Gabriele si è trasferito a vivere a Bali in Indonesia

Link Sponsorizzati


GABRIELE SI E’ TRASFERITO A VIVERE A BALI IN INDONESIA

Gabriele, quarantenne di origine romana, lascia l’Italia 5 anni fa, profondamente deluso.
Parte all’avventura, vivendo in diversi paesi tra la l’Europa e il Brasile, ma il suo cuore batte per l’Asia.
Oggi vive in Indonesia, a Bali: “…Qui ho trovato quello che cercavo: un mix culturale e religioso, cultura e tradizione unite ad uno stile di vita moderno ed occidentale. Naturalmente Bali non è il paradiso in terra, perché gira e gira il mondo, ma poi capisci che il paradiso vero e proprio non esiste…”

Link Sponsorizzati


Gabriele vivere a Bali Ciao Gabriele, puoi presentarti ai nostri lettori? Dove vivevi in Italia?
Mi chiamo Gabo, 40 anni tra poco, viaggiatore incallito che sembra aver trovato pace a Bali, l’isola degli Dei. In Italia vivevo a Roma.



Come e quando  hai deciso di andar via e per quale destinazione?
Ho lasciato l’Italia 5 anni fa, deluso, col cuore a pezzi e le saccocce vuote e sono partito all’avventura per le Canarie lavorando come cameriere, poi in Spagna come direttore di ristorante e poi ho cominciato a fare il video operatore subacqueo in Egitto e con gli squali toro in Messico. Esperienza meravigliosa, ma ancora non avevo trovato il mio posto.

Hai cambiato ancora Paese?
Dopo un ulteriore esperienza di lavoro in Brasile, ho preso i miei risparmi ed ho cominciato a viaggiare per 7 mesi in Asia, il continente da me sognato, con ultima tappa Bali … e qui mi sono fermato.

Hai trovato il tuo posto ideale?
Qui ho trovato quello che cercavo: un mix culturale e religioso, cultura e tradizione unite ad uno stile di vita moderno ed occidentale. Naturalmente Bali non è il paradiso in terra, perché gira e gira il mondo, ma poi capisci che il paradiso vero e proprio non esiste.

Quali difetti hai riscontrato in questo “quasi” paradiso? I pregi?
Il traffico a volte è insostenibile, la cultura è molto lontana dalla nostra, la parola “organizzazione” a volte sembra non esistere nella cultura locale. Di contro, però, qui si vive ancora con poco: se si fa una vita abbastanza locale si vive anche con 400 euro al mese, se si vuole fare la vita europea ne servono mille o più al mese.

Gabriele vivere a Bali

Gabriele vivere a Bali

Di cosa ti occupi a Bali?
Io aiuto la mia fidanzata indonesiana nella sua impresa di locazione di Ville e terreni. In parole povere troviamo alloggi, per lo più bellissime ville, per i turisti in vacanza a Bali, o terreni e case in vendita per chi voglia investire.

Consiglieresti ad altri italiani di andare a vivere e lavorare a Bali?
La burocrazia qui in Indonesia all’inizio può spaventare chi cerca lavoro o chi voglia investire. Per lavorare qui in Indonesia uno straniero ha bisogno del permesso di lavoro (KITAS) rilasciato da una compagnia indonesiana ed approvato dall’immigrazione. Per investire bisogna creare una società con partecipazione di un socio indonesiano, anche se poi con carte notarili si riesce a proteggere senza danni l’investimento. Idem per l’acquisto di terreni o case.

Hai notato molte differenze nello stile di vita rispetto a quello italiano? E’possibile sognare un futuro in Indonesia oggi?
Rispetto all’Italia la cosa che mi colpisce di più è vedere ogni giorno un paese che cresce economicamente, e davvero lo si può testare se si vive sul luogo. Bali, in particolare, è ancora la gallina dalle uova d’oro, ma tutta l’Indonesia ha una prospettiva di crescita paurosa. La burocrazia è lenta e macchinose per alcune cose, ma estremamente facile e leggera per altre. L’altra grande differenza è nella visione della vita delle persone: la vecchia Europa è stanca, i sogni tendono a stagnare ed i migliori cervelli ad emigrare; qui invece i giovani e gli investitori stranieri guardano al futuro con ottimismo, ad un paese che non fa altro che crescere, alla possibilità concreta di realizzare i propri sogni.

Gabriele vivere a Bali Pensi mai a ritornare in Italia? Senti la mancanza di qualcosa, qualcuno?
In Italia non tornerò a vivere, e mi spiace dirlo, perché è il mio paese.
Spero di tornare presto in vacanza ad abbracciare i miei cari e gli amici più stretti… e a mangiare del prosciutto con mozzarella di bufala.

Email: Charming.bali@yahoo.com

Di Luisa Galati

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: