Fare impresa in Repubblica Dominicana: cose da sapere secondo Stefano


Stefano, di Trieste, vive una sorta di doppia vita tra l’Italia e la Repubblica Dominicana. È nel settore edile da vent’anni: si è sempre occupato di intermediazione immobiliare e costruzioni e oggi si occupa di case prefabbricate.



Fare impresa in Repubblica Dominicana: cose da sapere secondo l'esperienza di Stefano

Alla mia città ho dato tanti anni della mia vita adolescenziale: se ora non le dedico molto del mio tempo non potrà certo arrabbiarsi con me, la mia bella Trieste.

A nord della Repubblica Dominicana, precisamente a Sosua, ha costruito il Resort Agua de Caribe. Prossimamente inizierà la costruzione di un altro complesso (“Laguna Blu”).

Stefano ha fondato un sito che si occupa, sotto la sua supervisione, di tutte le problematiche legate alle costruzioni edili in Repubblica Dominicana: dalla ricerca di terreni all’apertura di attività. 

Stefano, quali sono stati i motivi che ti hanno indirizzato verso la Repubblica Dominicana anziché in un’altra nazione?

C’è un altro paese in cui ti piacerebbe vivere?

Ho scelto come base della mia seconda vita la Repubblica Dominicana perché mi è piaciuta dalla prima vacanza e quelle successive sono state anche meglio… Ho iniziato ad apprezzarne il clima, i paesaggi e la cultura, affascinante per la sua diversità (rispetto a quella italiana).

Mi sono spesso chiesto se mi piacerebbe vivere anche altre realtà di vita come quella del Costa Rica o di qualche altra isola caraibica… Oppure quella di Miami (o di altre città degli USA).

E sì, mi piacerebbe provarci, ma purtroppo la vita di noi essere umani non è così lunga! Per ogni cambio di programma ci vogliono anni a capirlo e ad ambientarsi.

L’unica cosa che permetterebbe una vita da “eterno vagabondo” (che io adorerei fare!) sono i soldi: per vivere così ne servono tantissimi.

Fare impresa in Repubblica Dominicana: cose da sapere secondo l'esperienza di Stefano

Perchè hai scelto Sosua (in provincia di Puerto Plata) e non la capitale Santo Domingo?

Hai incontrato difficoltà nel trasferimento?

Dove vivo ora non c’è stress: Puerto Plata e Sosua sono tranquille.

Scendendo a Santo Domingo invece si capisce esattamente dove finisce la tranquillità ed inizia lo stress, quello di uno stile di vita che io non voglio.
Perchè? Perchè tutto il mondo è paese: è una capitale. E anche in questa parte del mondo le capitali, come tutte le capitali, sono caotiche e stressanti.

Santo Domingo offre tanto ma ti toglie tutto.

Quando mi sono trasferito in Repubblica Dominicana le cose erano molto più facili, qualsiasi permesso lo si otteneva in poco tempo.

Non sarebbe “attuale” dire che è facile trasferirsi in Repubblica Dominicana perchè ora le cose le hanno rese molto più complicate.

Fare impresa in Repubblica Dominicana: cose da sapere secondo l'esperienza di Stefano

Com’è il costo della vita, indicativamente?

Il costo della “vita semplice” in Repubblica Dominicana è più basso che in Italia.

Ovviamente mangiando spesso nei risotranti (che costano comunque poco ed offrono tutti i tipi di prelibatezze), andando a cavallo, andndo a giocare a Golf o a Tennis, a praticare immersioni e parapendio, eccetera… alla fine del mese non basteranno € 2000,00! Sempre poco, comunque, rispetto all’Italia (ma bisogna averli!)

Sotto quali aspetti (anche soggettivi) ti trovavi meglio in Italia? E peggio?

Dunque…

La sanità è privata e devi sempre pagare un’assicurazione per essere coperto.

Poi non si rispettano molto le regole…

Quando è nata mia figlia, che ha la doppia cittadinanza, ho fatto tutti i documenti in poco tempo. In Italia mi sono impantanato in mille richieste e peripezie.

Qui in Repubblica Dominicana, fai un progetto ed inizi a costruire. In Italia perdi la vita solo per ottenere i permessi.

Fare impresa in Repubblica Dominicana: cose da sapere secondo l'esperienza di Stefano

Cosa vorresti dire a chi vorrebbe trasferirsi in Repubblica Dominicana?

Ho solo un consiglio da dare a chi vorrebbe trasferirsi qui: chiedetevi “Di quanti denari dispongo per non avere bisogno di denaro?”

Arrivato in Repubblica Dominicana mi è bastato fare due calcoli per rendermi conto delle grandi e magnifiche opportunità che questo Paese offriva nel campo dell’edilizia (e non solo!), ma solo a patto di essere dotati di grandissima competenza nel settore e capacità di comprendere rapidamente la cultura “nascosta” del posto.

In Repubblica Dominicana, purtroppo, ho scoperto che la maggior parte degli stranieri presenti in pianta stabile qui, è incompetente. Sono prettamente italiani, tedeschi e canadesi, che usciti dai loro Paesi, speranzosi di redimersi da una vita magra in patria, tentano la fortuna.

È un vero peccato perchè molti arrivano senza esperienze specifiche e dopo alcuni anni di vani tentativi nell’arrivare al successo ritornano in patria. Rendendosi conto delle enormi difficoltà incontrate in un Paese straniero, tendono, come per sopravvivenza, ad incastrare gli altri in progetti spesso inventati, strampalati e senza nessuna possibilità di riuscita. Gli altri poveri sprovveduti, giunti (come loro) in cerca di fortuna…
Solo col fine di carpire fiducia per racimolare qualche soldo, promettendo fantomatici successi che poi alla fine non arrivano mai.

Ho iniziato ad incontrare i primi costruttori edili e mi sono reso conto che, fino al giorno prima, avevano lavorato in concessionari d’auto o erano stati disoccupati.
E come per miracolo in Repubblica Dominicana erano diventati esperti in edilizia!

Ovviamente si affidavano ai tecnici del posto, non avendo nessuna competenza. Questi ultimi, “annusato il pollo”, gli presentavano progetti sovra dimensionati per poi guadagnare ulteriormente sulle forniture di materiali e sulla manodopera. Non era difficile trovare tecnici che ordinavano cento sacchi di cemento dove solo la metà arrivava al cantiere (ed il resto finiva dove volevano loro!).
Una volta terminata, la costruzione risultava invendibile essendo costata più che in Italia!

Qui c’è un rincorrersi pazzesco tra disperati. Una volta consci del fallimento aspettano qualcun’altro per venderglielo, facendolo passare come un gran affare.

C’è stato un tale che, vedendo il sole che regna fisso a queste latitudini, ha investito tutto il suo patrimonio nel fotovoltaico.
I dominicani non spendono nemmeno un peso per il fotovoltaico, visto che le paghe base sono di € 300,00 al mese. Ed ai turisti poco importa di un fotovoltaico quando la corrente costa poco…
Un buco nell’acqua.

C’è stato anche chi ha importato dall’Italia delle famose macchine per il gelato per aprire la più bella gelateria del posto.
Vendeva una pallina a peso d’oro: nessuno spenderebbe così tanto più del normale per del gelato. 

Ci sono i famosi uomini dei “bar da spiaggia” che arredano i bar in stile californiano o italiano…
Ma per quanti Cuba libre si vendano, alla fine del mese non si riesce nemmeno a pagare l’affitto del locale!

C’era poi chi comprava motorini usati e li affittava ai turisti…
Ma ogni giorno doveva fare manutenzioni improvvise ed il dominicano che faceva lo stesso mestiere era più competitivo coi prezzi.

Fare impresa in Repubblica Dominicana: cose da sapere secondo Stefano

Dulcis in fundo: le famose pizzerie.
Qui qualcuno riusciva nell’impresa! Lavorando sedici ore al giorno riusciva addirittura a portarsi a casa la pagnotta! E con queste ore la pagnotta la portavi a casa anche in Italia. Non importava andare a fare pizze a km 8000 di distanza…

Però c’è anche qualcuno che ha raggiunto gli obiettivi che si era prefissato. Persone o gruppi di persone di grande esperienza, lungimiranti ed attenti agli usi ed ai costumi locali.

C’è da dire che chi è riuscito in qualche impresa ha anche investito cifre importanti… ma sapeva esattamente come, quando e dove.

Di Francesca Neri
CONDIVIDI SU:
You May Also Like
Massimo Inferrera vivere a santo domingo

Massimo si è trasferito a vivere a Santo Domingo la capitale della Repubblica Dominicana

MASSIMO SI E’ TRASFERITO A VIVERE A SANTO DOMINGO LA CAPITALE DELLA…

Claudio si è trasferito a vivere a Sosua in Repubblica Dominicana

CLAUDIO SI E’ TRASFERITO A VIVERE A SOSUA IN REPUBBLICA DOMINICANA CON…
VIVERE E LAVORARE IN NORVEGIA A OSLO

GAETANO SI E’ TRASFERITO A VIVERE E LAVORARE IN NORVEGIA A OSLO

GAETANO SALVAGGIO SI E’ TRASFERITO A VIVERE E LAVORARE IN NORVEGIA A…
Paola si è trasferita lavorare a Los Angeles dove ha aperto un'agenzia per trasferirsi negli USA

Paola si è trasferita lavorare a Los Angeles dove ha aperto un’agenzia per trasferirsi negli USA

Paola si è trasferita lavorare a Los Angeles dove ha aperto un’agenzia…