ITALIA ULTIMO PAESE EUROPEO PER LIBERTA’ FISCALE

Link Sponsorizzati


ITALIA ULTIMO PAESE EUROPEO PER LIBERTA’ FISCALE

Ll’Italia si colloca all’ultimo posto assoluto in quanto a libertà fiscale, intesa come invadenza dello Stato nelle attività economiche dei cittadini e delle imprese. Infatti dal 2000 le imposte italiane sono aumentate di 3,6 punti sul Pil e solo per pagarle ci assorbono 269 ore.
L’Indice della libertà fiscale è una classifica stilata dal Centro studi ImpresaLavoro che consente di paragonare 28 Paesi dell’Unione europea più la Svizzera riguardo all’invadenza dello stato nelle attività economiche dei cittadini e delle imprese. Vediamo di seguito come è stato realizzato:

Link Sponsorizzati


indice classificalibertà fiscale 2016Per realizzare questo indice sono stati utilizzati i database Eurostat e Doing Business (Banca Mondiale) analizzando sette diversi indicatori, ciascuno dei quali comporta l’assegnazione di un punteggio la cui somma restituisce la classifica finale che vede l’Italia tristemente ultima con 39 punti.



L’Indice della Libertà Fiscale è stato realizzato muovendo da sette diversi indicatori, ognuno dei quali analizza e monitora un aspetto specifico della questione fiscale. Ecco i sette indicatori utilizzati:

1) Numero di procedure per pagare le tasse.

2) Numero di ore necessarie a pagare le tasse.

3) Total Tax Rate la quota di profitti che una media azienda paga ogni anno allo stato sotto forma di tasse e contributi sociali.

4) Costo per pagare le tasse, stima quanto una media impresa debba spendere in procedure burocratiche per essere in regola con il Fisco.

5) Pressione Fiscale in percentuale del Prodotto Interno Lordo.

6) Pressione Fiscale in percentuale al Pil, vista qui in termini dinamici e non statici, e misura quanto il prelievo complessivo è cresciuto dal 2000 ad oggi. E’ un indicatore particolarmente rilevante perché traccia gli sforzi che un paese sta compiendo (o non sta compiendo) per ridurre il peso dell’oppressione tributaria sui propri cittadini.

7) Pressione fiscale sulle famiglie, intesa come la percentuale di tasse sul reddito familiare lordo che paga un nucleo tipo (due genitori che lavorano con due figli a carico).

costo per pagare le tasse in Italia EuropaInteressante notare che a fare compagnia all’Italia, con la maglia rossa, troviamo tutti Paesi dell’aerea euro:

  • Danimarca (49)
  • Grecia (48)
  • Austria (45)
  • Francia (44)
  • Belgio (41)

Invece, con maglia verde spiccano Paesi che non hanno perso la loro moneta nazionale:

  • Svizzera (75)
  • Regno Unito (65)
  • Svezia (60)

Le eccezioni dell’area euro sono rappresentate da Paesi che hanno scelto una fiscalità meno esosa in grado di attrarre imprese e patrimoni:

  • Irlanda (74)
  • Lussemburgo (68)

La prima considerazione che salta all’occhio è che i Paesi dell’area euro sono più in difficoltà rispetto a quelli che detengono ancora la sovranità monetaria, infatti anche  Germania, Spagna e Olanda non hanno la maglia verde

Questa ultima posizione in classifica, più che alle considerazioni, apre le porte ad una serie di domande:

  • Come spiegare il fallimento totale italiano per quanto riguarda la libertà fiscale?
  • Perchè l’Italia non riesce a tenere il passo di Paesi come Svizzera, Lussemburgo, Croazia e Irlanda, che riescono a tenere la tassazione per le imprese sotto al 30%?
  • Perchè l’Italia non sceglie di essere appetibile per aziende e imprenditori?
  • Perchè si parla di Made in Italy nel mondo quando si tratta di aziende che abbandonano la Nazione proprio alla ricerca di libertà fiscale?
  • Perchè gli altri Paesi europei riescono ad avere una libertà fiscale migliore dell’Italia?
  • Perché la NON libertà fiscale italiana costa di più della libertà fiscale di altri paesi?

Già, perchè oltre al danno ci sono pure le beffe; infatti il costo per matenere questo ultimo posto in classifica è il più alto d’Europa; come dire che gli altri riescono ad essere primi spendendo meno e in Italia si spende di più per essere ultimi.

I numeri parlano chiaro: il costo per pagare le tasse in Italia ammonta a 7.559 euro/anno, ed è superiore a ciò che si paga in tutti gli altri Paesi europei. (vedi tabella a lato).

indice classifica - libertà fiscale 2016Ma non basta, a questi costi per pagare le tasse in Italia occorre aggiungere il tempo per pagare le tasse in Italia, cioè 269 ore annue che indovinate un pò dove si colloca in classifica?

Una considerazione la possiamo fare: Se l’Italia voleva perdere la competizione per attrarre aziende ed imprese ci sta riuscendo perfettamente!

fonte: impresalavoro.org/indice2016

Di Massimo Dallaglio

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: