Stefano ci racconta cosa succede quando si hanno i viaggi nel DNA

Link Sponsorizzati


Stefano ci racconta cosa succede quando si hanno i viaggi nel DNA

Stefano Calafiore ha 49 anni e vive a Porto San Giorgio, un paese delle Marche affacciato sul mare, insieme ai suoi due figli di 14 e 22 anni. Le sue giornate iniziano molto presto, per pianificare al meglio le sue attività, che si tratti di lavoro o di vita in famiglia.
I viaggi per Stefano fanno parte del DNA: suo nonno era un pilota dell’aviazione militare. A questa predisposizione genetica all’esplorazione dei cieli e della terra Stefano da giovane ha aggiunto anche un’esperienza lavorativa in un’agenzia di viaggi tradizionale, che però non è durata a lungo.

Link Sponsorizzati


Spinto dalla necessità di avere un lavoro stabile, Stefano ha dovuto cambiare settore, ma ha sempre continuato ad aiutare gli amici, organizzando i viaggi per loro: insomma, il suo istinto per questo affascinante mestiere non si è mai spento, tanto che sia i suoi parenti che i suoi amici non si facevano organizzare viaggi da nessuno che non fosse lui!
Stefano è una persona che dedica passione a tutte le cose che fa: e per questo, anche nel supermercato in cui lavorava, era arrivato a ricoprire un ruolo di responsabilità e coordinamento, che gli dava soddisfazione come traguardo ma che, in fondo, non era davvero quello che avrebbe voluto fare.
Finché un giorno, poco più di un anno fa, Facebook gli ha fatto scoprire qualcosa che gli avrebbe cambiato la vita: un annuncio che comunicava la possibilità di fare consulenze di viaggi online, come una vera e propria agenzia di viaggi, ma senza i costi fissi di un’agenzia di viaggi tradizionale. E tutto questo con un investimento economico minimo, che garantiva però gli stessi risultati di un’agenzia di viaggi classica.

Stefano ha subito raccolto informazioni sul percorso da consulente di viaggi online, ha seguito un corso di formazione e successivamente uno di perfezionamento, e il giorno di San Valentino – ma anche di Carnevale, come ama ricordare – ha dato inizio a un nuovo capitolo della sua vita: il suo viaggio con Evolution Travel.

All’inizio ha cominciato occupandosi di organizzare viaggi part time, ma dopo un breve periodo di affiancamento delle sue due attività ha capito che, per far avviare bene le consulenze di viaggi online, doveva farlo a tempo pieno: d’altra parte era quello che aveva fatto anche al supermercato, ovvero dedicarsi anima e corpo alla sua attività, per raggiungere i migliori risultati. Insomma, il nostro Stefano è davvero un combattente, e sa cosa vuol dire impegnarsi al massimo!
i viaggi nel DNA di Stefano

 

Oggi Stefano fa il consulente di viaggi online a tempo pieno, lavora tutto il giorno nel settore che ha sempre amato e si sta specializzando su alcune destinazioni. Lavora più di prima, ma è felice perché finalmente fa il lavoro che gli piace, che ha sempre sognato di fare.

“Il lavoro va affrontato con serietà: ti stai occupando delle vacanze delle persone, è importantissimo che vada tutto bene e quindi deve essere tutto organizzato fin nei minimi particolari. Questo è anche un vantaggio per il passaparola: chi si è trovato bene ti farà pubblicità, e questa è una delle pubblicità più efficaci.”
Impegnarsi al 100% per ottenere risultati, avere sempre in mente la soddisfazione del cliente: le parole di Stefano sono interessanti, e dopo aver letto questa intervista sarai sicuramente d’accordo con noi. Parleremo anche di un tema molto importante per chi fa il consulente di viaggi online: la fiducia del cliente nei confronti del mondo online e delle offerte commerciali provenienti dal web.
Ma ora lasciamo la parola al nostro Stefano Calafiore!
  i viaggi nel DNA di Stefano

Dal lavoro in un supermercato al consulente di viaggi online: Stefano, raccontaci i motivi di questo cambiamento.

“Il viaggio ha sempre fatto parte della mia vita fin da quando ero piccolo. Mio nonno Paolo era un pilota di caccia durante la seconda guerra mondiale, e io sono sempre rimasto incantato dai suoi racconti ambientati nel cielo.
Da piccolo mi sono anche appassionato di astronomia, passavo le ore a osservare le stelle con il cannocchiale! Ancora oggi, quando passa un aereo, rimango un sacco di tempo col naso all’insù, a chiedermi dove starà andando, in quali paesi starà trasportando i suoi passeggeri, e mi immagino di stare in questi paesi. Amare i viaggi vuol dire questo, essere curiosi, avere una passione per la scoperta di cose nuove, per il sapere, per imparare: è quello che fai ogni volta che prepari un itinerario per un cliente, è una cosa che ho scoperto subito, quando ho fatto la mia prima esperienza di lavoro in un’agenzia di viaggi classica.
Nei 12 anni che ho lavorato al supermercato ho avuto tante soddisfazioni lavorative: chi si impegna al massimo ottiene sempre ottimi risultati! Ma quello non era il lavoro dei miei sogni, l’ho fatto perché mi ha dato la possibilità di avere una stabilità economica necessaria per la mia famiglia. Pur essendo riconoscente delle opportunità, quando ho visto che avrei potuto realizzare i miei sogni, non ho avuto dubbi su quello che avrei voluto fare.”

All’inizio il consulente di viaggi online era il tuo secondo lavoro, mentre continuavi la tua carriera nel supermercato. Come mai hai deciso poi di occuparti di viaggi a tempo pieno?

“Ho deciso di fare il consulente di viaggi online a tempo pieno perché mi sono accorto che non era possibile per me continuare a lavorare nel supermercato e riuscire a dare ai miei clienti l’attenzione e l’impegno che meritavano e che volevo dargli. Organizzare un viaggio vuol dire lavorare con i sogni delle persone, per realizzarli: lavori un anno, per farti quelle due settimane di vacanza. Dimmi la verità: tu ti affideresti a qualcuno che se ne occupa nel tempo libero? Io no. Per questo ho deciso di fare il grande salto, ma non è stato per niente un salto nel buio!”

Raccontaci la tua giornata tipo da consulente di viaggi a tempo pieno!

“La mia giornata inizia presto, prima delle 7: mi prendo il tempo di fare una lunga camminata in spiaggia, per rilassarmi, e poi al rientro controllo la posta elettronica per vedere se sono arrivate richieste durante la notte. Se ci sono pratiche in sospeso inizio da lì per dare modo alle strutture in Tunisia di procedere per tempo con le prenotazioni; se invece ho preventivi, inizio da quelli e passo tutta la mattinata a formulare proposte e offerte per i vari clienti.
Quello che cerco è l’offerta migliore, non solo economica ma anche perfetta per le richieste e le esigenze del cliente che mi ha contattato. Se durante il giorno sono previsti momenti di formazione con moduli di e-learning o incontri via chat con gli altri consulenti, partecipo sempre.
Nel pomeriggio continuo a lavorare coi preventivi o mi sento con i clienti, di solito subito dopo pranzo oppure nel tardo pomeriggio, per avere le ore pomeridiane centrali libere da dedicare al lavoro che, se non ho impegni con i miei ragazzi (uno di 14 e l’altro di 22 anni), porto avanti fino all’ora di cena.”

Che strumenti usi per svolgere il tuo lavoro di consulente di viaggi online?

“Computer e telefono, ma non solo. In casa ho creato una piccola postazione di lavoro, in cui tengo con me tanti libri sulle mie destinazioni, riviste periodiche di settore e una gigantesca carta geografica del mondo: sono quasi quattro metri quadrati di mappa.”

Ogni consluente Evolution Travel è specializzato in alcune destinazioni specifiche. Quali sono le tue?

“Ho iniziato dalle destinazioni che ho nel cuore e che conosco meglio: Tunisia, Egitto, Sudafrica. Poi ho aggiunto anche le Canarie, che sono una meta molto ambita durante tutto l’anno.
In questo momento invece, oltre all’Egitto, seguo prevalentemente Thailandia e Argentina, ma con l’estate alle porte mi allargherò anche a tutto il bacino del Mediterraneo: Croazia, Grecia, Baleari e di nuovo la Tunisia: diciamo che sono delle “specializzazioni stagionali”.
Inoltre seguo le campagne pubblicitarie del gruppo di lavoro a cui appartengo che al momento riguardano Oman e Jamaica e fortunatamente stanno cominciando ad arrivare anche richieste da “repeaters”, ovvero clienti che hanno già prenotato con me in passato, e quindi è necessario allargare le mete conosciute, dato che le richieste arrivano per tante destinazioni diverse.
In futuro mi piacerebbe aumentare le richieste off-line, puntando soprattutto sui viaggi di nozze.”
i viaggi nel DNA di Stefano

Come ti poni nei confronti dei clienti? Hai qualche metodo per conquistarli?

“In genere la prima cosa che faccio è chiamarli al telefono: trovo che chiacchierarci sia un ottimo modo per capire di cosa hanno bisogno, e per creare quella connessione che serve a far capire a che qui c’è una persona in carne e ossa che si mette al lavoro per fare del suo meglio. Mi è capitato anche di trattare clienti che hanno voluto comunicare solo via email o WhatsApp, e anche in quel caso i contatti sono andati a buon fine e mi hanno confermato le pratiche.”

Quello della fiducia è un punto importante. Come si fa a far capire alle persone che anche se lavori online, possono fidarsi?

“Devi parlare con sincerità e chiarezza: la professionalità passa anche attraverso il mostrarsi sempre disponibili ad ascoltare le esigenze del cliente. La vera prova della fiducia è quando tornano dal viaggio: se sono soddisfatti, ti confermeranno anche il rapporto di fiducia che si è creato. Comunque devi tenere presente che ci sono persone diffidenti di natura, quelle le incontrerai sempre.”

Tra i vari percorsi di consulenza di viaggi online, come mai hai scelto di seguire quello di Evolution Travel? 

“Ho scoperto Evolution Travel per caso, su Facebook: l’idea di poter lavorare da casa dedicandomi ai viaggi mi è subito piaciuta. Un’occhiata ai concorrenti l’ho anche data, per avere un quadro del settore, che non conoscevo. Ma nessuno mi ha convinto come Evolution.” 

E cosa ti ha convinto in particolare di Evolution Travel? Ha un punto di forza specifico rispetto agli altri?

“Beh il primo punto di forza di Evolution Travel è sicuramente la formazione. Poi anche la rete, il network di collaboratori che ti mette a disposizione, da Luca Baldisserotto a tutti i promotori e consulenti online, fino agli esperti di booking, amministrazione, formazione eccetera. In più il network Evolution Travel è orizzontale, nessuno è il tuo superiore, siamo tutti sullo stesso livello, perché lavoriamo tutti insieme, con l’obiettivo di soddisfare al massimo i nostri clienti e creare per loro esperienze di viaggio indimenticabili.”
i viaggi nel DNA di Stefano

Quindi possiamo dire che formazione e gioco di squadra sono quello che fa la differenza in Evolution Travel?

“Assolutamente sì. A livello di formazione non c’è proprio concorrenza: strumenti di e-learning ed educational, eventi open day e molto altro. In più, ogni consulente è un ulteriore strumento di crescita perché tutte le sue conoscenze ed esperienze sono a disposizione del network, specialmente dei nuovi promotori che possono appoggiarsi a colleghi “più anziani” per imparare a non commettere errori.
Come ho già detto, Evolution Travel è una grande squadra, che lavora con grande affiatamento per realizzare i sogni dei clienti e proporgli viaggi e vacanze create per soddisfare le loro aspettative in ogni dettaglio, insomma un vero e proprio viaggio su misura.”

Ma davvero non c’è competizione tra i consulenti online?

“Davvero. Non c’è nessun tipo di competizione, ognuno è specializzato nelle sue destinazioni, e anche se ci fosse la stessa specializzazione tra due consulenti, voglio dire: sul web ci sono trenta milioni di utenti. Ognuno può trovare il suo spazio!”

Parlando del tuo percorso con Evolution Travel hai detto che hai iniziato frequentando dei corsi. Hai dovuto anche affrontare dei costi?

“Sì, certo. Si tratta di una quota di ingresso, grazie alla quale hai a disposizione tutto quello che ti serve per aprire la tua agenzia online. In più hai anche la formazione e tutti gli e-learning a disposizione, insieme ai consigli e all’appoggio degli altri consulenti. Con la stessa cifra, se vuoi aprire un’agenzia di viaggi classica, non paghi neanche l’inoltro della domanda di apertura al tuo Comune di residenza.”
i viaggi nel DNA di Stefano

E dopo questa spesa iniziale quali altri investimenti hai fatto?

“Pubblicità online su Facebook e Google: sono investimenti fondamentali se vuoi acquisire nuovi clienti. Altrimenti come fai a uscire dalla tua rete di contatti personali? È come avere un’agenzia di viaggi nel vicoletto di un paesino, senza possibilità di essere visti! Un altro investimento importante è quello che dedichi alla formazione, a migliorare te stesso e a imparare cose nuove e aggiornarti costantemente. Sono tutte cose importantissime per far funzionare un’attività.”

Sono già 9 mesi che lavori con Evolution Travel: come sta andando?

“Molto bene direi! La prima vendita l’ho fatta nel primo mese, poi ne sono arrivate tante altre (56 in tutto). Dipende molto anche dalla stagionalità: in questo periodo un sacco di clienti prenotano le vacanze, e molti si trovano appunto a contattare me.”

Raccontaci la più grande soddisfazione fino a ora!

“Beh già essere tornato a fare il lavoro dei miei sogni, quello che mi era sempre piaciuto, è una grandissima soddisfazione. Poi la prima vendita che ho chiuso, con un viaggio in Nepal, è un altro passo che mi ha dato una bella carica di fiducia in me stesso e di voglia di metterci ancora più impegno. Ogni giorno mi arrivano soddisfazioni grandi e piccole, come quando un cliente torna contento da un viaggio e ti contatta per dirtelo… ma anche per chiederti di cominciare a muoverti per la sua prossima vacanza. Oppure quei momenti quando finalmente hai raccolto tutte le informazioni e assemblato un preventivo, lo rileggi prima di mandarlo al cliente e vedi che è proprio un preventivo ben fatto!”

Complimenti. E quali sono i tuoi prossimi obiettivi?

“Uno: diventare esperto nelle mie destinazioni attraverso la formazione e prendere dimestichezza con tutti gli strumenti forniti da Evolution Travel per aumentare le vendite. Due: creare un evento per le coppie con matrimonio in vista e viaggio di nozze da organizzare. Tre: divertirmi.”
i viaggi nel DNA di Stefano

Che consiglio daresti a chi vuole iniziare un percorso come il tuo per diventare consulente di viaggi online?

“Se ti piace organizzare viaggi per amici e parenti è una cosa positiva ma non basta: questo è un lavoro per cui serve professionalità. Se vuoi farlo devi studiare, essere pronto a investire molto nella tua formazione. Devi avere voglia di imparare cose nuove, devi essere disposto ad aggiornarti costantemente. Se qualcosa non funziona devi essere pronto a cambiarlo, e se qualcosa funziona bene devi essere pronto a migliorarlo! Innovazione, sperimentazione, costante evoluzione. Ecco cosa bisogna fare per migliorarsi sempre!”

Per concludere, perché secondo te tra i vari network disponibili, Evolution Travel è il migliore?

“Evolution Travel è una famiglia, anche se si lavora online e non puoi ovviamente incontrare tutti i 600 consulenti. Però siamo sempre connessi, sia online grazie ai social media che mentalmente, perché siamo parte di un grande progetto, una grande famiglia di appassionati di viaggi.”

Vuoi avere più informazioni su come diventare consulente di viaggi online? Scopri la guida gratuita: clicca qui!

Se invece vuoi contattare Stefano, visita il suo sito di viaggi e vacanze!
Di Walter Di Martino
offerte-lavoro-estero
CONDIVIDI SU:
“investire-immobili-all-estero”