E se l’esperienza all’estero potesse cambiare il tuo futuro? Alternanza scuola lavoro: cos’è?

Alternanza scuola lavoro in Irlanda e UK

Link Sponsorizzati


E se l’esperienza all’estero potesse cambiare il tuo futuro? Alternanza scuola lavoro: cos’è?

Viaggiare non è mai una questione di denaro, bensì di coraggio” diceva Paulo Coelho.

Se c’è una cosa sulla quale non dovremmo avere alcun dubbio è l’importanza di un’esperienza all’estero, e non solo quando si tratta del perfezionamento di una lingua. L’esperienza in un paese straniero, lontani dal nostro contesto abituale, giova infatti tantissimo al nostro percorso di crescita, sia personale che professionale.

Link Sponsorizzati


Spesso decidiamo di non partire per paura, per pigrizia o perché crediamo che per un’esperienza all’estero i costi da sostenere siano troppo elevati, facendoci così scappare occasioni uniche. Ma quando in gioco c’è il nostro futuro, dovremmo esser sicuri di aver preso in considerazione tutte le opzioni a disposizione, prima di gettare la spugna.

Lo stage, come sappiamo, costituisce un ponte tra studio e lavoro che permette di completare un percorso formativo per poi iniziare una carriera in un determinato ambito professionale, e mettere finalmente in pratica quanto studiato.

alternanza scuola lavoro

Ci sono sempre più opportunità in tal senso per i giovani oggi. Un esempio è il programma di Alternanza Scuola Lavoro, una modalità didattica innovativa introdotta in Italia dal 2015 che, attraverso l’esperienza pratica, aiuta a consolidare le conoscenze acquisite a scuola e ad orientarsi per il percorso di studio o lavoro futuri. Se poi quest’esperienza viene svolta in un paese straniero e quindi in un’altra lingua, allora a guadagnarne saranno anche le competenze linguistiche. Un double-win, insomma!

I percorsi in alternanza non sono un’esperienza occasionale in contesti esterni in cui applicare le conoscenze scolastiche, ma un vero percorso di formazione da considerare come parte integrante del piano di studi.

La legge 107/2015 ha disposto l’incremento dell’alternanza scuola-lavoro nel secondo ciclo di istruzione, prevedendo almeno quattrocento ore per gli studenti degli ultimi tre anni degli istituti tecnici e professionali e almeno duecento ore per quelli del triennio dei licei. In questo modo, gli studenti hanno la possibilità di passare direttamente dallo studio all’applicazione.

L’alternanza scuola-lavoro consiste nella realizzazione di percorsi progettati, attuati, verificati e valutati, sotto la responsabilità dell’istituzione scolastica o formativa, sulla base di apposite convenzioni con le imprese, o con le rispettive associazioni di rappresentanza, o con le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, o con gli enti pubblici e privati, inclusi quelli del terzo settore, disponibili ad accogliere gli studenti per periodi di apprendimento in situazione lavorativa.

Quando si tratta di fare un’esperienza di lavoro all’estero, in un campo specifico, ma non si hanno ancora le competenze o un livello di lingua sufficienti, un’esperienza di job shadowing (o lavoro in affiancamento) è allora una valida alternativa.

Ci sono agenzie specializzate, come EazyCity, che si occupano proprio di questo, che offrono pacchetti dedicati e programmi che possono essere poi convalidati per l’Alternanza Scuola Lavoro di cui accennato prima.

Le soluzioni sono tante, da un minimo di una settimana a periodi superiori alle quattro settimane, dall’esperienza di lavoro in affiancamento alla combinazione della stessa con un corso di lingua.

Indipendentemente dalle combinazione e dalla durata, ogni ragazzo riceverà il certificato “Esperienza Lavorativa”, valido appunto per il programma italiano di Alternanza Scuola Lavoro o altri programmi simili validi in UE.

Per fare domanda è necessario avere tra i 16 ed i 20 anni… ed avere voglia di mettersi in gioco!

Le destinazioni a disposizione, al momento, sono invece l’Irlanda ed il Regno Unito.

Quando si è ancora così giovani e non ci si è ancora inseriti nel mondo del lavoro, beh, in questo caso le cose si fanno molto più semplici. Nessuna carriera da interrompere, soltanto una routine da rompere ed una valigia da riempire!

Articolo di Federica Laino

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU:
INVESTI IN IMMOBILI ALL'ESTERO