Cattedrale di Noto
Foto di Robert Cheaib da Pixabay


Val di Noto, il sito seriale tardo barocco patrimonio mondiale Unesco

Situata nella punta più meridionale dell’isola di Sicilia, la Val di Noto è uno di più interessanti siti italiani dichiarato patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 2002.

Suggeriamo di visitare la Val di Noto in auto visto che si tratta di un sito “seriale” piuttosto ampio composto da otto città tardo-barocche: Caltagirone, Militello Val di Catania, Catania, Modica, Noto, Palazzolo, Ragusa e Scicli.

Recarsi in auto in Sicilia è piuttosto semplice grazie ai numerosi collegamenti di traghetti per la Sicilia.

Queste otto città siciliane esistevano già in epoca medievale, ma furono ricostruite (in parte o interamente) dopo il catastrofico terremoto del 1693. Avendo seguito il modello stilistico predominante dell’epoca, l’architettura e le decorazioni delle città rappresentano il culmine del tardo barocco in Europa.



1) Ragusa

Conosciuta nell’antichità come Ibla, è proprio nel cuore della Val di Noto e presenta due centri cittadini piuttosto diversi, uno ricostruito da zero, nel nuovo stile, dopo gli eventi del 1693, e l’altro secondo il suo originale aspetto medievale.

Un itinerario attraverso il barocco ragusano si snoda tra nove chiese principali (ad esempio San Giovanni Battista, San Giorgio, Santa Maria dei Miracoli), e sette palazzi (tra cui la Cancelleria, Bertini e Cosentini) itinerario ch consente anche di scoprire le “locations” cinematografiche del Commissario Montalbano, la serie tv che ha contribuito a rendere famoso questo luogo.

2) Palazzolo Acreide

E’ un centro medievale, attorno al quale fu ricostruita la città vecchia dopo il terremoto. La città nuova si è sviluppata successivamente intorno ad un altro centro urbano.
Palazzolo è famosa per il suo Carnevale, il più antico della Sicilia. Mentre nel mese di ottobre, si può assistere all’Agrimontana, una sagra durante la quale è possibile degustare l’enogastronomia locale.

Di particolare importanza sono le chiese di San Sebastiano e dei Santi Pietro e Paolo.

3) Modica

Di rara bellezza, il centro storico di Modica è suddiviso in due grandi quartieri: Modica Alta e Modica Bassa.

Modica è davvero particolare, si sviluppa lungo una valle per poi salire sulle colline che la circondano, dove, gli antichi abitanti scavarono abitazioni tant’è che oggi si contano circa 700 grotte.

Tra i monumenti tardo barocchi più spettacolari, che meritano certamente una visita, figurano la Cattedrale di San Giorgio e la Chiesa di San Pietro (il “Duomo” della città bassa).

4) Caltagirone

Caltagirone presenta ancora oggi forti legami tra i periodi pre e post terremoto, infatti è sorta nel III millennio a.C. e si pensa si tratti di uno dei primi luoghi abitati della Sicilia dato ch sul colle di Sant’Ippolito sono emersi resti di un villaggio capannicolo risalente al periodo neolitico.

La ricca architettura tardo barocca di Caltagirone risplende delle facciate delle chiese di Santa Maria del Monte, San Giacomo Apostolo e nei palazzi di Corte Capitanale e del Museo Civico.

5) Militello Val di Catania

Militello Val di Catania si basa su un piano urbanistico molto particolare di prima del 1693, rifatto in quella forma originale durante la ricostruzione tardo-barocca.

Tra i capolavori principali da non perdere spiccano il Monastero di San Benedetto, realizzato dal 1616 in stile barocco e manierista, e la Chiesa di Santa Maria della Stella, la cui facciata è ricca di intagli barocchi.

Val di Noto - Cattedrale di Noto
Foto di Robert Cheaib da Pixabay

6) Noto

Noto è la capitale indiscussa del barocco siciliano; rifatta in un’area completamente nuova è divisa in due livelli. La città è soprannominata “il giardino di pietra”, per via dei suoi imponenti palazzi e alle monumentali chiese edificate con la pietra dorata locale riccamente intagliata

La parte più nuova, in pendenza, offre una spettacolare composizione di strade ed edifici in stile barocco, dai palazzi nobiliari come Palazzo Ducezio ai complessi religiosi come la Cattedrale di San Nicolò.

7) Catania

Situata ai piedi del suggestivo Monte Etna che con le sue eruzioni spesso le regala emozioni e fascino, anche Catania dovette rinascere ex novo; oggi è una delle perle indiscusse del tardo barocco, con la sua splendida Piazza del Duomo – sede del Palazzo degli Elefanti e della Fontana dell’Amenano – e la Via dei Crociferi. Altri luoghi degni di nota sono l’Abbazia di Sant’Agata, la Basilica Collegiata, il Monastero dei Benedettini e Palazzo Biscari.

8) Scicli

Infine, l’ultima gemma di questo prezioso scrigno della Val di Noto è la magnifica Scicli, dove chiese e ville patrizie formano un panorama urbano unico nel suo genere. In particolare, la facciata del Palazzo Beneventano è un capolavoro architettonico e artistico di grande impatto visivo.

CONDIVIDI SU:
You May Also Like
bagaglio a mano compagnie low cost dimensioni e peso

IL BAGAGLIO A MANO DELLE COMPAGNIE LOW COST

IL BAGAGLIO A MANO DELLE COMPAGNIE LOW COST – LE REGOLE DA…
‏VIVERE IN UNA TINY HOUSE

‏VIVERE IN UNA TINY HOUSE

‏VIVERE IN UNA TINY HOUSE La Tiny House, letteralmente una casetta, ovvero…
Lavorare all'estero in cambio di vitto e alloggio

Lavorare all’estero in cambio di vitto e alloggio

LAVORARE ALL’ESTERO IN CAMBIO DI VITTO E ALLOGGIO Viaggiare all’estero senza soldi…

LA MAPPA DELLE LINGUE PIU’ PARLATE AL MONDO

LA MAPPA DELLE LINGUE PIU’ PARLATE AL MONDO Questa infografica mostra la…