Davide Bugatti ha deciso di mollare tutto per trasferirsi a vivere ad Aruba

Link Sponsorizzati


DAVIDE BUGATTI HA DECISO DI MOLLARE TUTTO PER TRASFERIRSI A VIVERE AD ARUBA

Davide ci raconta come ha deciso di mollare tutto per trasferirsi a vivere e lavorare ad Aruba:  “Ho vissuto un po dappertutto nei miei 20s.. Irlanda Londra Olanda Spagna… sempre alla ricerca di quella sensazione che solo al di fuori delle mura domestiche si prova. Poi nel più bello della mia carriera lavorativa ho conosciuto una persona… ho iniziato a intraprendere attività in proprio prima aprendo una piccola attività di noleggio di macchine per feste ed eventi (luci, proiettori), poi quasi per incidente (una storia molto lunga) ho avuto l’opportunità di importare un food truck di quelli famosi da noi di notte e con un socio abbiamo sviluppato il concetto di authentic italian street food, cosa che mancava sull’isola…”

Link Sponsorizzati



Trasferirsi a vivere e lavorare ad ARUBACiao Davide, vuoi presentati ai nostri lettori, come ti chiami e di dove sei originario?

Ciao sono Davide Bugatti, sono nato in quel di Como 35 anni fa…

Di dove sei e cosa facevi quando eri in Italia?
Dopo essermi diplomato in ragioneria, ho iniziato il percorso accademico in scienze dell’educazione in Bicocca a Milano che poi ho pero abbandonato dopo dodici esami perchè un esperienza di lavoro molto allettante e i miei impegni calcistici mi hanno “traviato” successivamente  varie esperienze di network marketing mi hanno positivamente influenzato e insegnato moltissime tecniche di vendita, spinto a fare molti corsi di formazione con personaggi del calibro di Antony Robbins e a leggere libri senno sconosciuti per poi finire nel 2008 come direttore nazionale Italia di un gruppo tedesco operante nel settore di vendita online… fantastica esperienza!!! Ma poi ho conosciuto Lara e nonostante la vocazione nel lavoro e la prospettiva di carriera, ho MOLLATO TUTTO!



Trasferirsi a vivere e lavorare ad ARUBAQuando e perchè è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l’Italia?
Ho vissuto un po dappertutto nei miei 20s.. Irlanda Londra Olanda Spagna… sempre alla ricerca di quella sensazione che solo al di fuori delle mura domestiche si prova. Poi nel più bello della mia carriera lavorativa ho conosciuto una persona…

Quindi avevi già vissuto all’estero per lunghi periodi prima?
Certo, guai a me… la voglia e il bisogno di fare esperienze all’estero e viva in me da quando avevo 16 anni.


Sei partito da solo o in coppia?
Partito da solo, per vivere con la mia fidanzata al suo paese…

Trasferirsi a vivere e lavorare ad ARUBAPerché hai scelto di trasferirti proprio ad Aruba?
Sinceramente quando ho conosciuto la mia attuale ragazza non sapevo neanche esistesse questa felice isola caraibica… poi dopo esserci venuto a trovarla la prima volta nel 2009 il richiamo gli anni successivi e stato evidente.



In che cosa consiste la tua attività?
Sono partito aprendo e gestendo con la mia fidanzata e la sua famiglia una pizzeria napoletana “Amore Mio” che tuttora esiste, poi una volta inserito nella community locale ho iniziato a intraprendere attività in proprio prima aprendo una piccola attività di noleggio di macchine per feste ed eventi (luci, proiettori), poi quasi per incidente (una storia molto lunga) ho avuto l’opportunità di importare un food truck di quelli famosi da noi di notte e con un socio abbiamo sviluppato il concetto di authentic italian street food, cosa che mancava sull’isola.

Oltre a questo per cosa altro si distingue la tua attività?
Ci differenziamo a mio parere per diversi aspetti  importiamo la famosa porchetta che la gente locale e i turisti adorano, produciamo tutto in casa a la minute con i nostri sapori autentici lasagne tiramisu panna cotte  siamo aperti 12 ore tutti i giorni siamo tutti italiani e finalmente si può avere in Aruba un posto gestito da imprenditori e cuochi entrambi italiani mi piace chiamarmi the food truck that thinks like a restaurant… 

Daltronde dove lo trovi un food truck, ai Caraibi, che alle 4 del mattino ti serve una lasagna magnifica, una ciabatta con la porchetta e se vuoi un delizioso tiramisu fresco fresco? anche in Italia e difficile trovarne così se non mi sbaglio.

Trasferirsi a vivere e lavorare ad ARUBACome hai affrontato e risolto il problema del visto?
Seguendo tutte le regole, il controllo e rigido e quando io sono arrivato c’era la regola che ogni 3 mesi per un anno si doveva uscire dall’isola almeno un giorno e rientrare per il visto… adesso la situazione e un po più blanda ma sempre ci vogliono tutti i requisiti per ottenere la residenza.

Quali differenze sostanziali riscontri a livello lavorativo rispetto all’Italia?
Tassazione molto più “umana”, burocrazia un po più snella, distanze molto più vivibili, turismo 365 gg all’anno, gente in giro tutti i giorni tutta la notte, ritmo di vita più lento (se vuoi), meno distrazioni per essere più produttivo, sana competizione.


Com’è avvenuta la vostra integrazione in una realtà locale sostanzialmente differente da quella italiana?
Aruba e l’isola dei Caraibi o di tutto il sudamericana se non sbaglio con la più numerosa differenziazione etnica al mondo…  tutti amalgamati in un isola tropicale lunga 50 km a vivere con il sorriso in faccia… non e difficile integrarsi soprattutto se la tu mente e aperta ad accogliere colui diverso da te stesso integrarsi facendo attività  può invece presentare anche qualche contro.

Trasferirsi a vivere e lavorare ad ARUBAL’Italia oramai è per te un ricordo, hai nostalgia, cosa ti manca?
sembra il solito luogo comune. ma la freschezza del cibo italiano, la mozzarella di bufala, la fiesta e il kinder fetta al latte, i pizzoccheri e tutto il mondo legato al cibo e alla famiglia mi manca, le feste e le cene  con gli amici all’inizio e stata dura, tornavo ogni 6 mesi, adesso sono i miei amici e famigliari i che vengono a  trovare me.

Vivere ad Aruba  sotto quali aspetti è meglio che in Italia ? E sotto quali aspetti è peggio?
Anche qui la politica sta cominciando a far suscitare insicurezza e mancanza di fiducia nel sistema ma in Italia siamo proprio alla massima espressione della corruzione, favoritismi e vergogna del potere. 
Il clima ti permette di stare 365 gg in infradito, la brezza non ti fa mai soffrire il caldo. diciamo che vivere dove la gente viene in vacanza non e male… L’oceano è la più grande risorsa anti stress che io conosca tutti parlano perfettamente almeno 3 lingue.. in Italia?
Peggio penso la differenziazione culinaria che abbiamo in Italia e l’unica al mondo de essendo nato e cresciuto in quel contesto siamo dei privilegiati e viziati per viaggiare ogni volo costa parecchio, in Italia raggiungi le capitali europee con 20 euro…

Trasferirsi a vivere e lavorare ad ARUBACosa consiglieresti ad altri italiani che desiderassero seguire le tue orme e trasferirsi ad Aruba?
Di mettersi in contatto con me se seriamente interessati che stiamo aiutando diverse persone a inserirsi come imprenditori nel mercato arubiano. L’isola si sta espandendo molto altro suggerimento  imparate bene almeno lo spagnolo o l’inglese. Colui che non riesce ad esprimersi qui non e visto molto bene… Siamo nel 2015 ormai non è un ottimo segno di  serietà e intraprendenza.


Che attività potrebbe essere indicata per coloro che volessero investire ad Aruba?
Qualsiasi, qualora ci sia un business plan efficace, una alta motivazione a mettersi in gioco e la voglia di cambiare per il meglio il proprio stile di vita, sotto ogni aspetto partire con un grosso carico di umiltà, moltissimi italiani che ho conosciuto qui peccano di superbia e pensano di venire a dettare legge in mezzo alle tribù indigene mi spiace deludervi  ma il terzo mondo piano piano lo sta diventando il belpaese, a malincuore ahimè  là fuori ci sono realtà che noi crediamo arretrate che possono insegnarci moltissimo invece


Conosci molti italiani che vivono ad Aruba, li frequenti?
Certo li conosco quasi tutti, tutti giovani e il bello e che siamo ancora in pochissimi.

Trasferirsi a vivere e lavorare ad ARUBACon la tua attività puoi fornire assistenza a coloro che desiderassero trasferirsi a vivere ad Aruba?
Si, appena consolidiamo il nostro attuale business, io e il mio socio vogliamo creare qualcosa che possa permettere a imprenditori o investitori di sfruttare la nostra esperienza e i nostri contatti per trovare spazio ad Aruba senza perdere tempo soldi e pazienza come la abbiamo persa noi anni addietro.  C’è molto da fare sia nel campo di impresa sia nel campo immobiliare.

Facebook: Davide Bugatti


Linkedin:  Davide Bugatti

Email: davide.bugatti@gmail.com

Di Massimo Dallaglio

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: