PAOLO SI E’ TRASFERITO A VIVERE A LAS TERRENAS IN REPUBBLICA DOMINICANA

Link Sponsorizzati


PAOLO SI E’ TRASFERITO A VIVERE A LAS TERRENAS IN REPUBBLICA DOMINICANA

Paolo, 35 anni, infermiere in un ospedale di Roma, molla tutto e si trasferisce a vivere a Las Terrenas in Repubblica Dominicana. “…avevo un lavoro sicuro, cosa che di questi tempi in Italia è un privilegio, da 12 anni lavoravo come infermiere in un ospedale pubblico di Roma, ma tutto ciò, più passava il tempo e più non mi appagava, perché non mi sentivo più in grado di gestire il mio tempo, e mi stavo accorgendo che ormai i ritmi erano troppo frenetici, era il lavoro a condurre la mia vita, e non certo io...”

Link Sponsorizzati


Ciao Paolo, di dove sei e cosa facevi quando eri in Italia?
Sono di Ladispoli provincia di Roma, ho 35 anni…



Quando e perché è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l’Italia?
Ho maturato questa scelta nel corso degli ultimi anni, avevo un lavoro sicuro, cosa che di questi tempi in Italia è un privilegio, da 12 anni lavoravo come infermiere in un ospedale pubblico di Roma, ma tutto ciò, più passava il tempo e più non mi appagava, perché non mi sentivo più in grado di gestire il mio tempo, e mi stavo accorgendo che ormai i ritmi erano troppo frenetici, era il lavoro a condurre la mia vita, e non certo io.
Quindi, a questo punto della mia vita mi sono chiesto se tutto ciò mi appagava, e sopratutto se era quello che volevo. Deciso a fare un viaggio “esplorativo”, ho cominciato a fare delle ricerche su internet, a raccogliere informazioni sui vari posti, inerenti il clima, le condizioni economiche, la gente, la stabilità politica etc.

Paolo Las Terrenas Trasferirsi in Repubblica Dominicana

Come hai scelto proprio la Repubblica Dominicana ed in particolare Las Terrenas?
Sono stato da sempre affascinato dai paesi caraibici, vuoi per il clima (odio il freddo), vuoi per la “solarità”di questi posti, ho fin da subito dato priorità e preso in considerazione vari paesi, tra i quali Costa Rica, Panama (dove ho un amico), Cuba, Puerto Rico… e Repubblica Dominicana.
Mi sono detto perché non provare? Perché rimanere con il dubbio? Dopotutto è’ il secondo paese dopo il Costa Rica più felice al mondo, praticamente è estate tutto l’anno!
Ma la Repubblica Dominicana è grande, fa parte dell’Isola Hispaniola, che condivide con Haiti, mi sono chiesto:dove andare esattamante?
Facendo continue ricerche, mi sono imbattuto in un paese situato sulla costa nord-orientale, più precisamente nella penisola del Samanà, Las Terrenas.
Il paese, nato intorno ad un villaggio di pescatori, “El Pueblo”, rispecchiava in pieno ciò che stavo cercando, un posto tranquillo, dove  riappropriarsi della propria vita, e dove poter vivere con dei ritmi più normali.

Quando sei partito?
A Maggio 2013 mi sono deciso, ho preso le ferie e sono partito 40 gg per Las Terrenas, pieno di entusiasmo, motivato, ma sempre con i piedi per terra, nel senso che una volta arrivato sul posto ero consapevole che ne potevo anche rimanere deluso.

Come è stata l’emozione dell’arrivo nella località che fino ad allora avevi solo immaginato?
Durante la mia permanenza ho cercato di fare più esperienze possibili, nel senso di vivere il più possibile la quotidianità del posto, andare a fare la spesa al mercato della frutta, a quello del pesce,”respirare” il più possibile la vita Dominicana, ho conosciuto molte persone del posto nonché europei che vivono qui, proprio perché consapevole che la mia non era una semplice “vacanza”. Fin da subito sono rimasto affascinato dai luoghi, dalle spiagge, dal mare cristallino e da un’esplosione di natura che non si trova in nessun’altra parte della R.D.

Paolo Las Terrenas Trasferirsi in Repubblica Dominicana

Come è stata quindi la tua impressione al tuo arrivo? All’altezza delle aspettative?
All’inizio sono rimasto un po’ spiazzato da tutto il contesto, ma dopo pochi giorni ne sono rimasto affascinato.
Las Terrenas mi ha colpito perché è un posto tranquillo, dove ci sono tutti i servizi, poiché è ben presente e integrata la comunità Europea, Francesi, Italiani, Tedeschi, Nord Americani… Questo dal punto di vista del paesaggio, ma la cosa che più di ogni altra che mi ha colpito è stato il vedere sui volti delle persone il sorriso, nei loro occhi percepire la serenità, cosa che in Italia, specie negli ultimi anni è un po’ difficile da vedere. Mi sono chiesto ma come, qui è considerato il terzo mondo, sono più poveri di noi, che abbiamo tutto, forse troppo, e sono più felici di noi? Come può essere questa cosa?

Paolo Las Terrenas Trasferirsi in Repubblica Dominicana

Terminati i 40 giorni cosa hai deciso?
Tornato in Italia alla metà di giugno, ho ripreso la mia vita di sempre, ma mi sono accorto che la mia testa e il mio cuore erano rimasti li.
Così a settembre ho preso coraggio, dato le dimissioni a lavoro, ho fatto le valigie e sono partito, ed ora eccomi qua!
E’ stato simpatico ascoltare le varie reazioni di colleghi e amici, quasi increduli molti, altri che pensavano fossi impazzito, altri invece che mi guardavano con molta invidia!
Inutile dire che da quando sono qui sono rinato, non fare più il pendolare per andare a lavoro, stare ore nel traffico, lo stress, il nervosismo della gente.

In che cosa consiste la tua attività adesso o hai qualche progetto in mente?
Per il momento ho molte idee e molti progetti. Sto aspettando a breve che apra una nuova clinica cubana qui a Las Terrenas, ho già fatto il colloquio e consegnato il mio curriculum, ho preso accordi con varie farmacie, per attuare un servizio di assistenza infermieristica sul territorio, volta a tutta la popolazione. Ho aperto anche una pagina su Facebook: Las Terrenas Holiday e presto anche un sito, dove potrete chiedermi qualunque consiglio su come arrivare, le sistemazioni, le escursioni, o semplicemente per avere una persona sul posto sulla quale poter contare!

Vivere in Repubblica Dominicana sotto quali aspetti è meglio che in Italia ? E sotto quali aspetti è peggio?
Uno degli aspetti che forse cambierei è quello del rispetto per l’ambiente e per la natura da parte della popolazione locale.
Questo aspetto non è molto radicato nella loro cultura, darei spazio a progetti come la raccolta differenziata, per esempio, ma credo che con il tempo anche qui si potrà apprezzare questa cosa.
Dell’Italia cambierei lo stato d’animo attuale delle persone che spesso, (e in questo il mio lavoro mi ha aiutato a capirlo) non si rendono conto di quanto sia importante vivere la vita con serenità e in armonia con il proprio corpo.

Paolo Las Terrenas Trasferirsi in Repubblica Dominicana

L’Italia oramai è per te un ricordo? Hai nostalgia, cosa ti manca?
Dell’Italia posso dire che attualmente mi mancano solo gli affetti dei famigliari (i miei, mio fratello, mia nipote, mia cognata), ma con la tecnologia di oggi praticamente puoi vederti tutti i giorni. La cucina sinceramente non mi manca, perché qui alla fine puoi trovare di tutto, c’è persino un punto Italia, dove si possono trovare tutti prodotti italiani, ovviamente con costi un po’ superiori.

Consiglieresti la Repubblica Dominicana come meta per espatriare o più per una vacanza?
Trascorrere un periodo qui in R.D lo consiglio a tutti, sia come semplice vacanza, sia un soggiorno mirato ad una più attenta valutazione dei posti, vuoi per il clima, per le spiagge, ma sopratutto per la gente, sempre solare e sorridente, sempre pronta a scambiare due parole!

Cosa consiglieresti ad altri italiani che desiderassero seguire le tue orme?
Alle persone che magari solo una volta hanno pensato di fare quello che ho fatto io, consiglio di fare prima un viaggio di almeno un mese, come sopralluogo, di trascorrerlo pensando a cosa ci ha portato in quel posto, tornare, far passare un periodo dove l’euforia potrebbe far prendere decisioni sbagliate, e poi prendere la propria decisione, mettendo sul piatto della bilancia tutti i pro e i contro di questa scelta così radicale e importante.
Un consiglio fondamentale che vale per tutti, è cercare di capire realmente cosa ci ha spinto a prendere questa decisione, immaginare cosa realmente possiamo realizzare, concentrando le nostre energie su ciò che realmente sappiamo fare!
Un saluto a presto!

Email: lasterrenasholiday@gmail.com
Facebook: Las Terrenas Holiday

Di Massimo Dallaglio

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: