Guendalina Gennari lavora come Make Up Artist a Londra

Link Sponsorizzati


GUENDALINA GENNARI LAVORA COME MAKE UP ARTIST A LONDRA

Guendalina Gennari ha 22 anni ed è originaria di Reggio Emilia, ma già da quando frequentava il quarto anno alle superiori ha deciso di prendersi un anno per vivere e studiare in Nuova Zelanda; tornata in Italia econseguiti i suoi diplomi ha  realizzato che la sua strada era quella della truccatrice: “…quindi mi sono informata sui vari master possibili nel mondo e così ho trovato la London School of Makeup di Londra e sono partita. Per l’ennesima volta ho lasciato tutti gli affetti che avevo e ho scelto me stessa e il mio futuro…” Ora Guendalina lavora come come Make up Artist a Londra. Questa la sua storia:

Link Sponsorizzati


/Guendalina Make Up Artis LondraCiao  Guendalina, vuoi presentati ai nostri lettori, come ti chiami e di dove sei originaria?
Ciao a tutti, mi chiamo Guendalina Gennari ho 22 anni e sono nata e cresciuta a Reggio Emilia. In italia ho studiato al liceo Artistico G. Chierici nella sezione oreficeria e metalli e il quarto anno di superiori ho deciso di intraprendere il mio primo viaggio all’estero, nella meravigliosa Nuova Zelanda. Li ho vissuto e studiato per un anno. Una volta tornata in Italia mi sono diplomata e ho iniziato la mia strada nel mondo dell’estetica. Ho frequentato per 2 anni la scuola di estetica FormArt che raccomando a tutte le ragazze che amano questo mondo e che vogliono davvero entrare nell’ambito. Durante gli studi ho lavorato in due centri estetici il primo il Biofashion e il secondo dove ho lavorato per quasi un anno è il meraviglioso Mamasun, la mia seconda famiglia.



Di dove sei e cosa facevi quando eri in Italia?
Durante questi anni di studio il mio pallino fisso era finire tutti gli studi per poi partire e vedere davvero cosa ci fosse al di fuori. Una volta che sai cosa c’è fuori rimanere dentro gli schemi è una costrizione.

Guendalina Make Up Artis LondraQuando e perchè è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l’Italia?
Finiti tutti i miei diplomi ho realizzato grazie all’aiuto della mia famiglia che la mia strada era quella della truccatrice e quindi mi sono informata sui vari master possibili nel mondo e così ho trovato la London School of Makeup di Londra e sono partita. Per l’ennesima volta ho lasciato tutti gli affetti che avevo e ho scelto me stessa e il mio futuro.

Perché hai scelto di trasferirti proprio il Regno Unito e in quale città vivi?
Inizialmente non sapevo ancora se Londra sarebbe stata la mia futura casa o no, non mi sono data termini e scadenze ho provato, ho frequentato per due mesi il corso intensivo per diventare truccatrice professionista che mi ha aperto moltissime porte, mi ha fatto conoscere gente importante e ho potuto assistere partecipare e lavorare ad eventi come la settimana della moda e video musicali.
Guendalina Make Up Artis LondraTerminato il corso e guardatami attorno mi sono resa conto di essermi innamorata non solo del lavoro che volevo fare ma anche della mia nuova città. E così sono rimasta. Subito ho lavorato per Givenchy come Make up Artist, poi non essendo soddisfatta a pieno ho voluto cercare qualcosa che mi stimolasse di più e sono stata contattata dall’attuale brand in cui lavoro RMK, brand importantissimo in tutto il Giappone e che con il mio aiuto stiamo cercando di portare e fare conoscere in Europa.

In che cosa consiste la tua attività?
Come Make up Artist del brand mi occupo di eventi con blogger o per sfilate ma soprattutto lavoro ad appuntamento per persone che hanno eventi o anche solo una semplice cena, cercando sempre di fare conoscere il marchio.

Oltre a questo per cosa altro si distingue l’attività di MUA (Make Up Artis)?
Quali differenze sostanziali riscontri a livello lavorativo rispetto all’Italia?
Sotto il punto di vista lavorativo Londra e completamente diversa dall’ Italia. Ci sono prospettive per i giovani e anche tante, puoi realizzare i tuoi sogni e ti fa venire voglia di avere delle aspirazioni future che sai che un giorno vedrai realizzate. Ti da un’indipendenza che l’Italia non ti darà mai. Ma soprattutto è MERITOCRATICA. Non importa chi tu sia è da dove arrivi, sei bravo? Sai lavorare? Ami il tuo lavoro? In due settimane puoi essere manager o a capo di un’azienda.

Com’è avvenuta la tua integrazione in una realtà locale sostanzialmente differente da quella italiana?
Non ho mai sentito il cosiddetto shock culturale, mi sono sempre sentita molto libera, più che in Italia. Londra ti apre al mondo, puoi essere ciò che vuoi, puoi crearti ogni giorno ed è una cosa meravigliosa. Ma soprattutto puoi avere una tua indipendenza,economica e psicologica all’età di 22 anni.

Guendalina Make Up Artis LondraL’Italia oramai è per te un ricordo, hai nostalgia, cosa ti manca?
L’Italia come paese non mi manca più di tanto, mi manca tanto la mia famiglia, il fatto di non potere vedere crescere mia sorella o di non potere avere la gente che amo al mio fianco ogni giorno, nonostante tutto però so che ho il loro sostegno continuo. E appena ho un week end scappo a casa per abbracciarli, anche se succede raramente.

Vivere e lavorare a Londra, sotto quali aspetti è meglio che in Italia ? E sotto quali aspetti è peggio?
Vivere a Londra è difficile, faticoso e a volte frustrante, la tua vita è il tuo lavoro, nel vero senso della parola. E tutto molto veloce e non ti accorgi neanche che i mesi volano via, ma dall’altra parte ogni sera torni a casa alle 11 con i sorriso sapendo che hai fatto quello che mai è che stai lavorando per qualcosa di reale e non solo per pagare un affitto o la spesa.

Conosci molti italiani che vivono a Londra, li frequenti?
Guendalina Make Up Artis LondraQuesta domanda mi ha fatto sorridere. Il mio fidanzato è italiano e viviamo assieme e sono italiani anche i nostri 2 coinquilini. La mia migliore amica è anche lei italiana e per di più di Reggio Emilia. Londra è invasa dagli italiani e ne conosco parecchi. Però come detto prima le possibilità di vedersi sono davvero poche a meno che non si viva assieme.

Cosa consiglieresti ad altri italiani che desiderassero seguire le tue orme e lavorare come MUA all’estero?
I miei consigli sono quelli di credere davvero in quello che si vuole fare. E soprattutto di essere consapevoli del fatto che di truccatori c’è ne sono a milioni quindi bisogna rimboccarsi le maniche e fare vedere che tu hai quell’ 1% in più di tutti gli altri. Bisogna avere tanto carattere ma soprattutto avere anche il supporto giusto dalle persone che ti amano.
Come truccatrice non ci vogliono grandi scuole se uno ha la passione e la dotazione, bisogna solo non smettere mai di crederci.
Una cosa che io ho imparato vivendola e che bisogna dare tempo al tempo, non fare mai il passo più lungo della gamba, tanto prima o poi, quando è il momento giusto tutto arriva, bisogna solo volerlo e lavorarci TANTO.

UN SALUTO A TUTTI DALLA NUVOLOSA LONDRA.

Email: guendalinagennari@gmail.com

 
Di Massimo Dallaglio

LEGGI LE ULTIME OFFERTE DI LAVORO IN INGHILTERRA

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: