STEFANO SICILIA HA SCELTO DI TRASFERIRSI IN OLANDA PER UNA VITA MIGLIORE

Il 1 Febbraio del 2012 io e Alessia abbiamo acquistato un biglietto aereo Milano-Amsterdam di solo andata e da quel giorno è iniziata la nostra meravigliosa avventura in Olanda.

Link Sponsorizzati


STEFANO SICILIA HA SCELTO DI TRASFERIRSI IN OLANDA PER UNA VITA MIGLIORE

Stefano e Alessia, stanchi della situazione lavorativa ed economica in Italia, nel 2014 hanno deciso di trasferirsi in Olanda. Leggiamo di seguito la loro storia per vedere dove li ha portati la loro avventura.

Link Sponsorizzati


Ciao Stefano, raccontaci un po’ di te, di dove sei originario e cosa facevi quando eri in Italia?
Ciao, mi chiamo Stefano Sicilia ho 33 anni e sono di Cosenza. Prima di trasferirmi in Olanda vivevo a Genova dove mi sono laureato in Giornalismo e dove ho poi avuto le prime esperienze lavorative.

Quando e perché è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l’Italia?
A Genova vivevo con la mia compagna Alessia, entrambi lavoravamo ma non eravamo soddisfatti della situazione economica e contrattuale. Come giornalista ho trovato lavoro presso un’agenzia stampa che forniva servizi per il Secolo XIX, ovviamente di contratti neanche a parlarne. Quindi niente ferie pagate, niente malattie, niente diritti. Il lavoro in se mi piaceva tantissimo anche perché mi occupavo di calcio ma alla lunga il fatto di non avere uno straccio di contratto iniziava a pesarmi e così dopo qualche periodo ho dato le dimissioni. Alessia, la mia compagna invece, è laureata in Comunicazione e dall’unico lavoro che ha trovato in quell’ambito sta aspettando ancora dei soldi! Così l’idea di lasciare l’Italia si è fatta sempre più viva e concreta.



STEFANO SICILIA HA SCELTO DI TRASFERIRSI IN OLANDA PER UNA VITA MIGLIORE

Sei partito da solo, con la famiglia o partner?
Il 1 Febbraio del 2012 io e Alessia abbiamo acquistato un biglietto aereo Milano-Amsterdam di solo andata e da quel giorno è iniziata la nostra meravigliosa avventura in Olanda.

Perché la sclta di trasferirsi in Olanda e non altrove?
Per essere sinceri l’Olanda non è stata la prima scelta. Il desiderio era quello di trasferirci a Barcellona avendo anche dalla nostra il fatto di conoscere lo spagnolo in quanto siamo stati entrambi a Malaga per l’Erasmus, ma la Spagna era ed è messa quasi nella stessa condizione economica dell’Italia e così abbiamo desistito. Poi abbiamo sostenuto anche un colloquio vicino Manchester dove però non siamo stati assunti. L’Olanda è arrivata in un secondo momento. A Gouda vive una delle più care amiche di Alessia e lei ci ha parlato benissimo di questo Paese. Per i primi due mesi siamo stati ospiti da lei e così con calma e serenità abbiamo iniziato a fare i colloqui presso le agenzie di lavoro per stranieri.

STEFANO SICILIA HA SCELTO DI TRASFERIRSI IN OLANDA PER UNA VITA MIGLIORE

Che lavoro fai lì e come hai iniziato?
Da poco più di un mese lavoro per un’azienda americana che produce materiale informatico e industriale. Mi occupo di inserimento ordini, spedizioni e customer care per i paesi EMEA. In precedenza ho lavorato come sales, credit controller e customer care per altre multinazionali. Qui e come in tutti i Paesi normali, funziona che ti iscrivi alle agenzie del lavoro (che funzionano) o invii cv direttamente alle aziende e dopo qualche giorno ti rispondono.

Quali differenze sostanziali hai avuto modo di riscontrare a livello lavorativo e di stile di vita rispetto all’Italia?
La prima differenza è che tutti ti rispondono dopo aver inviato il cv. Sia le agenzie, sia le aziende hanno la buona educazione di darti una risposta, negativa o positiva che sia qualcuno ti risponderà sempre. Io ho sempre trovato lavoro in multinazionali senza conoscere nessuno e avendo un contratto e uno stipendio sicuro a fine mese la vita diventa un po’ più semplice. Lo stile di vita degli olandesi è naturalmente lontano anni luce dal nostro. Cultura, cucina, tradizioni totalmente differenti ma dal mio punto di vista sono un bel popolo, onesto e civile.

STEFANO SICILIA HA SCELTO DI TRASFERIRSI IN OLANDA PER UNA VITA MIGLIORE

Cos’altro hai notato della società locale?
Loro dicono che negli ultimi anni la crisi si sta facendo sentire, beh noi non ce ne siamo accorti. Non parlando l’olandese di conseguenza non seguiamo i telegiornali quindi siamo un po’ fuori dalla loro realtà. Per la sicurezza qui ci si sente sempre al sicuro. Per fare un esempio, andare in piena notte alla stazione centrale di Rotterdam è una cosa sicura, non ti senti in pericolo.

Come è avvenuta la tua integrazione in una realtà locale sostanzialmente differente da quella italiana?
Non è che noi ci siamo integrati moltissimo con gli olandesi. E’ vero che qui tutti parlano l’inglese però allo stesso tempo se non parli la loro lingua è un po’ più difficile integrarsi, ma questo è solo per colpa nostra. Comunque sia i vicini ci salutano, ogni tanto si scambia qualche parola, ci aiutano se ci serve una mano e alla fine ci salutano sempre con un “Arrivederci”.

STEFANO SICILIA HA SCELTO DI TRASFERIRSI IN OLANDA PER UNA VITA MIGLIORE

Vivere in Olanda sotto quali aspetti è meglio che in Italia? E sotto quali aspetti è peggio?
Sicuramente per quanti riguarda i servizi e il welfare sono avanti anni luce. E questo non perché siano più bravi di noi, ma semplicemente perché sono più onesti e civili. Devo dire che qui pagare le tasse è un piacere. E’ peggio invece principalmente per il clima. Non esiste l’estate, o almeno quella che intendiamo noi. Spesso capita che in alcuni mesi estivi, al mattino splende il sole e il pomeriggio devi accendere i termosifoni. Questi però sono “problemi” che non possiamo imputare alla popolazione.

Consideri l’Italia un ricordo, hai nostalgia, cosa ti manca quando sei via?
L’Italia, Cosenza e Genova, sono sempre nella mia testa. Il sogno sarebbe quello di ritornare a vivere nel nostro Paese perché con tutti i problemi che ci sono rimane sempre casa nostra. Noi siamo stati costretti a lasciare l’Italia, non siamo andati via perché ci piacciono i mulini a vento o perché ci piace fumare la marjuana.

STEFANO SICILIA HA SCELTO DI TRASFERIRSI IN OLANDA PER UNA VITA MIGLIORE

Cosa consiglieresti ad altri italiani che desiderassero trasferirsi in Olanda? E che tipo di lavoro, attività o investimento pensi sia conveniente praticare per un italiano in Olanda?
Prima cosa di tutto, quando si decide di andare all’estero bisogna risparmiare il più possibile e per chi non lo parla, bisogna fare un corso di inglese. Per quanto riguarda il lavoro consiglio solo di iscriversi a tutte le agenzie di lavoro per stranieri e prima o poi la chiamata giusta arriverà.

 Contatto e-mail di Stefano Sicilia: marulla9@libero.it

  LEGGI LE ULTIME OFFERTE DI LAVORO IN OLANDA 

Intervista di Manuela Camporaso

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: