Tiziano Speziani si è trasferito a vivere e lavorare in Ungheria

Link Sponsorizzati


TIZIANO SPEZIANI SI E’ TRASFERITO A VIVERE E LAVORARE IN UNGHERIA

Tiziano e sua moglie Tiziana, dopo seri propblemi con il lavoro in Italia, hanno deciso di trasferirsi a vivere a lavorare in Ungheria dove hanno ottenuto la licenza di “autodemolitore” e lavorano nel settore del commercio di parti usate e nuove di auto. “…Consiglio poi di non andare a Budapest,  poi dipende dai gusti e dalle esigenze, ma di rimanere nelle zone del lago limitrofe al Balaton non sono care e poi si rimane molto vicini hai confini Austriaci, Sloveni e Croati e 350 Km si é in italia..”

Link Sponsorizzati


 



Tiziano vivere in UngheriaCiao Tiziano, vuoi presentarti ai lettori di Mollotutto?
Mi chiamo Tiziano Speziani, sono sposato da 30 anni con Tiziana Pinton ed abbiamo tre figli: Stefania, Sara e Samuele.

Di dove sei e cosa facevi in Italia?
Siamo originari della provincia di Varese io sono di Fagnano Olona e Tiziana di Cairate e abitavamo a Peverenza di Cairate  (VA).
Io lavoravo come lavoratore autonomo nel campo del tessile e Tiziana come impiegata.

Quando e perché é arrivata la voglia o la necessitá di lasciare l’Italia?
Io combattevo per riuscire a pagare operai e fornitori e contributi e tasse ma come il solito trovavo solo dei clienti che tiravano al limite i prezzi in quanto l’effetto Cina cominciava a farsi sentire pesantemente nel mio settore.
I clienti o non pagavano o pagavano in ritardo e usando castelletti in banca con avallo di factorige i contenziosi che avanzavo dai clienti  erano arrivati a cifre rilevanti.
Le istituzioni non aiutavano la mia azienda ad arrivare in tempi accettabili a recuperare i crediti in quanto é più tutelato il debitore che il creditore.
Tiziana perse il posto di lavoro, purtroppo la ditta dove lavorava da 17 anni chiuse per fallimento, i seguenti posti di lavoro poi non furono poi cosí stabili o pagavano a singhiozzi.
Conoscendo un altro italiano che aveva un azienda in Ungheria andai con lui per tre settimane per vedere se quello che mi diceva corrispondeva a veritá.
Tiziano vivere in UngheriaQuando arrivai  l’impatto non fu eclatante, ma nei giorni a seguire cominciai vedere le cose nel loro senso.
La cosa che mi colpi e che poi fu il perno cardinale della mia decisione fu che tutto si paga in contanti.
Mi spiego meglio,  qui non esistono pagamenti a 30, 60, 90 giorni, non esistono tratte riba e assegni si paga tutto per contanti alla consegna o anticipatamente tramite bonifico bancario.
Questo quindi da vita a liquidità immediata assenza assoluta di insoluti dai cliente, non esistono quindi banche che ti dissanguano con gli interessi e tiene lontano i truffatori e i mal paganti e scusate se é poco.
Quindi arrivando da un paese dove i pagamenti erano una chimera non esitai a provare ad investire i miei pochi soldi.
Non fu facile ne semplice ma avendo un ritorno immediato dei guadagni la cosa si fece sostenibile.
Bisogna tenere conto che i tempi commerciali non sono come quelli europei qui un attivitá impiega minimo 5 anni per avere un parco clienti sufficiente ad un incremento costante annuale, bisogna poi  fare due distinzioni di base:
Azienda che propone un prodotto da vendere o un servizio.
Azienda di terziario  o di produzione che ha delocalizzato per diminuire i  costi, in quanto la manodopera e i costi per gli affitti  degli immobili  e le forniture energetiche sono molto convenienti.

Tiziano vivere in UngheriaAvevi giá vissuto all’estero per lunghi periodi prima ?
No non avevo mai vissuto fuori dall’Italia  qualche giro turistico in Germania e Francia quindi la nostra scelta di spostarci non fu poi cosí semplice,, fu una vera scelta di vita che in alcuni frangenti si fece pesante e stravolgente.
Ad oggi ripensandoci lo farei  più a cuor leggero visto come vanno le cose in Italia e poi vedo i miei tre figli dinamici non sprovveduti,  parlano tutti minimo 4 lingue (Stefania ne parla 7 e adesso é a  Roma per un master  per poter poi partecipare a un concorso per la carriera diplomatica) e io oltre l’ungherese parlo anche un po di tedesco e Tiziana inglese ,,,direi quindi che la scelta non fu poi cosí sbagliata( poi elencherò le altre cose positive rispondendo alle altre domande).

Sei partito da solo o in coppia ?
No sono partito da solo e i primi tre anni sono stati duri e difficili ma come dicevo lo rifarei ma porterei Tiziana molto prima quasi nell’immediato.

Perché hai scelto di trasferirti in Ungheria?
La scelta di venire a vedere l’Ungheria fu in quanto questo mio conoscente aveva giá una realtá qui e la decantava e quindi decisi di venire a vedere e appurai che quello che diceva era vero e ci rimasi.
La decisione fu fortemente influenzata anche dal fatto che ormai l’Italia stava giá smantellando il prezioso tessuto degli artigiani che fecero la verra differenza dando posti di lavoro e creando un periodo abbastanza felice in Italia, poi qualcuno decise che l’industria andasse favorita e adesso vediamo i gloriosi risultati.

In quale città vivi esattamente ?
Vivo a 8693 Lengyeltóti una bellissima cittadina a 12 km dal lago Balaton e a 7 km dall’autostrada M7 questa mi da una marcia in più per la viabilitá,  sono a 150 Km da Budapest e a 340 Km da Trieste.
Questo mi permette di essere in capitale con un massimo di un ora e venti minuti, se devo andare in aeroporto altri venti se voglio andare in Italia massimo tre ore e quaranta e siamo a Trieste al tavolo di un buon ristorante.
Insomma con poco si abbracciano due culture senza rinunciare alla propria.

Tiziano vivere in UngheriaIn cosa consiste la vostra attività?
La nostra attività nasceva nel 1996 da un idea tutta nuova che si distaccava da quello che facevo in Italia.
Commercio di parti usate e nuove di auto.
Col tempo poi ci siamo adeguati alle nuove normative  dell’Ungheria ed abbiamo ottenuto la licenza di autodemolitore.
Purtroppo la recessione e il calo di vendite auto ha fortemente toccato anche questo mercato e allora dopo essere presenti sul territorio da 20 anni abbiamo diversificato un po rimanendo nel campo dell’auto e abbiamo dato vita ad un autonoleggio e e a una rivendita di auto usate.
Da noi si può noleggiare una Trabant  con la possibilità di avere delle mappe con mete e località tipiche da visitare facendo appunto il giro del lago Balaton.
Ogni anno poi si può partecipare al Balaton Trabant Tour, stiamo preparando la quarta edizione e si può partecipare con la propria macchina o si può affittare da noi, vedi il sito per la specifica del programma  http://www.balaton-trabant-tours.eu/it
Questo ci ha portato ad organizzare anche un frangente turistico e quindi ad oggi siamo anche in grado di organizzare delle battute di caccia, casa vacanze, o gite a cavallo con destinazioni diversificate  o raduni automobilisti.
Da due anni affittiamo anche Trabant per matrimoni anche in Italia  vista la vicinanza.

Avete progetti per il futuro?
La prossima sfida sarà quella di collegare con una navetta giornaliera la tappa Nagykasisza Budapest  e aeroporto con due trasferimenti giornalieri con varie tappe per permettere di servire la zona sud del lago Balaton che ha delle penalizzazioni in caso di trasferimento verso la capitale e l’aeroporto.

Quali differenze sostanziali riconosci  a livello lavorativo  rispetto all’italia ?
Le differenze lavorative consiste più nella differenza  d’orario in quanto  gli ungheresi cominciano a lavorare allo 06,00 o alle 07,00 e si fermano solo 15/30 minuti per il pranzo e quindi finisco presto
Il tutto é impostato tipo un orario continuo, basta farci l’abitudine.

Tiziano vivere in UngheriaCom’é avvenuta la vostra integrazione in una realtà locale sostanzialmente differente da quella italiana ?
L’integrazione é avvenuta con alti e bassi,  comunque essendo straniero trovi persone  sia positive che negative ma questo accade anche in Italia con i nostri emigrati che vogliono integrarsi perciò non darei un peso a questo in quanto in tutto il mondo esistono persone  intelligenti e non.
Parliamo delle cose positive che abbiamo riscontrato come famiglia  e imprenditore
che cerca di integrarsi e cosa propone lo stato ungherese alle famiglie e hai pensionati.
    ⁃    Supporto economico a secondo i figli che ha una famiglia
    ⁃    Per ogni figlio ricevi un contributo  economico anche se non hai posto di lavoro
    ⁃    Contributo economico per le famiglie disagiate
    ⁃    Dopo il terzo figlio i libri scolastici sono gratuiti sino alla scuola di maturità
    ⁃    L’asilo nido, l’asilo e la mensa scolastica dopo il terzo figlio la tariffa é scontata del 50% ( tenendo conto che mandare il bambino al nido costa max 60€ al mese)
    ⁃    Supporti di maestri d’accompagnamento gratuiti
    ⁃    Supporti di logopedisti e altre figure (psicanalisti esempio) che aiutano i bambini con disagi di comportamento gratuiti
    ⁃    Pensionati che dopo il 65 anno d’etá non pagano treno e bus
    ⁃    Trasporto  pensionati presso le strutture ospedaliere e visite mediche specialisti con pulmini organizzati dalle regioni tutto gratuitamente
    ⁃    Visite mediche per tutti senza nessun tipo di ticket o contributo
    ⁃    In caso di domicilio di un europeo basta avere la tessera di sanità europea e non si paga nulla
    ⁃    Possibilitá di aprire una societá in 48 ore ( intendo  operativa)
    ⁃    Rilascio di permessi speciali per aziende tipo sanitari  o destinazioni d’uso speciali  tipo rifiuti,ristorazione ecc ecc massimo 30 giorni
    ⁃    Rilascio di documenti presso i comuni immediati
    ⁃    rinnovo della patente o carta identità immediata basta portare la documentazione necessaria esempio certificato del motore
    ⁃    Passaggio di proprietà della macchina 30 minuti circa costo medio 300€
    ⁃    Assicurazione e bollo che costano un quinto costo medio 150€
    ⁃    
Tiziano vivere in UngheriaConosci molti italiani che vivono in Ungheria, li frequenti ?
Si conosciamo tanti Italiani, in quasi tutta l’Ungheria.
Le realtà  sono  diverse a secondo la zona, esempio in capitale  più di 3.000 italiani sono iscritti all’AIRE e sono presenze d’ufficio o enti locali italiani  esempio consolato e camera di commercio ecc ecc oppure tanti giovani che vengono a fare diversi lavori di  call center, ma la parte più significativa sono gli imprenditori ed é sparsa nelle varie regioni  ungheresi.
Ci incontriamo con diversi gruppi di italiani , con quelli di Budapest ogni domenica é possibile partecipare alla messa in italiano e poi alla fine ci si ritrova nel salone dell’oratorio per il caffé, con quelli di Pécs  una bellissima cittá con una forte presenza di imprenditori italiani e quelli di Nagykanisza anche qui con un elevata quantitá di aziende italiane che danno quasi 3.000 posti di lavoro ci si trova diverse volte organizzando delle cene e alla fine dell’anno si organizza la cena per di Natale per scambiarci gli auguri a secondo la zona di residenza ( quest’anno sará al 18-12-2015 a Pécs).

L’italia  ormai é per te un ricordo, hai nostalgia, cosa ti manca ?
Come dicevo la distanza con l’Italia non’é tantissima e quindi ci permette di andare in italia quasi ogni mese (a respirare un pó d’aria  italiana) e li facciamo rifornimenti alimentari e tipici italiani, anche perché comprarli qui costerebbe il doppio.
Per quanto riguarda la nostalgia c’é questa non passera mai,  ma purtroppo se ci siamo trasferiti allora é anche per diversi motivi di malcontento e ad oggi dal nostro punto di vista le cose sono solo peggiorate e con l’arrivo di extracomunitari il livello di vita sociale si é abbassato notevolmente, non voglio discriminare nulla o nessuno ma la realtá é questa e nessuno fa nulla per poter cambiare le cose.
Certo che torneremmo in Italia volentieri per tradizioni , cultura amicizie ma allo stato di fatto non rientreremmo neanche se dovessimo vincere la lotteria o al lotto.

Tiziano vivere in UngheriaVivere in Ungheria sotto quali aspetti  é meglio che in Italia? E sotto quali aspetti é peggio ?
Aspetti positivi:
    ⁃    Comprare casa te la cavi con massimo con 16/30.000€ (parliamo di case indipendenti con giardino e Garage.
    ⁃    Eventualmente affittare una casa decente costa 150/250 al mese.
    ⁃   Costi di luce e gas (ad uso riscaldamento) molto convenienti massimo 150€ al mese
    ⁃    Assicurazioni macchina da 80€ e 150€ dipende da macchina e altri fattori
    ⁃    Comprare una macchina nuova qui costa un 20% in meno
    ⁃    Asilo nido, Asilo e scuole dipende dai figli ma di base paghi 60€ max mensile
    ⁃    Comprare carni 4/6 al kg
    ⁃    Comprare verdure spendi la metá che in Italia
    ⁃    I pensionati viaggiano gratis dopo il 65 anno su autobus e treni
   ⁃   Trasporto degli stessi pensionati presso enti ospedalieri o strutture associate per controlli gratuito
    ⁃    Assenza di ticket
    ⁃    Appuntamenti ospedalieri per controlli  vari massimo un mese
    ⁃    Visite private da specialisti 50€
    ⁃    Dentisti con costi bassissimi con 2000€ ti rifai la bocca dipende poi da specifico problema o necessitá di impianti allora i costi arrivano max a 4.000€
    ⁃    Parrucchiera per donne con tinta e lavaggio 18/22€
    ⁃    Parrucchiere per uomo 6/8€
    ⁃    Pedicure 6€
    ⁃    Estetista per viso 15€
    ⁃    Terme con idromassaggio cabina sauna o bagno turco 7€, se invece uno si accontento di andare a ore pomeridiane verso la chiusura spende 2,50€ per tre ore e se fa l’abbonamento con 100€ ha diritto a trenta ingressi a orario limitato di tre ore.
    ⁃    Conto corrente bancario base si spende senza 3€ al mese poi dipende dai servizi che si vogliono avere
    ⁃    Insomma con mille euro di pensione fai il signore.

Tiziano vivere in UngheriaAspetti negativi:
    ⁃    La benzina costa quasi come in italia
    ⁃    L’aqua costa 4€ al metro cubo
    ⁃    Comprare generi alimentari italiani i formaggi poi sono cari.
   ⁃   Distribuzione alimentare curata più come discount che supermercato, il servizio affettati é basilare tagliano a ammucchiano nei banchi frigo e poi vendono a peso.
    ⁃    La lingua, terribile da imparare ma ormai al supermercato ci si può arrangiare.
    ⁃    Ristoranti aperti dalle 09,00 di mattina sino alle 20,00 21,00 max periodo estivo ok invernale non commentabile.

Cosa consiglieresti ad altri italiani che desiderassero seguire le tue orme e trasferirsi in Ungheria?
Come prima cosa approfittarne del periodo estivo magari le ferie per venire a vedere sul posto il tutto, ma di non scordarsi di fare almeno poi 10 giorni anche in un periodo invernale in quanto le realtá mutano tremendamente.
Mi spiego meglio nei periodi primavera ed estate l’Ungheria é viva ed é tutto aperto da Ottobre a Maggio diventa anche un impresa mangiare una pizza o andare al ristorante dopo le 20,00.
Tiziano vivere in UngheriaConsiglio poi di non andare a Budapest,  poi dipende dai gusti e dalle esigenze, ma di rimanere nelle zone del lago limitrofe al Balaton non sono care e poi si rimane molto vicini hai confini Austriaci, Sloveni e Croati e 350 Km si é in italia e quindi si possono andare a comprare quello che qui si fa difficoltá o trovare oppure risulta  troppo caro.
Per quanto riguarda gli imprenditori dipende da cosa voglio fare delocalizzare o vendere un prodotto o un servizio, qui bisogna fare una valutazione molto attenta, si i costi sono bassi ma bisogna fare i conti con la mentalitá locale e le loro abitudini.

Rimaniamo comunque a disposizione di chiunque volesse chiarimenti e avesse bisogno di aiuto.

Facebook: www.facebook.com/varesekft.tizianospeziani

Indirizzo: Varese Kft  8693 Lengyeltóti, Fonyodi u.10

e-mail: tiziano.speziani@gmail.com

cell 0036-30-9736619   tel 0036-85-900077

Sito er affittare le auto: www.balaton-trabant-tours.eu

Skype  varesekft11

Tiziano Speziani e Pinton Tiziana

Di Massimo Dallaglio

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: