festeggiare il natale in cina


Festeggiare il Natale in Cina è soprattutto un’esperienza di non Natale, è saltare i giorni di festa in famiglia ed essere catapultato nel nuovo anno.

Il Natale in Occidente è una festa religiosa, anche se si è convertita sempre più in una strategia di marketing e fingiamo di essere tutti più buoni e generosi. I cinesi, da questo punto di vista, sono sempre stati coerenti: dato che credono prevalentemente nel Buddhismo e nel Taoismo, il Natale viene visto come una celebrazione pagana di importazione in cui l’economia ha un ulteriore rilancio dopo l’11 novembre, giornata dei single e di sconti su Taobao e Alibaba.

Come viene sentito il Natale in Cina

I cinesi hanno un’idea tutta loro del Natale: è una rivisitazione della celebrazione occidentale in chiave asiatica. Qualche elemento in comune però c’è.

Se in Occidente iniziano a comparire i primi addobbi e le prime luci già a metà novembre, in Cina sono in ritardo solo di un paio di settimane. Le decorazioni sono molto simili a quelle tradizionali: alberi di Natale, luci colorate, Babbi Natale, vestiti rossi dal bordo bianco e cappelli con il pompon.

Anche le canzoni hanno il ritmo tradizionale, cambiano solo le parole, o meglio i caratteri. I giorni prima di Natale spuntano cori ad ogni angolo, soprattutto sono impiegati di aziende che, dopo ore e ore di prove, si esibiscono intonando le canzoni più famose.

Anche lo scambio di regali è molto simile a quello svolto in molte parti dell’occidente. Tra colleghi o gruppi di persone più grandi si porta un solo regalo che verrà assegnato a sorte ad un’altra persona: così si evita di pensare ad un regalo per ciascuno. Ci si scambiano poi gli auguri di Buon Natale secondo tradizione.

festeggiare il natale in cina

Una tradizione esclusivamente cinese riguarda il regalarsi una mela. Questo gesto ha una spiegazione linguistica: in cinese mela si dice pingguo, e per assonanza ricorda il carattere ping dal significato di pace e serenità. Regalare una mela significa augurare serenità. Un esempio della profondità della lingua cinese.

Fin qui tutto bene, festeggiare il Natale in Cina sembrerebbe perfetto, se non che ogni cosa appare molto finta e per questo, per chi è abituato a sentire il Natale come una ricorrenza elettrizzante, la magia del periodo natalizio viene a mancare.

Troncare il Natale sul più bello

Niente cenoni o pranzi di Natale in Cina. Per noi, l’attesa del 25 dicembre, le luci, i canti e i regali, culminano proprio in quella data. Tutto ciò che avviene prima è una preparazione al grande giorno, al grande evento che, anche se ha perso la base religiosa, rimane un giorno molto sentito.

In Cina è come se si terminasse sul più bello. La preparazione con addobbi, canti e regali c’è tutta, ma manca la ciliegina sulla torta, la parte più importante, ciò che dà senso al Natale.

In Cina il Natale non è una festività sentita dal punto di vista religioso, ma solo un’imitazione dell’Occidente. In un articolo precedente parlo di come la parte ovest del mondo (secondo la mappa cinese) sia vista in maniera grandiosa.

Festeggiare il Natale in Cina non è un’esplosione di emozioni; se per te è una festività a cui tieni molto, potrai restarne deluso e sentirti nel nuovo anno senza aver trascorso particolari festeggiamenti.

Cosa pensano del Natale i cinesi

La parte più buffa è cosa pensano del Natale i cinesi. Essi credono infatti che il Natale finisca il 24 dicembre. Il 25 già stanno togliendo gli addobbi per prepararsi al loro più grande festeggiamento, il capodanno cinese. Credono poi che il nostro Natale coincida con l’anno nuovo. Molte volte ho spiegato loro che non è così, per noi Natale e capodanno si festeggiano in due date diverse.

Non solo non concludono il Natale in modo tradizionale, ma hanno anche una visione distorta di questa festività Occidentale. Questo è sempre stato un mistero per me: esaltano l’Occidente in maniera anche fin troppo eccessiva, non conoscendone in realtà le logiche.

Inutile dire che anche capodanno non è festeggiato. Forse anche meno del Natale. Il passaggio dal 31 dicembre al primo gennaio è semplicemente un cambio di mese come potrebbe esserlo da maggio a giugno. Questo perché il calendario a cui fanno riferimento in Cina è quello lunare, e non solare. Il loro capodanno varia ogni anno e cade tra la metà di gennaio e la metà di febbraio. Parlerò di questa festività in un altro articolo, prossimamente sul blog.

Ecco perché dopo il 24, c’è fermento, tutti si preparano a celebrare la loro festività più sentita e ci si dimentica del 31 dicembre.

Paese che vai, usanze che trovi

Ormai avrai capito che il Natale e il periodo di festa che precede l’anno nuovo non è dei migliori, se festeggiato in Cina.

festeggiare il natale in cina

Il consiglio è creare un solido gruppo di expat che abbia voglia di passare le feste in compagnia e celebrare in modo tradizionale. Non preoccuparti se hai nostalgia di casa, apprezzerai con maggiore intensità il Natale successivo, quando potrai essere con la tua famiglia.

Io ho passato tre Natali in Cina lavorando o svolgendo esami universitari e quest’anno, lontana dalla terra al centro, sento un brivido che avevo perso quando il Natale era diventata una celebrazione ricorrente, ormai quasi priva di significato. Allontanarsi a volte fa capire l’importanza delle proprie origini e riacquistarne il valore.

Ho detto lavorando e svolgendo esami, sì hai capito bene. Non ci sono le classiche due settimane di ferie aziendali per il periodo natalizio. Festeggiare il Natale in Cina significa anche accettare di lavorare il 25 dicembre. In Università si seguono i corsi in maniera regolare e capitano esami proprio nella settimana di Natale.

È un compromesso che bisogna accettare, se vuoi essere libero per un mese intero da gennaio a febbraio (o almeno per due settimane), mentre tutti gli amici lasciati in Italia lavorano.

Di Margherita Marchesi

CONDIVIDI SU:
You May Also Like
bagaglio a mano compagnie low cost dimensioni e peso

IL BAGAGLIO A MANO DELLE COMPAGNIE LOW COST

IL BAGAGLIO A MANO DELLE COMPAGNIE LOW COST – LE REGOLE DA…
LAVORARE ALLE HAWAII – OFFERTE DI LAVORO PER INSEGNARE ALLE HAWAII

LAVORARE ALLE HAWAII – OFFERTE DI LAVORO PER INSEGNARE ALLE HAWAII

LAVORARE ALLE HAWAII – OFFERTE DI LAVORO PER INSEGNARE ALLE HAWAII Hai…

Come lavorare all’estero nel fitness: preparatore atletico, personal trainer e wellness coach

COME LAVORARE ALL’ESTERO NEL FITNESS: PREPARATORE ATLETICO; PERSONAL TRAINER E WELLNESS COACH…

‏VIVERE IN UNA TINY HOUSE

‏VIVERE IN UNA TINY HOUSE La Tiny House, letteralmente una casetta, ovvero…