VITTORE SI E’ TRASFERITO A VIVERE A GRAN CANARIA CON SUA MOGLIE

Vittore da circa sei mesi sì è trasferito con sua moglie a vivere a Gran Canaria, ora stanno valutando di aprire un'attività a Gran Canaria.

Link Sponsorizzati


VITTORE SI E’ TRASFERITO A VIVERE A GRAN CANARIA CON SUA MOGLIE

Vittore aveva una casa editrice a Milano che è stato costretto a chiudere nel 2011 a causa dalla crisi economica. Da circa sei mesi sì è trasferito con sua moglie a vivere a Gran Canaria. Vittore ci racconta le prime impressioni e le considerazioni di una coppia che sta valutando di aprire un’attività a Gran Canaria.

Link Sponsorizzati


Ciao, raccontaci un po’ di te… come ti chiami, di dove sei e cosa facevi quando eri in Italia?



Ciao mi chiamo Vittore. Vivevo a Milano, la mia attività si svolgeva all’interno di una casa editrice che pubblicava riviste, annuari, organizzava workshop ed eventi per il turismo. Avevo fondato la società nel 1986, i prodotti editoriali che abbiamo pubblicato per 25 anni erano il frutto della mia esperienza e professionalità maturata precedentemente in altra casa editrice e come giornalista, nel marketing editoriale e naturalmente della mia creatività. In sostanza ho fatto impresa per tutta la parte adulta della mia vita.

VITTORE SI E' TRASFERITO A VIVERE A GRAN CANARIA

Quando e perché è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l’Italia?

Nel 2011 costretto a chiudere l’attività editoriale dalla crisi economica e da costi gestionali che non erano pìù sostenibili, mi sono posto il quesito: è possibile intraprendere un altra nuova attività in Italia? Per quasi due anni ho tentato con la gestione di una struttura alberghiera. Anche in questo caso costi gestionali alti, tasse nazionali, tasse regionali,  tasse locali. Questa esperienza e le conoscenze accumulate mi hanno suggerito una risposta, basta me ne vado;  è troppo difficile oggi fare piccola impresa in Ialia.

Perché hai scelto proprio le Isole Canarie e in quale isola e località vivi?

Nel 2014 ho scelto! Voglio vivere e lavorare in un contesto meno complicato, dove la speranza e le difficoltà sociali siano accettabili. La ricerca è stata sofferta per tutto il 2014 e la metà del 2015. Sono venuto a Gran Canaria ad agosto del 2015 attraverso la collaborazione di Vivere alle Canarie.com Ho visitato l’isola, conoscevo già in parte le altre isole delle Canarie, mi sembravano interessanti per un turista ma non per fare impresa. Nel gennaio 2016 con mia moglie abbiamo chiuso casa, fatto le valige e siamo partiti.

VITTORE SI E' TRASFERITO A VIVERE A GRAN CANARIA 2

Avevi già vissuto all’estero per lunghi periodi prima?

Non avevo mai vissuto per lunghi periodi in altri posti. Tuttavia per gran parte della mia vita avevo viaggiato molto per lavoro ma anche per una mia voglia di conoscenza, credo di aver fatto poco il turista e molto il viaggiatore.

Sei partita da sola o con il partner o amici?

Io e mia moglie siamo più che sufficienti.

VITTORE SI E' TRASFERITO A VIVERE A GRAN CANARIA 3In che cosa consiste la tua attività?

Oggi entriamo nel sesto mese di vita vissuta a Mas Palomas, fra una settimana avremo una casa vera di 90 mq. fino ad ora abbiamo vissuto in un bungalow di due locali in un villaggio. Questi mesi sono serviti per studiare lo Spagnolo, fare conoscenza con la burocrazia locale, trovare casa, studiare possibili attività compatibili con l’esperienza mia e di mia moglie.

Quali differenze sostanziali hai avuto modo di riscontrare a livello lavorativo rispetto all’Italia?

Anche a Gran Canaria esiste la burocrazia e leggi che vanno rispettate. Il vantaggio è che ci troviamo in una regione Spagnola autonoma con vantaggi rispetto all’Italia a partire  dall’ iva al 7% alla tassazione societaria più modesta.

Cos’altro hai notato della società Canaria?

In questi mesi ho avuto un poco a che fare con la sanità, funziona come in Italia, con un certo grado di efficienza e mi sembra adeguata al fatto che viviamo in una isola. Gli ospedali sono pubblici e privati. La cultura locale tradizionale è quella contadina, oggi queste isole vengono abitate per buona parte dell’anno da quindici milioni di Europei che influiscono solo parzialmente su usi e costumi. C’è molta attenzione sulla sicurezza e  immigrazione dai paesi Africani che si può dire non esiste.

Come è avvenuta la tua integrazione in una realtà locale sostanzialmente differente da quella italiana, hai avuto qualche appoggio o agenzia che ti ha aiutato a compiere i primi passi?

Per quanto mi riguarda Vivere alle Canarie. com è stata molto utile ed efficace, in particolare il titolare Pierangelo con il fratello Enrico. In particolare Pier è riuscito a creare una piccola comunità che consente a chi arriva di trovare calore umano, aiuto e quindi potersi poi inserire in un circuito relazionale utilissimo per la qualità della propria vita.

Vivere a Gran Canaria, sotto quali aspetti è meglio che in Italia? E sotto quali aspetti è peggio?

Diciamo che il contesto climatico di Gran Canaria è irraggiungibile, di conseguenza la vita è più semplice e facile.
La serenità, tranquillità e visione del futuro esistono ancora in Italia?

VITTORE SI E' TRASFERITO A VIVERE A GRAN CANARIA 5Cosa consiglieresti ad altri italiani che desiderassero seguire le tue orme e aprire un’attività a Gran canaria?

Personalmente ho deciso che lavorerò con una attività nel turismo che sto studiando. Cosa non fare: pensare di aprire un bar, una gelateria, una pizzeria o attività commerciali simili, l’isola è piena di attività commerciali, molte aprono e chiudono in pochi mesi. Credo ci sia un po di spazio per piccole attività artigianali. Riguardo a prodotti Italiani di qualità da importare ho l’impressione che non ci sia interesse da parte dei locali il resto è fatto di turisti che arrivano sopratutto dal Nord Europa.

Che tipo di lavoro, attività o investimento pensi sia conveniente praticare per un italiano in Gran Canaria?

Turismo, Energia, Attività di vendita, Internet.

Consideri l’Italia un ricordo, hai nostalgia, cosa ti manca quando sei via?

L’Italia è il mio paese, non lo ricordo in questo momento con gioia. Nostalgia è troppo presto, vedremo. Mi manca il cinema, le mostre d’arte e il frequentare città come Roma, Napoli, Palermo, Venezia, Firenze,Verona, Torino, ecc. che ho vissuto intensamente per anni.

Conosci molti italiani che vivono a Las Palmas, li frequenti?

Be, la comunità che ha creato Pierangelo è sufficientemente ampia, con molti ci vediamo sempre in settimana. Da non molto organizziamo anche attività sportive e incontri serali molto partecipati.

In definitiva, consiglieresti Gran Canaria come meta per espatriare o più per una vacanza?

Entrambe.

Massimo Dallaglio

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: