Il giro del mondo senza aerei con Sandra e Alex

Link Sponsorizzati


Il giro del mondo senza aerei con Sandra e Alex

Il giro del mondo senza aerei con On the way to happiness: Ciao, siamo Alex e Sandra, due sognatori che hanno mollato tutto per inseguire un sogno, il giro del mondo senza aerei. Avevamo un lavoro, un auto, una casa, un cagnolino e tanti amici; stanchi della routine che ci aveva intrappolati, abbiamo deciso di cambiare la nostra vita coronando questo sogno. 

Link Sponsorizzati


Il giro del mondo senza aerei, è questa la sfida di Sandra e Alex, una giovane coppia italiana che il mese scorso ha mollato tutto per partire per un viaggio intorno al mondo.

Erano una di quelle coppie che definiremmo “normali”, con un lavoro, una casa, un auto, una famiglia e tanti amici; ora, sono viaggiatori del mondo…

Ecco la loro storia.

Il giro del mondo senza aerei con Sara e Alex

Ciao a tutti, siamo Sandra e Alex, di 29 e 34 anni; e siamo una coppia che ha scelto di mollare i lavoro, casa e città, per provare a rincorrere un sogno: il giro del mondo senza arei.

Siete appena partiti per il giro del mondo senza aerei, dopo aver deciso di mollare la vostra “precedente” vita per viaggiare alla scoperta del mondo, perché?

Avevamo “tutto”: una casa, un lavoro, un cane, 2 auto; insomma non ci mancava proprio niente.

Ma dopo che l’azienda in cui lavorava Sandra è fallita, le cose sono cominciate a cambiare; l’idea di trovare un altro lavoro e continuare la nostra vita nella nostra piccola cittadina ci stava ormai stretta.

La voglia di fuggire era sempre più forte.

Per questo abbiamo cominciato a progettare questo viaggio, abbiamo lasciato tutto, venduto le auto, racimolato i nostri risparmi, e siamo partiti per il giro del mondo senza aerei.

Il giro del mondo senza aerei con Sara e Alex

Quali paesi visiterete e quali sono i vostri progetti futuri?

Per cominciare abbiamo deciso di intraprendere il Cammino di Santiago de Compostela, un po’ per “ripulire” i nostri cuori dal peso della società che in questi anni ci ha allontanato dai nostri sogni;

successivamente proseguiremo verso il Portogallo, con l’intento di attraversalo tutto e raggiungere la costa meridionale della Spagna, dove ci fermeremo per circa un mese facendo volontariato in una Farm.

Dopo di ciò inizierà la vera sfida: attraverseremo la Russia, Mongolia e Cina con la Transiberiana, per poi raggiungere il sudest asiatico.

Il giro del mondo senza aerei con Sara e Alex

Come vi sposterete e come troverete i fondi per viaggiare?

L’idea è di utilizzare solo mezzi via terra o mare, per poter assaporare meglio ogni cultura che visiteremo;

spostarsi con Autobus, treni e barche ci permetterà di conoscere meglio le persone e capire il loro modo di vivere, perché quello che vogliamo dal nostro viaggio è un rapporto a stretto contatto con le persone locali.

Non siamo ricchi, infatti utilizzeremo la sharing economy, quando possibile; in alternativa, cercheremo alloggi molto economici.

Abbiamo un budget giornaliero molto ridotto di circa 20 € a testa.

Ammortizzeremo le spese anche utilizzando piattaforme online come Workaway, che ci permetterà di viaggiare più a lungo e aumentare il nostro bagaglio di esperienze.

Il giro del mondo senza aerei con Sara e Alex

 

Cosa facevate prima di partire e com’è stata accolta da parenti ed amici la vostra “scelta di vita”?

 Sandra, dopo la laurea in tecniche erboristiche, ha trovato subito lavoro in una catena di erboristerie all’interno dei centri commerciali, lavorando tutte le domeniche e festivi; potete immaginare la felicità di una persona che non può godere dei suoi cari quando loro sono a casa.

Alex, muratore specializzato nel consolidamento strutturale, lavorava per un’azienda ben solida nel campo, ma restava fuori casa 13 ore al giorno; questo era estremamente stressante e dispendioso sia in termini economici che fisici.

Per poter organizzare questo viaggio abbiamo impiegato circa 9 mesi, e comunicarlo alle nostre famiglie non è stato facile;

inizialmente i nostri genitori, soprattutto quelli di Sandra, non hanno preso molto bene la cosa, e ci sono stati momenti di tensione che si sono risolti mano a mano che la data di partenza si avvicinava.

Gli amici ci hanno sempre sostenuto e incoraggiato in questa scelta; salutarli per noi è stato molto difficile, ma sapere di avere il loro sostegno è fondamentale per andare avanti.

Il giro del mondo senza aerei con Sara e Alex

Ed ora un po’ di romanticismo: come è nata la vostra storia d’amore?

Siamo fidanzati da ben 8 anni 🙂

Ci siamo conosciuti in un’estate quando Sandra lavorava al mare per mantenersi gli studi e Alex suonava percussioni per i  locali di musica Afro.

Durante una di queste serate ci siamo incontrati, Alex suonava e Sandra ballava al ritmo della sua musica; dopo quella sera non ci siamo più lasciati, e il nostro amore è cresciuto con noi ed insieme a noi.

Quali sono le difficoltà che affrontate quotidianamente nel vostro viaggio “insieme” in giro per il mondo?

Le difficoltà sono e saranno diverse, dall’organizzazione per gli spostamenti alla comunicazione; entrambi non parliamo fluentemente l’inglese, ma come stiamo già riscontrando, a volte un sorriso, può molto di più delle parole. Questo viaggio ci insegnerà molte cose e noi non vediamo l’ora di apprenderle.

 

Cosa consigliereste a chi desidera intraprendere la vostra stessa avventura?

Il nostro consiglio più grande è di non pensare troppo alle conseguenze e neanche al futuro, perché di certo nella vita non c’è nulla, e vivere nel presente è l’unica cosa che può renderti felice;

“i sogni, restando nel cassetto, fanno la muffa”.

Quali sono i vostri desideri futuri?

Per ora, quello che più desideriamo è viaggiare alla scoperta di culture lontane dalla nostra;

in seguito ci piacerebbe vivere in maniera più semplice, con una casa autosufficiente, ecologica e lontana dalla città.

Potete seguire le loro avventura de “il giro del mondo senza aerei” alla loro pagina ufficiale  On the way to happiness

Il giro del mondo senza aerei con Sara e Alex

annalisa galloniScritto da Annalisa Galloni

Leggi anche:

Viaggia con Carlo: viaggi e spedizioni nel Mondo

Marco ha scelto di cambiare vita: “un incidente stradale mi ha salvato la vita…”

Donne in viaggio da sole: come organizzare un viaggio in solitaria

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU:
INVESTI IN IMMOBILI ALL'ESTERO