DAVIDE BEDINI CROUPIER SULLE NAVI DA CROCIERA ROYAL CARIBBEAN

"Ho sempre amato l'ambiente del casinò, infatti appena raggiunta la maggiore età ho ricevuto un pacchetto regalo di tre giorni a Venezia con entrata al famoso Casinò di Ca' Vendramin. Ed è proprio lì, è proprio grazie a Venezia, che ho capito quello che volevo diventare..."

Link Sponsorizzati


DAVIDE BEDINI CROUPIER  SULLE NAVI DA CROCIERA ROYAL CARIBBEAN

Davide è un ragazzo toscano che durante il periodo scolastico ha lavorato come barista e come commesso presso un outlet della Provincia di Siena. Ma ha sempre amato l’ambiente del casinò. Per questo ricevette in regalo un viaggio di tre giorni a Venezia con entrata al famoso Casinò di Ca’ Vendramin. E fu proprio lì, che ebbe dal vivo le conferme del lavoro che avrebbe voluto fare. Il croupier! Dopo due anni e mezzo di lavoro come croupier in Inghilterra, il 20 Aprile 2016 Davide ha firmato un contratto con Royal Caribbean – prestigiosa compagnia americana di crociere – si trova a bordo della Radiance of the Seas, con un itinerario da far girare la testa: Alaska, Canada, Hawaii, Polinesia Francese, Nuova Zelanda, Indonesia ed infine Australia. Questa la sua storia:

Link Sponsorizzati


Ciao Davide vuoi presentarti ai nostri lettori?
Mi chiamo Davide Bedini ho 22 anni e sono della Provincia di Siena.



Di dove sei e cosa facevi quando eri in Italia?
Vengo da Macciano, un minuscolo paesino in Provincia di Siena; ho concluso i miei studi presso l’Istituto Tecnico Commerciale Luigi Einaudi di Chiusi. Durante il periodo scolastico ho lavorato, prima, come barista e, poi, come commesso presso un outlet della zona.

DAVIDE CROUPIER SULLE NAVI DA CROCIERA ROYAL CARIBBEAN

DAVIDE CROUPIER SULLE NAVI DA CROCIERA ROYAL CARIBBEANQuando e perché è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l’Italia?
Era la fine dell’estate 2012, fresco di diploma, e sentivo che mi mancava quel brivido di adrenalina che ti fa vedere il mondo in modo diverso, non vedevo un futuro certo in quello che facevo. Avevo una vaga idea di continuare gli studi, ma la voglia di uscire da quella monotonia era troppo grande e quindi decisi di fare il primo passo, consapevole del fatto che il mio futuro non sarebbe stato in Italia.
Ho sempre amato l’ambiente del casinò, infatti appena raggiunta la maggiore età ho ricevuto un pacchetto regalo di tre giorni a Venezia con entrata al famoso Casinò di Ca’ Vendramin. Ed è proprio lì, è proprio grazie a Venezia, che ho capito quello che volevo diventare.

 Avevi già vissuto all’estero per lunghi periodi prima?
No, questa è stata la mia prima esperienza fuori casa.
E proprio così è andata, all’età di 19 anni avevo in mano un biglietto di sola andata Roma Fiumicino – Manchester. 

Sei partito da solo o in coppia?
All’inizio eravamo in quattro, ci siamo conosciuti durante il corso da croupier, poi per cause di lavoro ci siamo dovuti separare. Una delle cose belle di questo lavoro è che non sei mai solo, fai tante amicizie e il tuo modo di pensare e di approcciarti con le persone cambia radicalmente. 

DAVIDE CROUPIER SULLE NAVI DA CROCIERA ROYAL CARIBBEAN

A quale scuola croupier ti sei rivolto?
All’inizio intrapresi una scuola a Roma, ma non è andata come prevedevo; così un giorno approfondì meglio le mie ricerche su internet e mi trovai sulla pagina Cerus Scuola Croupier. Leggo che ha sedi in Francia, Inghilterra e Roma e la cosa che mi ha sbalordito di più è che garantisce il lavoro in UK al 100%. Non mi ero arreso su quello che volevo diventare ed ecco il perché, con qualche amico del vecchio corso, li chiamiamo e fissiamo un appuntamento, ed esattamente dopo qualche giorno ho iniziato il corso con la Cerus.
Dal 2013 fino ad oggi sto lavorando come croupier, ed è quello che volevo.

DAVIDE BEDINI CROUPIER A MANCHESTER

Hai trovato subito lavoro o hai faticato?
Venendo da un’altra scuola, ero già avvantaggiato e quindi dopo qualche lezione alla sede di Roma mi offrono l’opportunità di trasferirmi a Manchester per completare il corso dentro un vero e proprio casinò, e così andò.
Il 7 Ottobre 2013 iniziai questo corso a Manchester e feci amicizia con tanti ragazzi che come me erano alla ricerca di realizzare il proprio sogno. Dopo poche settimane mi propongono un colloquio di lavoro per il Grosvenor Casino di Swansea (cittadina gallese), ero eccitato solo a pensarci perché non credevo che tutto questo era possibile.
11 Novembre 2013 inizio a lavorare ufficialmente come croupier a Swansea, c’è chi è stato preso a Liverpool, chi a Coventry, chi a Manchester, chi in Scozia e così ci siamo divisi, ma siamo consapevoli che in questo lavoro prima o poi ci rincontreremo. 

DAVIDE CROUPIER SULLE NAVI DA CROCIERA ROYAL CARIBBEAN

In cosa consiste la tua attività?
Lavorare con i soldi non è sempre un mestiere ben visto, ma ti porta molte soddisfazioni soprattutto se è il lavoro che hai sempre sognato di fare. Il lavoro del croupier consiste, come prima cosa, nel far sentire a suo agio il cliente (non importa se ha davanti 1 dollaro o 1000 dollari); essere sempre concentrato su quello che succede al tavolo, mai abbassare la guardia e riuscire a contare molto velocemente.

DAVIDE BEDINI CROUPIER A MANCHESTER 10

Oltre a questo per cosa altro si distingue la tua attività?
Dopo due anni e mezzo in UK, ho deciso di dar vita al mio secondo obiettivo: quello di poter lavorare in una nave da crociera, esplorando ogni giorno luoghi diversi. Ed ecco che Il 20 Aprile 2016 firmai il contratto con Royal Caribbean – compagnia americana di crociere, una delle più prestigiose al mondo – e mi trovo a bordo della Radiance of the Seas, con un itinerario da far girare la testa: Alaska, Canada, Hawaii, Polinesia Francese, Nuova Zelanda, Indonesia ed infine Australia. Che ne dite?
Il lavoro a bordo è diverso rispetto a quello sulla terra, non è uno spasso vero e proprio, è vero che si viaggia e vediamo il mondo, ma è anche vero che si lavora sette giorni su sette con orari variabili (in quanto il Casino è chiuso quando la nave è in porto dandoci la possibilità di uscire); le pause sono numerose e se sei fortunato ti puoi imbattere in tramonti mozzafiato. Non tutti riescono ad abituarsi alla vita in nave perché hai molti corsi (soprattutto all’inizio del contratto), molte esercitazioni e cabine piccole, sono cose da tenere bene in mente. I clienti, invece, vengono qui solo per divertirsi, e condividono con te la voglia di uscire a scoprire posti mai visti prima, nella maggior parte dei casi si crea un ambiente divertente e spassoso.

L’Italia oramai è per te un ricordo, hai nostalgia, cosa ti manca?
Dell’Italia mi manca la famiglia, gli amici e il cibo cose che troverò al mio ritorno, e tramite i social network non si sente molto la nostalgia.

DAVIDE BEDINI CROUPIER A MANCHESTERCosa consiglieresti ad altri italiani che desiderassero seguire le tue orme?
Sono dell’idea che questo è un lavoro che nasce da una passione, non puoi farlo così tanto per. Diventare croupier ti da l’occasione di viaggiare, imparare lingue, usi e costumi diversi, cose che ti fanno crescere. C’è da dire anche che è un lavoro duro con orari per lo più notturni, devi essere sempre concentrato e non riuscire a farti fregare da qualche baro. Se hai la passione questi sacrifici non li percepisci nemmeno, perché la gioia e la voglia di andare al lavoro prevale di gran lunga.

A che profilo di persone è maggiormente indicato il lavoro da croupier?
E’ indicato a chi come me è stanco della monotonia giornaliera ed è disponibile a qualsiasi cosa al fine di riuscire a firmare il primo contratto in un casino, e vi posso garantire che ne vale la pena!

Cerus Italia
Cellulare : +39 392 361 6293
Telefono ufficio : +30 06 76907261
Facebook : www.facebook.com/cerus.scuolacroupier
Skype : cerus.roma

CERUS CASINO ACADEMY
Leader europeo per la formazione nel settore casinò
PARIS – LYON – BORDEAUX – MARSEILLE – STRASBOURG – MANCHESTER – BRISTOL – NAMUR – MADRID – ROME – MILAN – CHYPRE – MEXICO
www.corsicroupier.it 

Di Massimo Dallaglio

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: