Chiara ha aperto un’agenzia di re-location Eazycity a Milano

Link Sponsorizzati


CHIARA HA APERTO UN’AGENZIA DI RE-LOCATION “EAZYCITY” A MILANO

Chiara Gironi, dopo avere lavorato in Irlanda per EazyCork, partendo come aiutante tuttofare fino a diventare office manager, ha aperto la sua agenzia di re-location in Italia a Milano: “…In quanto agenzia di re-location ci occupavamo di accogliere studenti/ragazzi da tutto il mondo che, per i motivi più svariati si trasferivano in Irlanda.” Ora gestisce la filiale di EazyCity Milano che si occupa di consulenza ai clienti che vogliono fare una nuova esperienza all’estero, sia essa lavorativa, di studio etc.

Link Sponsorizzati


Chiara Gironi EazycityCiao Chiara, raccontaci un po’ di te… come ti chiami, di dove sei e cosa facevi prima di partire per le tue esperienze all’estero?
Ciao, mi chiamo Chiara Gironi e sono di Cernusco Sul Naviglio, un paese alle porte di Milano. A 19 anni, un po’ per scherzo, ho deciso di passare l’estate in modo diverso e quindi sono partita come animatrice turistica con destinazione Naxos-Grecia. Dall’anno successivo, per altri 3, ho passato le estati in diverse isole delle Cicladi lavorando come assistente turistica per clientela italiana. Nel 2007, finalmente termino gli studi in turismo e, finita la stagione estiva a Santorini, decido di partire per l’Irlanda con la scusa di migliorare il mio inglese. Cercando un’agenzia che potesse aiutarmi nella ricerca di alloggio e lavoro.. mi imbatto in quella che sarà poi la “svolta professionale”
 




Quando e perché è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l’Italia?
Ho deciso di lasciare l’Italia nel lontano 2004. Dapprima nasceva come mera esigenza di potersi permettere il lusso di passare tutta l’estate al mare (seppur lavorando), successivamente il mio desiderio di entrare in contatto con nuove culture, usi e costumi e di parlare lingue differenti.. mi ha portata in diversi luoghi. Ora che ci penso sempre isole; Grecia, Irlanda e di nuovo Grecia!



Sei partita da sola o con la famiglia o con il partner?
Da sola



Chiara Gironi EazycityPerché hai scelto proprio l’Irlanda e in quale località vivi?
Ho scelto l’Irlanda perché volevo migliorare la conoscenza dell’inglese e perché, tra i paesi anglofoni mi sembrava il più adatto alle mie esigenze. I luoghi troppo affollati e metropolitani non mi hanno mai catturata quanto distese infinite di verde o spiagge dorate!
 


Avevi già vissuto all’estero per lunghi periodi prima?
Prima dell’esperienza in Irlanda, durata poco meno di tre anni, avevo già passato 4 anni in Grecia.

Di cosa ti occupavi li in Irlanda?
In Irlanda ho lavorato per EazyCork. Sono partita come aiutante tuttofare ed ho concluso come office manager. In quanto agenzia di re-location ci occupavamo di accogliere studenti/ragazzi da tutto il mondo (prevalentemente Europa) che, per i motivi più svariati (anno accademico all’estero, Erasmus, Leonardo, ricerca lavoro etc.) si trasferivano in Irlanda. Le mie attività principali si concentravano nell’accoglienza dei clienti stessi, nel mantenere rapporti con i fornitori di alcuni servizi (landlords etc.) e di formare i ragazzi che entravano a far parte del nostro staff.

Chiara Gironi EazycityQuali differenze sostanziali hai avuto modo di riscontrare a livello lavorativo e di stile di vita rispetto all’Italia?
Infinite! Ho avuto la fortuna smisurata di entrare a far parte di un’azienda familiare, non tanto in senso lato quanto in senso pratico. Tutti quasi coetanei e con tanta voglia di fare/energia. La “gerarchia” nel rapporto lavorativo è sempre stato più che chiaro ma, ho trovato anche degli amici. Spesso si usciva assieme ed il giorno dopo si lavorava senza interruzioni.. In Italia, il capo spesso prende distanza dai propri collaboratori e non si preoccupa di instaurare un buon rapporto. Allo stesso modo, i dipendenti spesso vedono nel capo un essere “vecchio” per definizione da cui allontanarsi. Per quanto riguarda il lavoro.. i compiti erano ben definiti e la meritocrazia esiste davvero! E’ davvero un piacere essere riconosciuti per i propri valori in quanto tali e non per attestati o pezzi di carta che, spesso, non ti rappresentano nemmeno



chaira Eazycity ItaliaCos’altro hai notato della società locale?
Funziona tutto come dovrebbe! Gli autobus sono puntuali, in posta ti sbrighi in pochi minuti, qualsiasi servizio clienti di cui tu ti avvalga.. ha le risposte che cercavi. In una città non molto grande come Cork, diverse etnie coabitavano senza problemi. Le norme sono rispettate da tutti e, chi non le rispetta, ha una giusta punizione. Insomma, la società ideale e non idealizzata.



Come è avvenuta la tua integrazione in una realtà locale sostanzialmente differente da quella italiana?
Personalmente ho avuto la strada un po’ spianata dal fatto che lavorassi in un ambiente multiculturale per definizione. Inoltre, uno dei due soci dell’azienda per cui lavoravo è Irlandese… il resto vien da sé
 
…

chaira Eazycity ItaliaVivere in Irlanda quali aspetti è meglio che in Italia? E sotto quali aspetti è peggio?
L’Irlanda è un paese con meno popolazione di altri ma, tutti molto disponibili. Ricordo ancora il primo giorno a Cork. Avevo una mappa della città tra le mani e, mentre cercavo di capire dove fossi e dove dovessi andare, più di un passante mi hanno fermata chiedendomi se andasse tutto bene e se potessero aiutarmi. Mai assistito ad una scena simile in Italia! L’aspetto peggiore? Per me, metereopatica.. direi sicuramente il clima. Ho imparato ad amare la pioggia al punto da fare lunghe camminate godendo di ogni singola goccia ma.. mi mancava molto l’effettivo cambio delle stagioni

Perché hai deciso di portare Eazycity in Italia?
Ho deciso di portare EazyCity in Italia perché.. era il mio sogno! Quando ho lasciato l’Irlanda, non ho mai lasciato tutto il resto. Ho sempre pensato che quello fosse un lavoro bellissimo… nel posto “sbagliato”. Ho sempre avuto il desiderio di poter collaborare con i miei allora “boss” ed altrettanto l’idea di essere più autonoma nel lavoro. L’esperienza non mancava e quindi… eccoci qui!



In che cosa consiste la tua attività adesso?
Ora gestisco la filiale di EazyCity Milano. Al momento mi occupo di consulenza ai clienti che vogliono fare una nuova esperienza all’estero, sia essa lavorativa, di studio etc. e lavoro a nuovi progetti top secret per il momento!

Chiara Gironi EazycityOltre a questo per cosa si distingue la tua attività?
La mia attività si distingue per esperienza, professionalità e, soprattutto, per la passione che ho nel svolgerla! Il fatto stesso che, io per prima, per anni ho vissuto in Irlanda ed all’estero, mi permette anche di meglio comprendere alcune dinamiche. Diciamo che so bene cosa voglia dire la differenza tra arrivare in un nuovo paese e non sapere da che parte girarsi per la ricerca di una casa, di un lavoro etc.. e arrivare in un paese dove, seppur non conoscendone i vicoli nel dettaglio, hai il supporto di chi, come te, ci è passato prima e non vede l’ora di aiutarti!


A che profilo di persone consiglieresti l’Irlanda come meta per espatriare (studenti, famiglie, pensionati, investitori, etc)?
L’Irlanda è piena di opportunità e potenzialità. La consiglio a tutti, soprattutto ai più giovani che si affacciano al mondo del lavoro. Sicuramente le gratificazioni non mancheranno.

Chiara Gironi

Manager – EazyCity Milano

Tel. +39-3331949642

Email:

chiara@eazycity.com

milano.eazycity.com
 

Di Massimo Dallaglio

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: