Giovanni Pecorari supporta le PMI nei progetti di internazionalizzazione in India

Link Sponsorizzati


Giovanni Pecorari supporta le PMI nei diversi progetti di internazionalizzazione in India

Giovanni è stato amministratore delegato in due aziende nel settore dell’oleodinamica e della meccanica di precisione, ha viaggiato per lavoro dall’Australia agli USA, dalla Sud Corea all’Argentina, dal Sud Africa alla Norvegia.

Oggi lavora per una società che supporta le PMI nei diversi progetti di internazionalizzazione: accompagna i clienti nei loro piani di sviluppo commerciale – ricercando distributori, agenti e partner strategici – tra Europa ed Asia, il canale Italia-India è sicuramente quello più consolidato.

Link Sponsorizzati


Link Sponsorizzati


Ciao Giovanni, raccontaci un po’ di te…

Ciao a tutti, mi chiamo Giovanni Pecorari ho appena raggiunto la soglia dei 40 anni (e questo numero tondo tondo inizia a piacermi!), sono di Modena, vivo a Modena e mi occupo di internazionalizzazione e sviluppo sui mercati esteri!

Parlaci della tua esperienza di impresa.

Per circa 12 anni ho ricoperto il ruolo di amministratore delegato in due aziende nel settore dell’oleodinamica e della meccanica di precisione. Mi sono occupato di risorse umane, produzione, ufficio tecnico, marketing, ma soprattutto vendite.

Ho viaggiato tanto: dall’Australia agli USA, dalla Sud Corea all’Argentina, dal Sud Africa alla Norvegia.

Giovanni Pecorari progetti PMI internazionalizzazione India 2

Giovanni Pecorari supporta le PMI nei progetti di internazionalizzazione in IndiaIn che cosa consiste la tua attività?

Oggi lavoro per White Srl, la società che rappresento e che supporta le PMI nei diversi progetti di internazionalizzazione. Accompagniamo i nostri clienti nei loro piani di sviluppo commerciale ricercando distributori, agenti e partner strategici.

Progetti più strutturati possono prevedere la selezione di partner per JV e fornitori per produzione localizzata.

Quando è nata la l’idea di internazionalizzare ed aiutare ad internazionalizzare in India?

La mia famiglia opera in India con più Joint Venture fin dagli anni ’80 e questo ci ha consentito di sviluppare una significativa rete di contatti: vero valore aggiunto della nostra attività consulenziale in quel paese.

White S.r.l., come società di consulenza, è nata nel 2004 e da allora il nostro team seleziona e sviluppa opportunità di collaborazione transazionali tra Europa ed Asia, il canale Italia-India è sicuramente quello più consolidato.

Giovanni Pecorari progetti PMI internazionalizzazione India 2

Giovanni Pecorari progetti PMI internazionalizzazione India 2Perché vi siete specializzati proprio sul paese India e in quale località operate principalmente?

L’India è il paese, tra quelli da noi ben conosciuti, nel quale abbiamo riscontrato le maggiori necessità ed opportunità di offrire un supporto all’interscambio con l’Italia. E’ una delle prime nazioni al mondo per FDI* e per crescita del prodotto interno lordo.

La maggior parte dei nostri interessi si sviluppa nella parte meridionale del paese, si può dire che il nostro quartier generale è a Bangalore nello Stato del Karnataka.

*=Foreign Direct Investments

In che cosa consiste esattamente la tua attività in India?

Oggi in sinergia con il nostro team indiano offriamo servizi puntuali organizzando missioni ad hoc per i nostri clienti grazie alle quali è possibile instaurare relazioni commerciali e strategiche.

Non è infrequente che il soggetto proponente la collaborazione sia l’azienda indiana, ed è sulla base delle loro segnalazioni che avviamo ricerche dedicate su territorio italiano ed europeo. Sono diversi i progetti di trasferimento tecnologico (JV, licenza+royalty ect.) che ci sono stati sottoposti negli ultimi anni.

Quali sono le peculiarità del mercato del mercato Indiano in ottica di collaborazione con le imprese Italiane?

Stiamo parlando di due sistemi-paese molto diversi tra loro, ma non sono pochi gli aspetti che accomunano gli imprenditori italiani ed indiani.

Spesso raduniamo intorno allo stesso tavolo 2 o più imprese a conduzione familiare con volumi d’affari paragonabili e la stessa attrazione per i mercati internazionali nonostante una non consolidata esperienza.

L’imprenditore italiano medio gode di buona stima sin dall’inizio, ma questa dovrà essere mantenuta ed alimentata con una significativa costanza di presenza, il nostro supporto in questo aspetto può essere la chiave di volta.

Giovanni Pecorari progetti PMI internazionalizzazione India 2Cos’altro hai notato della società indiana?

Il sub-continente India, chiamarlo paese può risultare riduttivo, offre una moltitudine di sfaccettature a volte affascinanti ed entusiasmanti, ma a volte – per lo meno agli occhi di noi occidentali – anche contraddittorie.

Avrete sicuramente sentito parlare delle caste e di come lo sviluppo economico degli ultimi decenni ha ampliato ulteriormente la forbice tra i più ricchi ed i più poveri; in mezzo si sta formando una nuova classe media, quasi 300 milioni di abitanti che aspirano ad avvicinare quanto più possibile gli standard di vita dei paesi occidentali.

Spesso gli italiani mi chiedono se in India esistono ancora i matrimoni combinati e la risposta è “Assolutamente sì!” e si stima che circa i 3/4 dei giovani in età da matrimonio preferisca gli arranged marriage ai love (o free-choice) marriage. Altre stime individuano in 90% la percentuale di materiali combinati.

Io sono molto curioso di natura e durante ogni viaggio c’è modo di imparare qualcosa di più sulla società indiana, ci sarà spazio in seguito per affrontare altri temi.

Giovanni Pecorari progetti PMI internazionalizzazione India 2Cosa consiglieresti ad altre aziende che desiderassero seguire le vostre orme ed internazionalizzare in India?

Penso di non sorprendere nessuno dicendo che “l’India non è per tutti”, e suggerisco quindi di investire in un’analisi approfondita prima di compiere passi importanti.

Meritano per esempio grande attenzione le notevoli dimensioni del paese e le diversità linguistiche culturali tra i vari stati che richiedono quindi presenza capillare.

Questa la si può ottenere siglando accordi con più distributori/agenti o con un partner che ha già una struttura PAN** India: non esiste una formula valida per tutti, ed ovviamente il tipo di prodotto/servizio incide notevolmente

**= presence across nation

Che tipo di attività o investimento pensi sia conveniente per un’azienda o un investitore interessato all’India?

Oggi noi siamo concentrati su progetti che coinvolgono la classe media indiana, componente della popolazione in forte espansione. Le imprese italiane nei comparti Arredamento, Edilizia ed Agroalimentare quando si presentano in “squadra” sfruttando possibili sinergie di produzione e/o commercializzazione hanno grandi opportunità davanti a loro.

Noi proponiamo con buona frequenza iniziative come missioni, workshop e momenti di formazione sul mercato indiano ed incoraggiamo a prendere sempre più coscienza di quanto offra quel paese.

Contatti:

Email: pecorarigiovanni@whitesrl.it

Skype: giovannipecorari

Linkedin: www.linkedin.com/in/giovanni-pecorari-b3675129

Di Massimo Dallaglio

offerte-lavoro-estero
CONDIVIDI SU:
“investire-immobili-all-estero”