lunghi periodi prima?
Ho vissuto a Torremolinos per 2 anni e dall’inizio di quest’anno mi sono trasferita a Nerja, a circa 50km da Malaga, che ovviamente adoro! Bellissima e godibilissima cittá sul mare! A Nerja ci sono degli amici italiani e quindi ho deciso di venire qui… per il momento!
Sono partita con la mia macchina stracarica: io e le mie due gatte! Traghetto da Genova a Barcelona e poi  in macchina fino a Malaga, dove la famiglia che giá mi aveva ospitato mi aspettava, e dove ho vissuto per circa 3 mesi fino a quando sono riuscita ad avere una casetta mia in Torremolinos.

In che cosa consiste la vostra attività?
Tramite Facebook avevo conosciuto il mio attuale socio e amico Giancarlo, che giá aveva avviato la Spanish Investment: una societá di servizi che si occupa di aiutare a tutto tondo le persone che vogliono trasferirsi in Andalucia. Documenti necessari, casa, attivitá, notaio, commecialista, operai se serve una ristrutturazione ecc… dipende da cosa il cliente richiede! Lui dopo avermi conosciuto  e contattato per fare le pulizie in casa di un suo cliente, mi ha proposto di collaborare con lui, e ci siamo trovati molto bene avendo la stessa visione della vita!

Carla vivere a Torremolinos SpagnaQuali differenze sostanziali hai avuto modo di riscontrare a livello lavorativo rispetto all’Italia?
Qua risulta tutto molto piú facile: gli uffici pubblici funzionano bene, le cose sono piú logiche, tutti ti aiutano, risolvono subito senza farti tornare mille volte!
Un altro mondo proprio! Anche se la crisi ha colpito molto anche la Spagna, qua il lavoro é piú mobile grazie anche al turismo che é presente tutto l’anno.

Cos’altro hai notato della società locale?
Mi sono meravigliata e tuttora mi meraviglio: delinquenza zero, apertura mentale, zero stress, organizzazione nei servizi  pulizia,  accessibilitá per gli handicappati dovunque, omosessuali che non vengono per nulla disturbati e vivono serenamente, si possono sposare… piccole cose come la gentilezza costante in macchina o per strad ! Un luogo con una ottima qualitá di vita per tutti, dai bambini agli anziani che qui partecipano molto alla vita sociale! Senza contare quanto si danno da fare le amministrazioni comunali per organizzare spettacoli, eventi, fiere, ecc
Certo la crisi ha fatto tanti danni: tante attivitá chiuse, lavoro che di fatica a trovare ecc; ma di sicuro la Spagna si trova giá in positiva marcia di recupero grazie alle politiche del governo!

Carla vivere a Torremolinos SpagnaCome è avvenuta la tua integrazione in una realtà locale sostanzialmente differente da quella italiana?
A questa domanda dovrei rispondere al contrario: come ho potuto vivere in Italia fino ad ora? Compressa dalla burocrazia, impossibilitata a sviluppare le mie numerose idee e con la frustrazione costante: senza soldi alle spalle non si fa nulla! E inoltre tutte le possibilitá che ci sono a livello europeo in Italia non sono accessibili: per esempio il microcredito che da anni funziona in tutta Europa, per esperienza diretta in Italia nessuno lo voleva! Gli enti preposti a questo come banche o associazioni varie non ne volevano sentir parlare: troppo poco guadagno! Solo ora ho sentito un po’ di apertura al riguardo.
 Da anni sapevo che all’estero le cose funzionano meglio che in Italia, quindi non ho mai avuto problemi di integrazione in nessun posto, perché mi ricreo dovunque senza sentirmi né straniera né fuori posto! Sono un sagittario e la mia casa é il mondo senza frontiere!

Vivere a Torremolinos, sotto quali aspetti è meglio che in Italia? E sotto quali aspetti è peggio?
Qua tutto costa meno!  Le cose funzionano, la qualitá di vita é veramente ottimale: cosa volere di piú?

Cosa consiglieresti ad altri italiani che desiderassero seguire le vostre orme in Spagna?
Non saprei consigliare a nessuno cosa fare o come investire : ognuno deve fare ció che sente suo secondo la sua visione delle cose!

Carla vivere a Torremolinos SpagnaConsideri l’Italia un ricordo, hai nostalgia, cosa ti manca quando sei via?
Dell’Italia mi manca la mia famiglia, i miei figli e nipoti e le amicizie che ho lasciato lá ! Ma penso sempre che ho sprecato le mie energie e il mio tempo migliore a lavorare per non arrivare a fine mese e non avere nulla di concreto in mano! Se quello che ho fatto in Italia lo avessi fatto all’estero in qualsiasi altro paese a quest’ora qualche soldo da parte lo avrei! Ci avevo visto giusto giá negli anni 90: trasferirsi fuori dall’Italia era la cosa migliore che potessi fare! Peccato non aver seguito il mio istinto prima !

Conosci molti italiani che vivono a Torremolinos, li frequenti?
In Andalucia ci sono genti di tutto il mondo compresi moltissimi italiani, che magari vivono qui da 30 anni. Negli ultimi tempi mi sembra di aver capito che parecchi si stanno muovendo verso questi luoghi!

In definitiva, consiglieresti Torremolinos come meta per espatriare o più per una vacanza?
Secondo il mio punto di vista la Spagna in generale sarebbe un buon posto dove vivere permanentemente, e sicuramente anche una bella meta per le vacanze!

Di Massimo Dallaglio

LEGGI LE ULTIME OFFERTE DI LAVORO IN SPAGNA

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: