COME E’ NATO IL SISTEMA CHE HA RIVOLUZIONATO IL MODO DI INVIARE DENARO ALL’ESTERO

Link Sponsorizzati


COME E’ NATO IL SISTEMA CHE HA RIVOLUZIONATO IL MODO DI INVIARE DENARO ALL’ESTERO?

L’invio di denaro all’estero è costoso, ma in modo ingannevole. Infatti, nonostante le banche proclamino “0 commissioni” o “Trasferimenti gratuiti” facendoti pensare che non vi siano costi, questa è solo propaganda. In realtà le banche applicano commissioni nascoste (e non) quando si invia denaro tra valute differenti. Ma due amici uniti dalla forte convinzione che il denaro debba poter fluire liberamente riuscirono a risparmiare migliaia di sterline…. Ma vediamo meglio come accadde.

Link Sponsorizzati


 

inviare denaro all'esteroTransferWise vuole porre rimedio a questi torti, permettendo a chiunque di inviare denaro all’estero, sempre e solo al minor costo possibile. Utilizzando sempre il tasso di cambio reale ed applicando solo una piccola commissione (sempre ben visibile), ogni confusione viene rimossa, scatenando una vera e propria rivoluzione.

Da cosa è nato il tutto?



Per farla breve, sostanzialmente l’idea è nata dalla “frustrazione” dei suoi due fondatori, Taavet Hinrikus e Kristo Kaarmann, due amici uniti dalla forte convinzione che il denaro debba poter fluire liberamente, anche in assenza di una moneta globale che non lo consente… Fu grazie a questa intuizione che durante un’epifania di qualche anno fa riuscirono a risparmiare migliaia di sterline…. Ma vediamo meglio come accadde.

Kristo-Taavet-TransferWiseTaavet lavorava per Skype in Estonia venendo pagato in euro anche se viveva a Londra; Kristo lavorava a Londra e veniva pagato in sterline, ma aveva un mutuo in euro per la sua casa in Estonia. Questa situazione ha dato loro l’idea di mettere in piedi uno schema tanto semplice, quanto geniale: ogni mese i due, dopo aver controllato il tasso di cambio reale su Reuters al fine di definire condizioni eque per entrambi, scambiavano l’importo stabilito. Kristo trasferiva sterline nel conto inglese di Taavet, mentre Taavet trasferiva l’importo corrispondente in euro al conto corrente estone del suo amico. Facendo così, entrambi avevano a disposizione la valuta di cui avevano bisogno, senza dover pagare un centesimo in commissioni bancarie.

Da lì alla semplice considerazione: “Ci devono per forza essere altri nella nostra stessa situazione!” il passo fu breve. Fu così che nacque TransferWise.

Di Massimo Dallaglio

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: