Tiziana ha aperto un franchising di streatart a Gran Canaria

Link Sponsorizzati


TIZIANA HA APERTO UN FRANCHISING DI “STREATART” A GRAN CANARIA

Tiziana, architetto pugliese di 43 anni, ha lavorato fino al 2014 a Roma, anno nel quale ha deciso di trasferirsi a vivere a Gran Canaria per trovare una vita migliore e per poter dare un futuro diverso a suo figlio. “…penso che ormai in Italia non ci sono piu’ le condizioni per vivere serenamente…” Tiziana ha aperto, come master franchiser, il punto zero alle Canarie di un franchising italiano, “streatart”…  “arte del cibo di strada”.

Link Sponsorizzati


Streat Art Gran Canaria Ciao, raccontaci un po’ di te… come ti chiami, di dove sei e cosa facevi quando eri in Italia?
Ciao a tutti mi chiamo  Tiziana, ho 43 anni di origine pugliese, madre di Lorenzo, splendido bambino di 11 anni.
Ho vissuto dai 19 anni ai 42 a Roma, dove mi sono laureata in architettura e dove ho svolto la libera professione fino a dicembre 2014, anno in cui ho deciso di trasferirmi definitivamente nelle isole Canarie.

Quando e perché è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l’Italia?
Dal 2012 ho iniziato a pensare di  lasciare l’italia e trasferirmi all’estero per trovare una vita migliore e per poter dare un futuro diverso a mio figlio, perche’ penso che ormai in Italia non ci sono piu’ le condizioni per vivere serenamente.



Perché hai scelto proprio le Isole Canarie e in quale isola e località vivi?
Tra i vari paesi europei,ho scelto le isole canarie, per la qualita’ della vita,le possibilita’ economiche di investimento che offrono e la facilita’ di collegamento con l’italia, dove ci sono la mia famiglia e gli amici.
In particolare ho deciso di vivere a Gran Canaria, dove secondo me c’e’ un ottimo compromesso tra mare, natura, lavoro, divertimento, attivita lavorativa e sport.

Streat Art Gran Canaria Avevi già vissuto all’estero per lunghi periodi prima?
Ho viaggiato tanto per vacanze ma non ho mai vissuto per lunghi periodi all’estero.

Sei partita da sola o con il partner o amici?
Sono partita con mio figlio di 11 anni e abbiamo intrapreso insieme questa nuova ed emozionante avventura di vita.

In che cosa consiste la tua attività?
Vivo a Sant’ Augustin, Playa del Aguila,una localita molto tranquilla rispetto a playa del ingles, dove ho aperto, come master franchiser, il punto zero alle Canarie di un franchising italiano, streatart “arte del cibo di strada”.
Dove prepariamo una eccellente pizza italiana, prodotta con l’impasto di 4 farine, mais, riso, soja e frumento,
Per rendere la pizza altamente digeribile,fragrante e leggera,senza ogm e condita con solo prodotti 100% italiani,
Come pomodoro, olio, mozzarella, pesto, stracchino etc..
Il mio futuro lavorativo sara’ promuovere e diffondere questo franchising su tutte le isole Canarie, valutando le proposte di investimento di chi vuole affiliarsi al franchising essendo io esclusivista del FRANCHISING per tutte le isole Canarie.

Quali differenze sostanziali hai avuto modo di riscontrare a livello lavorativo rispetto all’Italia?
La differenza sostanziale con l’italia consiste nella facilita’e snellezza burocratica,nell’assenza di clientelismo,qui non necessita essere figlio di… o amico di… per poter lavorare tranquillamente.
Questo lo si riscontra anche nella vita sociale di tutti i giorni.

Cos’altro hai notato della società Canaria?
Tutti rispettano le regole e vivono serenamente,sapendo che esistono delle leggi che vengono applicate,non certamente come accade in italia.
Quindi non c’e’ criminalita’, la gente e’ solare e aperta, tutti per strada ti salutano tranquillamente senza conoscerti, e sono pronti ad aiutarti per qualsiasi informazione o necessita’.
C’e’ una forte catena sociale,non si vive isolati come ormai accade in Italia.
Non ci sono assolutamente pregiudizi razziali,’religiosi o culturali, e’ una societa’ aperta e internazionale

Streat Art Gran Canaria Come è avvenuta la tua integrazione in una realtà locale sostanzialmente differente da quella italiana, hai avuto qualche appoggio o agenzia che ti ha aiutato a compiere i primi passi?
Il mio trasferimento e progetto di investimento lavorativo e familiare e’ avvenuto tramite l’ Agenzia di servizi vivere alle canarie, di cui la pagina web www.vivereallecanarie.com nella persona di Pier Angelo, un vero professionista ed altamente qualificato, con esperienza decennale e dotato di grande umanita’ e simpatia.
Mi ha seguito in tutto l’iter sia progettuale che esecutivo, supportati da tutto il suo Staff, si sono occupati della parte fiscale, hanno costituito la mia societa’,  si sono occupati del marketing, la scelta del personale, dell’ottenimento delle licenze di apertura ed autorizzazioni varie, delle opere di adeguamento e riforma… insomma, DI TUTTO!!!
Ne ho contattate anche altre di agenzie che si occupano di trasferimento, ma nessuna di loro ha le stesse possibilita’ e capacita’di Viere alle Canarie. Un Grazie a Pier Angelo.

Vivere a Gran Canaria, sotto quali aspetti è meglio che in Italia? E sotto quali aspetti è peggio?
Direi che aspetti negativi nella vita alle canarie non ci sono,
E’ solo la capacita’ individuale di adattarsi ai ritmi tranquilli di queste isole,
Poiche’ noi veniamo da esperienze di vita frenetiche in italia,e qui i tempi passano ovviamente molto piu’ lentamente.
Si vive tutto l’anno all’aria aperta essendoci un clima fantastico.
Quindi in generale credo che sia piu’ difficile continuare a vivere in italia,che trasferirsi alle canarie,e se sono riuscita a farlo io da sola con un figlio,credo che lo possano fare tutti.

Cosa consiglieresti ad altri italiani che desiderassero seguire le tue orme e aprire un’attività a Gran canaria?
Ovviamente e’ necessario, prima di trasferirsi, di venire a vedere e visitare personalmente le isole e scegliere quella che meglio soddisfa le proprie esigenze.
Essendoci 4 isole principali,ognuna con caratteristiche differenti.

Che tipo di lavoro, attività o investimento pensi sia conveniente praticare per un italiano in Gran Canaria?
Fondamentalmente tutte vivono di turismo, quindi le principali forme di investimento sono rivolte a questo settore.

Consideri l’Italia un ricordo, hai nostalgia, cosa ti manca quando sei via?
L’unica mancanza vera dell’italia e’ la famiglia e gli amici, che comunque e’ facile vederli qui o in italia, poiche’ queste isole sono collegate benissimo con il nostro paese.
Non sento assolutamente la mancanza del traffico,dell’inquinamento,della pioggia,del freddo,dello stress e della burocrazia infernale.

Streat Art Gran Canaria Conosci molti italiani che vivono a Las Palmas, li frequenti?
A gran canaria l’inserimento sociale e’ molto facile,
I canari sono molto ospitali e sereni,non hanno pregiudizi,
Inoltre ci sono tante famiglie italiane che si sono trasferite e che con le quali facilmente e immediatamente si socializza.
Inoltre la lingua spagnola e’ molto intuitiva anche se e’ fondamentale per il lavoro,
Studiarla per un paio di mesi.
Poi chi ha i figli e’ avvantaggiato perche’ andando a scuola,imparano piu’ velocemente di noi adulti.
I ragazzi hanno la possibilita’ di studiare e parlare spagnolo, inglese ,tedesco e tutte le lingue scandinave,
Quindi ottime possibilita’in piu’ nella vita per un futuro lavoro in qualsiasi parte del mondo.

In definitiva, consiglieresti Gran Canaria come meta per espatriare o più per una vacanza?
Si, consiglio a tutti di pensare di trasferirsi in queste splendide isole baciate dal sole e dalla serenita’ 365 gg l’anno

I miei contatti per chiunque volesse avere informazioni riguardo questo progetto di Franchising con STREATART sono:

Tel: 0034 671878645

Mail: vivereallecanarie@yahoo.com

P.S: Sono i riferimenti di www.vivereallecanarie.com in quanto ci siamo affidati a Pier Angelo per tutto cio’ che riguarda la conduzione commerciale.

Di Massimo Dallaglio

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: