IL FALLIMENTO DEI NEGOZIATI TTip – IL TRATTATO DI LIBERO SCAMBIO USA-UE E’ SALTATO

È chiaro ed evidente che se qualche imprenditore italiano voleva attendere l'approvazione del TTip per fare business dall'Italia, stando magari seduto nel proprio ufficio contando gli ordinativi, ora vede cambiare il proprio orizzonte.

Link Sponsorizzati


IL FALLIMENTO DEI NEGOZIATI TTip – IL TRATTATO DI LIBERO SCAMBIO  USA-UE E’ SALTATO

Oggi 28 Agosto 2016 apprendiamo dal ministro dell’Economia tedesco, Sigmar Gabriel, del fallimento dei negoziati Usa-Ue sul trattato di libero scambio (Ttip). «I negoziati con gli Stati Uniti sono effettivamente falliti perché come europei non possiamo accettare supinamente le richieste americane» ha detto il ministro socialdemocratico in un’intervista alla rete tedesca Zdf, sottolineando come ormai «non ci sarà più alcun passo avanti, anche se nessuno lo vuole ammettere veramente». Gabriel ha anche sottolineato che in 14 incontri le parti non hanno trovato un’intesa su nessuno dei 27 capitoli posti sul tavolo.

Link Sponsorizzati


I negoziati, avviati nel 2013, non hanno mai avuto vita facile. Infatti la Germania ma anche la Francia non hanno mai nascosto le loro perplessità per quello che sembrava, più che un trattato, uno strumento unilaterale americano.

Alla luce di quanto appreso, è chiaro ed evidente che se qualche imprenditore italiano voleva attendere l’approvazione del TTip per fare business in USA dall’Italia, stando magari seduto nel proprio ufficio contando gli ordinativi, ora vede cambiare il proprio orizzonte.



ttip

In merito ci sono tre diverse considerazioni da fare… positive e negative.

La prima è positiva:

Chi aveva paura che i prodotti americani avrebbero invaso il mercato italiano portando prodotti scadenti a basso costo può sentirsi tranquillo. Poi potremmo discutere su questo argomento all’infinito visto che io ho una visione tutta mia sulla questione.

Anche la seconda è positiva:

L’Europa e le lobbi dei produttori europei e italiani hanno capito che il coltello dalla parte del manico ce l’hanno gli USA. Hanno capito che se vogliono conquistare gli Stati Uniti lo devono fare da dentro, aprendo fabbriche, assumendo, investendo e rischiando. Nessuna impresa da ora in avanti potrà più pensare di invadere gli USA stando a Gallarate o a Schio. La consapevolezza che la partita si dovrà giocare oltre oceano svuoterà la testa di piccoli e grandi imprenditori da piani di conquista a colpi di e-commerce e ordini a distanza.

La terza cosa è negativa:

L’Italia in primis ma l’Europa tutta non potranno controbattere all’offensiva USA in casa nostra. Gli USA non potranno importare i loro prodotti liberamente ma il fascino americano di Starbucks & co. batte il nostro pizza e mandolino 3-0. Perché gli americani la pizza se la fanno loro e se la mangiano tra loro.

Noi italiani dobbiamo imparare a fare impresa negli USA andando oltre il classico gelato e pizza.

business week USADobbiamo ancor più senza TTip fare impresa con la nostra migliore arma: l’ingegno! Solo cosi TTip a parte potremo conquistare gli USA, cambiando ottica e angolo di prospettiva.

Se sei interessato a fare business negli USA, contattami:

Phone: +1 (305) 204-0208
Di Alessandro Clemente
Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: