LE 5 REGOLE PER LA SOSTENIBILITA’ DELL’ INDUSTRIA DEI VIAGGI E TURISMO

Link Sponsorizzati


LE 5 REGOLE PER LA SOSTENIBILITA’ DELL’ INDUSTRIA DEI VIAGGI E TURISMO

Secondo Amadeus sono almeno 5 le soluzioni tra tecnologia e comportamenti che possono migliorare la sostenibilità dell’industria dei Viaggi e Turismo.
Si va dal software collaborativo Airport Sequence Manager di Amadeus, che permette di risparmiare 120 milioni di € e riduce le emissioni di CO2 di 250.000 tonnellate, alla soluzione Amadeus Altéa usata da 50 compagnie aeree per ottimizzare i processi con un risparmio del 33% del consumo di carburante.
Entrano in gioco anche le tecnologie cloud per risparmiare il 30% del consumo energetico, i sistemi di calcolo evoluti e per gli operatori del settore è importante focalizzare gli sforzi per favorire un comportamento del viaggiatore da ego-centrico a eco-centrico.

Link Sponsorizzati


Milano, 10 maggio 2016 – “La crescita tecnologica esponenziale che stiamo attraversando apre a opportunità rivoluzionarie nell’esperienza di viaggio e contribuisce in maniera importante alla sostenibilità ambientale – commenta Francesca Benati, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Amadeus Italia. Tuttavia, il mondo dei viaggi deve ancora affrontare sfide significative per quanto riguarda la standardizzazione e l’attuazione a livello globale e come Amadeus abbiamo individuato 5 elementi fondamentali per la sosteniblità nell’industry dei viaggi.

Il trasporto aereo è un settore ad alta intensità di energia e ogni piccolo miglioramento dell’efficienza si traduce in un’importante variazione dei volumi di emissione di carburante, che oltre a un rilevante risparmio economico porta anche con sé benefici ambientali. Tradotto in numeri, ci sono soluzioni come il software collaborativo Airport Sequence Manager di Amadeus che permette di risparmiare 120 milioni di € e riduce le emissioni di CO2 di 250.000 tonnellate. Ma si può anche intervenire con misure tecnologiche mirate che, ad esempio, aumentano l’efficacia della gestione dei voli e dei passeggeri, con un riflesso positivo sulla produttività. Questo miglioramento nella performance permette di ottenere benefici anche sull’ambiente, poiché riduce il consumo di carburante e di conseguenza le emissioni di carbonio. Lo dimostra la nostra soluzione Amadeus Altéa usata da 50 compagnie aeree, che ottimizza i processi, consentendo un risparmio del 33% del consumo di carburante, come anche la tecnologia cloud che permette di risparmiare il 30% del consumo energetico. Un trend efficiente da più punti di vista, perchè per gli operatori del settore è diventato importante focalizzare gli sforzi per favorire un comportamento del viaggiatore da ego-centrico a eco-centrico – conclude Benati”.



LE 5 REGOLE PER LA SOSTENIBILITA' DELL' INDUSTRIA DEI VIAGGI E TURISMO

1a Regola: Consumi ridotti tramite la tecnologia cloud, più leggera ed efficace

Amadeus lavora attivamente per continuare a fornire e distribuire la tecnologia cloud negli aeroporti. Il passaggio al cloud permette inoltre un uso più efficiente dell’energia rispetto all’utilizzo di server e data center locali e nel complesso aumenta i benefici ambientali attraverso una migliore efficienza. Migrando a questo sistema, i fornitori di viaggio possono indirizzare le loro esigenze di computing al data center centrale, permettendo l’uso di un thin client, delle semplici macchine descrivibili come interfacce che consentono agli agenti di usare un sistema Passenger Services (PSS), e consumano meno energia rispetto ai PC. L’uso di un thin client combinato con una riduzione del numero di server aeroportuali ed attrezzature necessarie risulta in un consumo ridotto di energia elettrica e, indirettamente, anche una riduzione di CO2.

Per fare un esempio, se il 75% delle stazioni di lavoro in un aeroporto a 300 workstation venisse commutata in thin client, l’organizzazione risparmierebbe l’equivalente di più di 148 tonnellate di emissioni di anidride carbonica in un periodo di cinque anni. Mentre i numeri saranno diversi per ogni aeroporto, in generale è possibile ridurre il consumo energetico del 30% rispetto alle tradizionali soluzioni di uso comune.

2a Regola: Il calcolo delle emissioni di carbonio: l’impegno di Amadeus

Oggi, una vasta gamma di sistemi di calcolo del carbonio sono disponibili per stimare le emissioni di carbonio, taluni raccomandati da enti governativi o organizzazioni internazionali. Vaste informazioni sono reperibili visionando la pubblicazione da parte della Unfccc (Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici) del rapporto sull’impatto globale degli impegni di riduzione dei gas a effetto serra presi dai 187 Paesi presenti a Parigi.

Amadeus prosegue nel suo impegno ambientale con l’Organizzazione internazionale dell’aviazione civile (ICAO) che fornisce i sistemi di calcolo delle emissioni di carbonio implementate nelle piattaforme informatiche di Amadeus. L’uso di un calcolatore di questa organizzazione fornisce legittimità, neutralità commerciale e portata globale necessarie per la creazione di uno standard internazionale. Esso permette la visualizzazione, reportistica, e comparabilità per ogni viaggio.

3a Regola: Amadeus Altéa controlla peso ed equilibrio per maggiore efficienza e benefici ambientali

Amadeus Altéa, attualmente utilizzata da oltre 50 compagnie aeree e 35 operatori di terra in tutto il mondo, si occupa di procurare benefici per l’ambiente e per il business delle compagnie aeree aiutandole ad usare meno carburante, produrre meno emissioni di anidride carbonica, aumentare la produttività e ridurre le frizioni nella gestione del volo nella sua interezza.

In particolare, la soluzione Altéa Departure Control – Flight Management, Weight and Balance Solution automatizza il controllo sullo riempimento degli aeromobili, analizzando il carico di passeggeri e merci. Ciò consente di scegliere la quantità ottimale di combustibile di bordo, il che rende potenzialmente più leggero il velivolo.

Costruita sui concetti di sicurezza, precisione ed efficienza, rappresenta un sistema all’avanguardia per effettuare accurate previsioni, analizzando i processi di carico e scarico dei passeggeri e definendo automaticamente la distribuzione del carico ideale. In tal modo viene ottimizzato il fabbisogno complessivo di combustibili.

Questa strategia ha già consentito alla compagnia Finnair di realizzare una riduzione del 50% dei voli, e ridurre del 33,7% il consumo di carburante necessario.

Dal suo lancio nel 2007, Altéa ha potuto molto rapidamente diventare leader di mercato con il riconoscimento da parte del settore dei viaggi, compagnie aeree e operatori di terra come la migliore soluzione per l’eccellenza operativa, la produttività degli agenti, la sicurezza del volo e l’efficienza del carburante. Amadeus ha calcolato che il risparmio di emissioni ottenuto da tutte le compagnie aeree che hanno implementato Altéa ad oggi basterebbero a compensare tutte le emissioni associate alle operazioni di Amadeus in tutto il mondo.

4a Regola: Airport Sequence Manager, l’approccio collaborativo in funzione dell’efficienza

Lanciato nel 2013 presso l’aeroporto di Monaco, Airport Sequence Manager è una soluzione nata per aiutare gli aeroporti nell’implementazione del cosiddetto Collaborative Decision Making (CDM), un approccio collaborativo per ottimizzare il processo di partenza del volo. Il CDM negli aeroporti mira a integrare le operazioni aeroportuali di gestione del traffico aereo in rete, al fine di rafforzare la cooperazione e il coordinamento attraverso la condivisione di informazioni e risorse tra la gestione del traffico aereo fra gli operatori di aria e di terra.

La soluzione si basa su algoritmi sofisticati che calcolano il tempo di approvazione per l’avvio di ogni volo in partenza. Questo permette al velivolo di lasciare lo stand all’ultimo momento possibile, riducendo il consumo di carburante, costi economici e di impatto ambientale, tutto ciò dovuto ad una migliore allocazione delle risorse. Come strumento di collaborazione, Airport Sequence Manager di Amadeus crea una consapevolezza della situazione attuale condivisa tra tutti i partner aeroportuali.

Secondo Eurocontrol, dal momento dell’implementazione del software, il tempo per vedere un ritorno sull’investimento è tra uno e due anni e il rischio di perdita finanziaria è praticamente inesistente. Per i passeggeri, l’attuazione di CDM ridurrà il tempo passato in cabina in attesa del decollo fino ad arrivare a solamente un minuto. Inoltre, lo studio indica un potenziale risparmio nel costo del carburante per oltre 120 milioni di euro e una riduzione di anidride carbonica di circa 250.000 tonnellate all’anno per i principali aeroporti.

5a Regola: trasformare il viaggiatore da ego-centrico a eco-centrico

Amadeus è in contatto con più di un milione di viaggiatori al giorno e riconosce la responsabilità nel contribuire a condurre il settore verso l’obiettivo comune di sostenibilità e contribuire ad aumentare la consapevolezza della sostenibilità tra i turisti. L’obiettivo è che il viaggiatore riceva informazioni sulle emissioni di carbonio, indipendentemente dalla piattaforma di prenotazione o provider di viaggio.

Il settore del trasporto aereo gode in particolare, soprattutto a causa della sua natura internazionale, di un quadro comune per gli standard di comunicazione, sicurezza e regolazione. Purtroppo questo non è il caso per altri settori industriali del turismo, che hanno una portata molto più locale. Pertanto, è della massima importanza portare tutti gli operatori del turismo insieme nello sforzo globale verso un futuro sostenibile.

Il trend attuale vede il viaggiatore mutare il suo atteggiamento da ego-centrico a eco-centrico, e Amadeus vuole essere in prima linea nella definizione di questo comportamento. Il turismo di massa tende al consumo eccessivo delle risorse ambientali e naturali, pertanto è urgente riesaminare la questione. Le esperienze che i viaggiatori ricercano si trovano raramente nelle destinazioni turistiche di massa affollate e congestionate. Ciò richiede un nuovo design sistemico di esperienze turistiche per fornire esperienze innovative e significative in grado di soddisfare le esigenze degli appassionati della cultura straniera così come dei residenti. Assecondare la voglia di esperienze che arricchiscono nel rispetto dell’ambiente deve essere l’obiettivo comune per un turismo più sostenibile per il nostro pianeta.

Il turismo sostenibile si basa su pratiche responsabili. Un’attività sostenibile è quella in cui l’impatto economico, sociale e ambientale soddisfa le esigenze del presente senza limitare la capacità di soddisfarli con lo stesso grado di realizzazione e godimento in futuro.

LE 5 REGOLE PER LA SOSTENIBILITA' DELL' INDUSTRIA DEI VIAGGI E TURISMO


Amadeus è leader nella distribuzione e fornitore di avanzate tecnologie per l’industria globale dei viaggi e del turismo. I clienti del gruppo comprendono fornitori di viaggi (compagnie aeree, hotel, ferrovie, traghetti etc.), venditori di viaggi (agenzie di viaggio e siti web) e acquirenti di viaggi (aziende e viaggiatori individuali).

Amadeus ha oltre 10.000 dipendenti in tutto il mondo, ha sedi a Madrid (headquarter corporate), Nizza (sviluppo) e Erding (Operations – centro elaborazione dati) e opera attraverso 71 organizzazioni commerciali locali.

Il Gruppo adotta un modello di business basato su transazioni. Nell’anno fiscale terminato il 31 dicembre 2014, Amadeus ha registrato un fatturato di € 3.417,7 milioni e un EBITDA pari a € 1.306,0 milioni. Amadeus è quotato nella Borsa Spagnola con il simbolo “AMS.MC” ed è parte di IBEX 35.

Per ulteriori informazioni su Amadeus: www.it.amadeus.com

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: