LA FAMIGLIA MOLTENI HA MOLLATO TUTTO PER TRASFERIRSI A VIVERE ALLE AZZORRE

“Ne parlavamo da anni ma non trovavamo il posto giusto. Troppa criminalità, sempre in aumento... Poi il tentativo di furto, in una comune mattinata, mentre Chiara era sola in casa, è stato il punto di non ritorno… ed eccoci qui!”

Link Sponsorizzati


LA FAMIGLIA MOLTENI HA MOLLATO TUTTO PER TRASFERIRSI A VIVERE ALLE AZZORRE

Giorgio Molteni e la sua famiglia hanno deciso di mollare tutto per trasferirsi a vivere alle Azzorre dove  hanno aperto un blog nel quale aiutano chi vuole cambiare vita e chi desidera semplicemente organizzare una vacanza alle Azzorre… “Ne parlavamo da anni ma non trovavamo il posto giusto. Troppa criminalità, sempre in aumento… Poi il tentativo di furto, in una comune mattinata, mentre Chiara era sola in casa, è stato il punto di non ritorno… ed eccoci qui!”

Link Sponsorizzati



/trasferirsi vivere azzorre MolteniCiao Giorgio, raccontaci un pò di te e della tua famiglia, di dove siete, cosa facevate in Italia?
Salve siamo la famiglia MOLTENI (originari di un paesino in provincia di Como).
Giorgio 42 anni, lavoravo presso una solida multinazionale come responsabile del settore della manutenzione dopo aver chiuso la piccola azienda di famiglia che si occupava di automazione industriale.

Chiara 36 anni, in cassa integrazione ormai da un anno perché l’azienda per cui lavorava era (ed è) in crisi a causa del calo lavorativo. Si occupava di progettazione di ambienti, specializzata nel settore cucine.
Carola 7 anni, ha frequentato in Italia la prima classe elementare (ora frequenta il secondo anno qui alle Azzorre, senza problemi).
Giacomo 5 anni, frequentava la scuola materna.

/trasferirsi vivere azzorre MolteniPerché avete deciso di lasciare l’Italia? E dove vi siete trasferiti?
Ne parlavamo da anni ma non trovavamo il posto giusto.
Eravamo scontenti dei ritmi frenetici imposti a noi e ai bambini.
Ci sarebbe piaciuto vivere in un luogo con un clima più mite, e possibilmente al mare.
Troppa criminalità, sempre in aumento.  Il tentativo di furto, in una comune mattinata, mentre Chiara era sola in casa, è stato il punto di non ritorno.
Viviamo alle Isole Azzorre a Candelària, un paesino di mille abitanti sull’isola principale , che è Sao Miguel.



Come mai proprio alle Isole Azzorre?
Qui c’è il tasso di criminalità bassissimo, noi amiamo il contatto con la natura (speriamo di incontrare un capodoglio faccia a faccia).
Restiamo in Unione Europea, con criteri sanitari e scolastici simili a quelli a cui eravamo abituati.
 
/trasferirsi vivere azzorre MolteniDi cosa vi occupate al momento?
Al momento abbiamo solo un progetto, ma contiamo di realizzarlo entro pochi mesi: Piccolo negozio di cucina italiana da asporto, centrato soprattutto su lasagne, crespelle e pasta fresca. I nostri attuali vicini di casa apprezzano molto le nostre tagliatelle al ragù!
Abbiamo un blog moltenialleazzorre.wordpress.com per aiutare chi vuole organizzare una vacanza qui o per chi vuole “cambiare” e ha bisogno di saperne qualcosa in più.

Che differenze hai notato a livello lavorativo rispetto l’Italia?
Il tasso di disoccupazione qui è alto, perché molte famiglie vivono di sussidio statale, e si accontentano di quello. Ci vorrebbe un po’ di iniziativa personale…

Trasferirsi vivere azzorre MolteniAvete avuto difficoltà ad ambientarvi?
No anzi, siamo stati accolti a braccia aperte. La scuola ci ha messo a disposizione gratuitamente un’insegnante di portoghese nei mesi di giugno e luglio, 3 mattine alla settimana, per permettere a Carola di affrontare la seconda elementare senza difficoltà. Gli uffici competenti ci hanno spiegato con chiarezza come procedere per ottenere la residenza e il medico di famiglia. I vicini di casa si sono presentati e messi a nostra disposizione.

In quali aspetti è meglio vivere alle Azzorre e in quali aspetti è peggio?
Di negativo che siamo in mezzo all’Oceano Atlantico…se ti serve una cosa e al supermercato non la trovi, c’è poco da fare: devi aspettare!
I costi di spedizione sono alti e se hai necessità specifiche devi fare i conti con lunghe tempistiche.
C’è molta umidità.
In positivo la vita in genere è meno costosa: la casa in cui viviamo è indipendente, sviluppata in circa 80 mq su 1.000 di terreno, ci costa 350 euro/mese.
Le persone sono  socievoli e aiutano il prossimo con gioia.
I bambini possono vivere in serenità all’aperto, senza essere costantemente tenuti d’occhio.

Consiglieresti le Isole Azzorre per una vacanza o per un eventuale trasferimento?
Di certo, se una persona ama almeno in piccola parte la bellezza della natura, non può non organizzare una vacanza qui.
Ci sono panorami emozionanti e un contatto diretto con gli animali marini e terrestri.
Sono isole che offrono molto, dalle terme naturali ad ogni tipo di attività sportiva.
Se si cerca un luogo di PACE in cui ci si accontenta di vivere serenamente, accantonando gli eccessi e senza pensare di arricchirsi, questo può essere il luogo giusto.

Trasferirsi vivere azzorre MolteniCi vivono molti Italiani alle Azzore? Ne conoscete qualcuno?
Non ce ne sono moltissimi. Alessandro e Caterina (anche loro hanno rilasciato un’intervista per voi) sono su un’altra isola e ci hanno aiutato a compiere questo passo importante.
Noi siamo sull’isola principale, Sao Miguel, e qui abbiamo conosciuto un paio di coppie italiane che pensiamo di continuare a frequentare, per un caffè o una cena in allegria, di quando in quando ma al momento, l’amicizia più importante che abbiamo qui, è quella con una coppia portoghese. Loro ci aiutano a perfezionare la lingua, i nostri bambini adorano i loro 4 gatti e noi passiamo insieme quasi ogni fine settimana!

Avete nostalgia dell’Italia?
Siamo via da poco per sentirne la vera mancanza e poi, con l’avvento dei voli low coast, bastano 60 euro per tornare a casa ad abbracciare amici e famiglia.

Cosa consigliereste ad altri Italiani che desiderassero seguire le vostre orme?
Fai una lista delle tue priorità e se ti accorgi di essere felice solo al 50%, non avere paura di affrontare il mondo e buttati!

I nostri contatti:

email: moltenifamiglia@libero.it



Facebook: www.facebook.com/molteni.famiglia.3



Blog  moltenialleazzorre.wordpress.com




Di Maria Valentina Patanè

Offerte di Lavoro in Portogallo

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: