In partenza per l’ Erasmus? 
Ecco le città europee dove vivere costa meno

Link Sponsorizzati


In partenza per l’ Erasmus? 
Ecco le città europee dove vivere costa meno

Uniplaces raffronta il costo della vita in 15 sedi universitarie tra le più gettonate d’Europa. 
Budapest, Praga, Porto, Varsavia e Lisbona sono le più economiche: qui si spendono meno di 500 euro al mese. Londra, Parigi e Monaco di Baviera le più costose.

Link Sponsorizzati


Milano, 24 agosto 2017 – Sono molti i ragazzi italiani che passeranno il prossimo anno accademico all’estero.

Mentre la partenza si fa sempre più vicina, una delle preoccupazioni principali di questi studenti riguarda il budget: riusciranno a far fronte alle spese anche in una città diversa dalla propria?

Per aiutarli a conoscere meglio il costo della vita nelle principali capitali europee e gli esborsi minimi che dovranno affrontare, Uniplaces, il brand leader nel settore degli affitti per studenti universitari, ha analizzato i dati relativi a 15 città europee per scoprire quanto i costi relativi ad alloggio, pasti e trasporto possano incidere sulle finanze di uno studente.



La ricerca ipotizza di avere a disposizione un budget mensile di 500 euro; per offrire un termine di paragone agli studenti, nel campione analizzato sono state incluse anche Roma e Milano.

partenza per l’ Erasmus

Alloggio

È sicuramente la spesa maggiore alla quale si deve far fronte, a prescindere dalla città; per questo è consigliabile condividere un appartamento, in modo da abbattere i costi di affitto.

Anche nella città più economica del campione, Budapest, affittare una stanza in appartamento condiviso costa in media 249 euro. Il che corrisponde al 50% dei 500 euro ipotizzati per il nostro budget: un valore già piuttosto elevato, che nelle altre città sale ulteriormente.

In ordine crescente di prezzo troviamo poi Porto (dove l’affitto medio corrisponde al 52% del nostro budget); Varsavia (58%); Lisbona (61%); Praga (313 euro, pari al 63%); Barcellona (81%); Madrid (85%); Berlino (463 euro, pari al 92% del budget fissato).

Roma e Milano si posizionano entro la soglia dei 500 euro, ma solo per un soffio: le due città italiane presenti nel campione hanno prezzi più alti rispetto a tutte le città europee sopra indicate.

A Roma si pagano infatti 475 euro per una stanza (pari al 95%), mentre a Milano se ne spendono 484 (97%).

In alcune delle città prese in considerazione, l’ipotesi di mantenersi con 500 euro al mese si dimostra impossibile: anche senza tenere conto di tutte le altre spese, il solo affitto di una stanza in appartamento condiviso costa infatti più di 500 euro a Bruxelles (503 euro in media), Amsterdam (522), Parigi (607), Monaco di Baviera (642) e Londra (680).

Pasti

Dopo l’alloggio, è necessario pensare al vitto e a quanto ci costa.

Anche sotto questo punto si vista, Londra si rivela essere la più costosa tra le città studiate: mangiare all’ombra del Big Ben costa in media 340 euro al mese, cioè il 68% del budget ipotizzato nella ricerca.

Tenendo conto anche dei costi di affitto visti sopra, è evidente che per poter vivere qui sia necessario avere a disposizione fondi decisamente superiori ai 500 euro stimati.

Lo stesso vale per Amsterdam e Bruxelles, dove la spesa alimentare si attesta attorno ai 300 euro mensili (60% del budget) – più o meno in linea con i valori di Milano e Roma.

A Parigi ci mangeremmo ogni mese il 56% del budget, mentre a Monaco il costo per l’alimentazione scende al 48%. La Spagna si dimostra piuttosto economica in fatto di cibo, con una spesa stimata di 200 euro mensili (40%) sia a Madrid che a Barcellona.

La situazione migliora ulteriormente a Lisbona e Berlino, dove per mangiare si spendono 160 euro al mese (32%), e a Porto e Varsavia; in queste due città spenderemmo in cibo il 24% dei nostri fondi.

Le città in assoluto più economiche, sotto questo punto di vista, sono però Budapest (20%) e Praga (dove è possibile fare la spesa per tutto il mese spendendo solo 80 euro, che corrispondono al 16% del nostro budget).

Trasporti

In genere i trasporti pubblici pesano molto meno sulle tasche di uno studente rispetto alle due voci precedenti, ma costituiscono comunque una spesa quasi inevitabile se si studia in una grande città. In alcune delle mete prese in considerazione, spostarsi costa davvero poco:

A Bruxelles, Praga, Monaco, Budapest e Varsavia si spendono meno di 12 euro al mese.

Seguono, in ordine crescente di costo: Milano, Parigi, Porto, Madrid, Roma, Berlino, Lisbona, Barcellona, Amsterdam e infine Londra, che con i suoi 104 euro mensili si conferma la città più costosa anche in fatto di trasporti pubblici.

Tirando le somme, è davvero possibile per uno studente mantenersi con 500 euro al mese durante il proprio periodo di scambio all’estero?

La risposta è sì, se si è diretti a Budapest, Praga, Porto, Varsavia o Lisbona. Negli altri casi esaminati occorrerà invece avere a disposizione un budget più elevato. In particolare, le città più costose per uno scambio all’estero si rivelano essere Londra (dove il costo combinato di vitto, alloggio e trasporto pubblico ammonta in media a 1124 euro al mese), Parigi (915 euro complessivi) e Monaco di Baviera (893 euro).

Va detto però che i costi che si affrontano per vivere a Roma o Milano non si discostano molto da queste cifre: parliamo infatti di circa 807 euro totali a Roma e di 806 a Milano.

Insomma, se riuscite a mantenervi in queste due città, non sarà difficile farlo anche nel resto d’Europa.

Uniplaces

Uniplaces, sin dal suo lancio avvenuto nel 2013, si propone come brand di riferimento per tutto ciò che riguarda prenotazioni online di alloggi per studenti universitari.
Questa ambizione è stata supportata da una rapida e costante crescita che ha reso Uniplaces il portale di riferimento per tutto ciò che riguarda prenotazioni online di alloggi per studenti.
Rivestendo un duplice ruolo nel mercato dello student housing, Uniplaces aiuta anche i proprietari di casa ad affittare le proprie strutture in maniera rapida e sicura realizzando una rendita spesso superiore rispetto alla media degli affitti in quella determinata destinazione.
Il portale, in costante crescita, può contare su investimenti da parte di partner finanziari di assoluto spessore inclusi: Octopus Investments, Atomico ed i fondatori di Zoopla and LOVEFiLm.

Per maggiori informazioni visitare: www.uniplaces.com/it/

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: