Renè e Danilo si sono trasferiti a vivere in Estonia dove hanno aperto un ristorante a Tartu

Link Sponsorizzati


Renè e Danilo si sono trasferiti a vivere in Estonia dove hanno aperto un ristorante a Tartu

In Italia Renè lavorava in un negozio di forniture di materiali da costruzione, mentre Danilo era un montatore/elettricista di macchinari per l’estrusione di materie plastiche.
Da quasi venti anni però si sono trasferiti a vivere in Estonia, dove hanno un ristorante a Tartu dal nome “La dolce vita”, oggi ci raccontano la loro vita lontana dall’Italia in questa intervista.

Link Sponsorizzati


Ciao, presentatevi ai nostri lettori: come vi chiamate e di dove siete originari?

Siamo i due soci del Ristorante La Dolce Vita di Tartu, in Estonia: Renè Faoro, originario di Aosta, e Danilo Venturini di Mesenzana, in provincia di Varese.

Quando e perchè è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l’Italia?

Da molti anni addietro… siamo venuti in Estonia dal 1999, dove ci siamo conosciuti a Pärnu, dopodichè siamo tornati diverse volte in questo paese per viaggi e vacanza, e ci siamo resi conto che era un paese in forte espansione all’epoca (a differenza dell’Italia) così ci è venuta l’idea di trasferirci e lo abbiamo fatto nel 2002.

vivere in Estonia ristorante a Tartu

Avevate già vissuto all’estero prima di trasferirvi in Estonia?

Rene’ ha vissuto per diversi mesi in Irlanda del Nord molti anni or sono…

vivere in Estonia ristorante a Tartu

Perchè avete scelto l’Estonia?

All’epoca era un paese in forte espansione con prezzi modesti per aprire una societa’…

Cose che tuttora si riscontrano: criminalita’ ridotta al minimo e burocrazia molto ridotta…

vivere in Estonia ristorante a Tartu

Avete un ristorante: ci raccontate come si chiama e com’è arrivata l’idea di aprirlo?

Si chiama La Dolce Vita. L’idea di aprire un ristorante ci e’ venuta perchè in quegli anni non vi erano ristoranti italiani nel sud dell’Estonia, quindi abbiamo pensato che fosse una buona idea in quanto era un paese nuovo ed in crescita nell’Unione Europea…

Ora in Estonia ci sono moltissimi ristoranti italiani (o pseudo tali), quindi forse non avremmo fatto la stessa scelta al giorno d’oggi.
L’importante per noi era essere tra i primi arrivati nel mercato nazionale.

vivere in Estonia la Dolce Vita copia

Quali differenze sostanziali riscontri a livello lavorativo rispetto all’Italia? A livello burocratico percepisci differenze rispetto al Sistema Italiano?

A livello lavorativo la gente e’ piu’ difficile da trovare nella ristorazione rispetto all’italia, perchè forse non c’è la cultura del cibo come da noi.
Per quanto riguarda la burocrazia non c’e’ paragone, l’Estonia e’ una delle nazioni piu’ digitalizzate e tecnologicamente avanzate del mondo e con il tasso di start-up pro capite piu’ alto al mondo, basti pensare che qui hanno creato Skype (anche se quasi nessuno lo sa).
Questo si riscontra nella vita di tutti i giorni sia per i privati che per le societa’, il gap con l’Italia e’ enorme da questo punto di vista.

vivere in Estonia ristorante a Tartu

Com’è avvenuta la tua integrazione in una realtà locale sostanzialmente differente da quella italiana?

Come persone gli estoni sono molto piu’ “freddi” rispetto a noi italiani, mentre i russi (che rappresentano circa il 40% della popolazione) sono un più piu’ simili a noi, ma anche piu’ “furbacchioni”… Tartu e’ comunque una citta’ molto viva e con un’importante universita’, e non è difficile socializzare con locali e stranieri.

L’Italia oramai è per te un ricordo. Hai nostalgia? cosa ti manca?

Teniamo i contatti con amici e parenti, e qualche volta torniamo in Italia per una visita, ma non abbiamo nessuna nostalgia, specialmente vedendo la realta’ socio-economica attuale del nostro paese di provenienza.
Può mancare un pò il clima, visto che qua l’inverno puo’ essere molto freddo, arriva fino a meno 30 gradi, ed e’ molto buio, la vera estate dura 1-2 mesi; l’inquinamento però e’ molto basso qua in Estonia (tra i minori al mondo), quindi la qualita’ dell’aria e’ sicuramente migliore in quanto non ci sono grosse citta’ a parte Tallinn, che non è comunque una metropoli!

vivere in Estonia ristorante a Tartu

Vivere in Estonia sotto quali aspetti è meglio rispetto all’Italia ? E sotto quali aspetti è peggio?

Per i punti sopra citati, inoltre: burocrazia, sistema fiscale, costi scolastici, servizi al cittadino e tasso di criminalita’ giocano a favore dell’Estonia.
E’ peggio per il clima (se soffri il freddo), per il cibo (ma noi mangiamo italiano lo stesso) e la gente è più fredda nei rapporti umani.

Cosa consiglieresti ad altri italiani che desiderassero seguire le tue orme e trasferirsi a lavorare in Estonia?

Di “scordarsi” completamente il modo di vivere/pensare che si ha in italia, se si pensa all’attaccamento alla famiglia e ai “valori” Italiani non si resiste qua nemmeno un mese.
Sono diversi da noi, quindi se non lo si accetta non si può vivere qua a lungo.

Per il lavoro: forse ci sono degli sbocchi in campo tecnologico/digitale; per la ristorazione avviare un’attività è ormai un campo quasi impossibile per il numero enorme di ristoranti presenti nelle maggiori citta’, quindi aver successo a partire oggi da zero è molto difficile; è invece possibile trovare lavoro come cuoco/aiuto cuoco se si ha un buon curriculum, inoltre si può guadagnare un buono stipendio, specialmente in relazione al costo della vita.

vivere in Estonia ristorante a Tartu

Conoscete molti italiani che vivono nella vostra zona? Li frequentate?

Solo qualche italiano vive a Tartu, il resto è a Tallinn (la capitale dell’Estonia).
Conosciamo alcuni come dire “della vecchia guardia”, che sono venuti qui come noi molti anni fa… negli ultimi anni si è avuto un grosso aumento di Italiani, molti dei quali, purtroppo, dalla scarsa affidabilità. Comunque tutto il mondo è paese, come si suol dire!
Frequentiamo principalmente Estoni e Russi.

Grazia D’Onofrio

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU:
INVESTI IN IMMOBILI ALL'ESTERO