Kiara guida turistica a New York

Link Sponsorizzati


KIARA HA DECISO DI TRASFERIRSI A NEW YORK DOVE LAVORA COME GUIDA TURISTICA

Da bambina Kiara guardava i cartoni animati in inglese; dopo il diploma è partita per un anno sabbatico all’estero, poi l’università a Perugia; poi l’Erasmus in Inghilterra, poi 8 mesi in Olanda e finalmente il trasferimento negli States… “…Ho iniziato ad aiutare e far trascorrere a tanti italiani in vacanza a New York un’esperienza indimenticabile sotto tutti gli aspetti. La possibilità di personalizzare il proprio soggiorno in base ai propri interessi e la possibilità di conoscere e visitare posti ed attrazioni locali non descritte in nessuna guida turistica, sono state le caratteristiche principali apprezzate dai clienti che hanno permesso a NYC4ALL di espandersi in poco tempo.
Chi mi contatta avraassistenza completa dal momento dell’arrivo a quando riparte e verra’ anche seguito pre-vacanza per qualsiasi cosa...”

Link Sponsorizzati


Ciao Kiara, raccontaci un po’ di te… di dove sei, cosa facevi quando eri in Italia e quando e perché è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l’Italia?
Hi Massimo, io vengo dalle Marche (Ancona) ma sono nata in Veneto e sono rimasta in provincia di Verona fino all’eta’ di 6 anni. Papa’ siciliano e mamma marchigiana. 
Dall’Italia e’ ormai qualche anno che manco. Mio padre mi ha da sempre trasmesso un forte senso del viaggiare e gia’ da piccola mi ricordo che guardavo sempre I cartoni in inglese… Mi piacevano troppo 🙂 
Mi sono trasferita a Perugia per l’universita’ dopo il mio anno sabbatico post superiori e da li ha preso forma il bisogno di scoperta che gia’ da tempo avevo.
 Durante quegli anni ho vissuto a Leeds, UK dove ho fatto l’Erasmus per un anno ed appena laureata nel 2010 ho continuato a viaggiare piu’ frequentemente. 
Poi agli inizi del 2011 decido di trasferirmi nella mia amata Olanda e ci rimango per 8 mesi.



Guida viaggio New York Mollo Tutto KiaraPerché hai scelto proprio gli Stati Uniti e in quale città vivi?
Vivo a New York dal gennaio 2012. Ho raggiunto il mio partner che era stato trasferito l’anno prima per lavoro.
Indipendentemente da cio, gli Stati Uniti sono sempre stati una meta che mi sarebbe piaciuto sperimentare a livello lavorativo. 
Ho dei parenti in Canada che visito almeno una volta ogni 2 anni ed essendo cosi vicina agli USA ho avuto la possibilita’ di scoprire molti posti qui in America, tanto e’ vero che prima di trasferirmi a NY ero gia’ stata in USA 7 volte.
 NY non mi attirava moltissimo come citta’, forse perche’ non mi era rimasto un bel ricordo della vacanza che ci avevo fatto nel 2003. 
Avrei inizialmente preferito la California, somewhere close to LA (che ancora oggi rimane una delle mie citta’ preferite).

Avevi già vissuto all’estero per lunghi periodi prima?
Dipende cosa intendi per lunghi… come dicevo prima ho vissuto 1 anno in Inghilterra ed 8 mesi in Olanda quindi direi che non sono poi cosi tanto lunghi ma sicuramente molto intensi, sopratutto perche’ ad Amsterdam vivevo con una famiglia olandese , frequentavo un corso in lingua olandese e lavoravo in una panetteria olandese. Ero praticamente a contatto con la loro cultura al 100%, ed e’ questo cio’ che a me piace.
Infatti ogni volta che sono tornata da un’esperienza di vita all’estero ho scritto una nota dal titolo: “non sei inglese se non…” “non sei olandese se non…” Quando e se mi trasferiro’ altrove un giorno scrivero’ “non sei americano se non…”

Guida viaggio New York Mollo Tutto Kiara

Sei partita da sola o con il partner o amici?

 Per UK ed Olanda da sola, USA per raggiungere il mio partner.

Guida viaggio New York Mollo Tutto KiaraIn che cosa consiste la tua attività?
NYC4ALL nasce da una mia idea.
In pochi mesi con NYC4ALL ho iniziato ad aiutare e far trascorrere a tanti italiani in vacanza a New York un’esperienza indimenticabile sotto tutti gli aspetti.
La possibilità di personalizzare il proprio soggiorno in base ai propri interessi e la possibilità di conoscere e visitare posti ed attrazioni locali non descritte in nessuna guida turistica, sono state le caratteristiche principali apprezzate dai clienti che hanno permesso a NYC4ALL di espandersi in poco tempo.
Chi mi contatta avra’ assistenza completa dal momento dell’arrivo a quando riparte e verra’ anche seguito pre-vacanza per qualsiasi cosa.
Preparo itinerari personalizzati che includono dritte e consigli su cibo, locali, eventi, show di Broadway, posti nascosti e tanto altro.
Mi occupo di tour (che si possono personalizzare in base alle esigenze del cliente) e questo per dare la possibilita’ agli italiani di vedere una New York ‘diversa’ che non sia solo Empire State Building, Time Square, Statua della Liberta’ e 5th avenue, che per carita’ sono tutte attrazioni caratteristiche e molto belle ma NY e’ anche altro.
Mi sono immedesimata nei panni di una visitatrice di New York ed ho pensato che io da turista avrei voluto visitare la NY di chi ci vive e avrei voluto sentirmi una ‘new yorker’ per qualche giorno.
E’ per questo che sto puntando molto sull’originalita’ e la personalizzazione del servizio.
L’agenzia offre anche pacchetti vacanze-studio per le scuole italiane ed anche per singoli studenti. Questi pacchetti permettono agli studenti italiani di trascorrere un’esperienza costruttiva ma allo stesso tempo divertente. Tutto è a carico di NYC4ALL, dalla pianificazione alla prenotazione del soggiorno in modo da offrire agli accompagnatori, insegnanti, studenti e famiglie un’esperienza ‘stress-free’.
NYC4ALL offre anche escursioni fuori NY per Boston, Washington, Philadelphia, Niagara ma anche servizi in citta’ come giri in elicottero, crociere attorno all’isola , show di Broadway ed altro.
In piu’ NYC4ALL si occupa di prenotazioni di hotel e appartamenti.

Come hai affrontato e risolto il problema del visto?
Per quello devo ammettere che sono stata fortunata perche’ sono stata sponsorizzata dalla ditta del mio partner e sono cosi riuscita ad ottenere un visto lavorativo.

Guida viaggio New York Mollo Tutto Kiara

Quali differenze sostanziali hai avuto modo di riscontrare a livello lavorativo rispetto all’Italia?
Sicuramente molti americani sono dei gran lavoratori, sopratutto qui a NY che e’ una realta’ molto diversa rispetto al resto dell’America. Gli orari normali di ufficio sono 8 ore come in Italia ma in realta’ la maggior parte della gente ne lavora almeno 10/12 , conosco chi ne lavora 15 e capita che per lavorare molto non si ha nemmeno il giorno libero.
Se si viene assunto in una nuova ditta di solito si ha una o massimo due settimane di ferie all’anno retribuite, se uno poi ne vuole di piu’ puo prenderle ma non vengono retribuite.
Non ci sono veri e propri contratti di lavoro, se una ditta vuole assumerti, ti assume il giorno dopo, e puo’ licenziarti dopo 3:) Il duro lavoro pero’ e’ comunque ben retribuito e il dipendente e’ trattato di solito molto bene dal datore di lavoro.

Guida viaggio New York Mollo Tutto KiaraCos’altro hai notato della società americana?
Parlo piu’ per New York che per l’America in generale: il livello economico e’ molto alto e sempre in via di sviluppo.
 La sicurezza e’ uno degli aspetti su cui investono si piu, da quasi 5 anni NY e’ tra le top 3 citta’ piu’ sicure di tutta America ed il quartiere dove vivo (Astoria, Queens) e’ uno dei piu sicuri in assoluto, e’ una cosa molto rasserenante tornare a casa da sola di notte e non avere assolutamente paura.
La sanita’ e’ a pagamento a differenza dell’Italia, la cosa positiva e’ che se sei dipendente di una qualunque ditta, e’ la ditta stessa a prendersi cura della tua assicurazione sanitaria, se invece lavori in proprio, sei tu stesso a dovertene preoccupare.

Come è avvenuta la tua integrazione in una realtà locale sostanzialmente differente da quella italiana?
A dir la verita’ io sono una persona che si adatta molto a quasi tutte le situazioni che mi vengono presentate quindi l’impatto non e’ stato tragico, anzi.
 L’unica cosa su cui sto ancora lavorando sono i rapporti d’amicizia. Purtroppo essendo una citta’ cosi dispersiva e’ a volte difficile fare nuove amicizie e riuscire a vedersi spesso (a meno che non si viva nella stessa zona).
Molte persone, specialmente quelle che vivono a Manhattan, nel Queens o Brooklyn non hanno una macchina e spostarsi sempre con I mezzi pubblici allunga ancora di piu’ le distanze e I tempi.

Guida viaggio New York Mollo Tutto Kiara

Vivere a New York,sotto quali aspetti è meglio che in Italia? E sotto quali aspetti è peggio?
A NY puoi fare cio’ che vuoi quando vuoi… supermercati aperti 24hsu24, paleste aperte tutta la notte. 
Da quando sono qua il mio palato e’ cambiato moltissimo e grazie alla varieta’ di cibi e cucine che la citta’ offre, ho la possibilita’ di mangiare piatti autentici di ogni nazione.
 Punto a favore di NY e’ che e’ una citta’ multientica e si possono incontrare persone provenienti da tutto il mondo, ci sono eventi di tutti I tipi, concerti e spettacoli spesso gratuiti all’aperto o al chiuso.
D’altro canto e’ una citta’ abbastanza sporca ed in certe zone l’odore e’ veramente nauseante:)
 A lungo andare diventa una citta’ molto stressante ed I rumori costanti dei taxi o il flusso infinito di gente e turisti che popolano le zone dove si trovano le maggiori attrazioni turistiche ti portano all’esaurimento .
E’ anche per questo che ho scelto di vivere fuori Manhattan.

Guida viaggio New York Mollo Tutto Kiara

Cosa consiglieresti ad altri italiani che desiderassero seguire le tue orme?

Di non arrendersi mai di fronte a nessun tipo di difficolta’ perche’ NY e’ una citta’ che ti mette alla prova in continuazione. 
If you can make it here you can make it anywhere(cit. Frank Sinatra)

Che tipo di lavoro/attività/investimento pensi sia conveniente praticare per un italiano a New York?
Be’ senza dubbio qualsiasi cosa attinente al cibo ed alla cucina italiana.
 Nonostante ci siano infiniti ristoranti, food stands e fiere/bancarelle culinarie, il cibo e’ la cosa piu’ richiesta sopratutto perche’ le persone vogliono sperimentare in continuazione posti e cucine nuove (me compresa) e i sapori italiani rimarranno sempre uno dei nostri punti di forza!

Guida viaggio New York Mollo Tutto Kiara

Consideri l’Italia un ricordo, hai nostalgia, cosa ti manca quando sei via?
La schiettezza di tanti italiani di dire le cose in faccia senza troppi  ‘oh my Gooood, that’s awesome, fantastic, unbelievable & the best’! Molto spesso gli americani vivono in una fiaba dove tutto e’ perfetto e non esistono problemi.
E certamente gli affetti e i forti rapporti d’amicizia che qui, sopratutto per la grandezza della citta’ e la vita frenetica e’ difficile instaurare.
Ma anche tantissimo il mio mare… Sirolo ti amo! Haha
E comunque non ne ho molta nostalgia. Come dico sempre ogni volta che lascio l’Italia: ‘Mi ri-innamorerò ogni volta di te, ma solo da ‘turista’ ‘


Conosci molti italiani che vivono a NY, li frequenti?
No, ne conosco veramente pochi anche se so che ce ne sono tantissimi.
 Mi sono focalizzata di più ad integrarmi con la comunita’ locale e persone che provengono dall’estero.

Guida viaggio New York Mollo Tutto Kiara

Consiglieresti NY come meta per espatriare o più per una vacanza?

Sicuramente NYC offre ogni cosa possibile immaginabile e puoi trovare tutto cio’ che vuoi pero’ purtroppo gli USA son una nazione molto rigida a livello di documenti e visti. Quindi consiglio certamente di visitare la capitale del mondo almeno una volta nella vita in vacanza o provare a fare un esperienza di studio che, se della durata superiore ai 3 mesi permette di ottenere un visto temporaneo piu’ lungo rispetto a quello turistico, potrebbe quindi essere un buon inizio per capire se NY e’ una citta’ dove una persona vorrebbe vivere.

Se avete la possibilita’ non esitate a venire provare un’esperienza lavorativa nella Gotham City.
A New York se lo puoi immaginare vuol dire che c’e’ e se non c’e’ puoi crearlo 😉

Guida viaggio New York Mollo Tutto Kiara

Sito: www.newyorkcity4all.com

Email: kiara@newyorkcity4all.com

Phone: +1 347 589 1689

Facebook: www.facebook.com/NYC4ALL

skype: NYC4ALL

 

Di Massimo Dallaglio

Link Sponsorizzati


CONDIVIDI SU: