Marco Miniello, Bar manager presso una catena di cocktail bar a Londra


Marco Miniello, Bar manager presso una catena di cocktail bar a Londra

Marco ha scelto di trasferirsi a lavorare a Londra come Bar manager perchè la ritiene la città con più opportunità in Europa per il mondo del bartending. Leggiamo la sua storia.



Ciao Marco, vuoi presentati ai lettori di MolloTutto?

Mi chiamo Marco Miniello e sono nato a Roma.

Di dove sei e cosa facevi quando eri in Italia?

Ho sempre vissuto a Roma fino all’età di 30 anni e dopo il liceo scientifico mi sono occupato di vendita all’ingrosso di accumulatori energetici; la mia azienda di rappresentanza e vendita gestiva la regione Lazio.

Quando e perché è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l’Italia?

Quando mi sono reso conto di lavorare con un partner che, oltre a prendersi più della metà dei miei redditi, nel momento del bisogno invece di aiutarmi mi ostacolava. Questo business partner è lo stato italiano…



Avevi già vissuto all’estero per lunghi periodi prima?

No.

Sei partito da solo o in coppia?

Da solo.

Marco Miniello, Bar manager presso una catena di cocktail bar a Londra

Perché hai scelto di trasferirti proprio a Londra?

Ho scelto Londra perché credo che sia la città con più opportunità in Europa per il mondo del bartending, al momento, e avevo anche qualche conoscenza qui, che non fa mai male!

In che cosa consiste la tua attività?

Faccio il Bar manager presso una catena di cocktail bar.

Come hai affrontato e risolto il problema del visto?

Nessun problema visto che quando sono venuto io l’Inghilterra era ancora Europa, dopo la Brexit non so cosa succederà esattamente per chi vorrà venire.

Quali differenze sostanziali riscontri a livello lavorativo rispetto all’Italia?

La serietà e la precisione, l’assenza di “black job”, pagamenti regolari, meritocrazia.

Marco Miniello, Bar manager presso una catena di cocktail bar a Londra

Com’è avvenuta la tua integrazione in una realtà locale sostanzialmente differente da quella italiana?

Qui ci sono tante nazionalità diverse che lavorano insieme, non è poi così difficile integrarsi.

L’Italia oramai è per te un ricordo, hai nostalgia, cosa ti manca?

In Italia c’è sempre il mio cuore e l’intenzione è quella di tornare per provare, nel mio piccolo, a cambiare le cose. Il clima e gli affetti ovviamente mancano.

Vivere a Londra sotto quali aspetti è meglio che in Italia? E sotto quali aspetti è peggio?

È meglio per l’organizzazione di tante cose che funzionano perfettamente, burocrazia quasi del tutto online e veloce, trasporti efficienti, mobilità sociale. Come elementi peggiori posso solo dire il costo elevato degli affitti, anche se c’è da dire che gli stipendi qui sono più elevati che in Italia.

Cosa consiglieresti ad altri italiani che desiderassero seguire le tue orme e trasferirsi a lavorare a Londra?

Se non gli piace più stare in Italia per alcuni motivi, consiglio a tutti di provare qualche altra città, come potrebbe essere Londra, per capire e vivere sulla propria pelle le differenze e magari, paradossalmente, apprezzare anche le cose che mancheranno dell’Italia che non si percepivano prima perché accecati dal resto. Cambiare cultura apre nuove strade e nuovi punti di vista.

Marco Miniello, Bar manager presso una catena di cocktail bar a Londra

Che attività potrebbe essere indicata per coloro che volessero trasferirsi a Londra?

Noi italiani ovviamente nel campo della ristorazione e dell’hospitality abbiamo una marcia in più e siamo avvantaggiati, ma consiglio di seguire le proprie passioni.

Conosci molti italiani che vivono a Londra, li frequenti?

Si c’è una vera e propria comunità… Ovviamente ho coltivato alcune amicizie italiane anche qui.

Di Massimo Dallaglio

CONDIVIDI SU:
You May Also Like
aprire BAR a IBIZA

Pablo si è trasferito a vivere a Ibiza dove ha aperto un bar a Playa den Bossa

Pablo si è trasferito a vivere a Ibiza dove ha aperto un…
UN TRASFERIMENTO ALL'ESTERO ANDATO MALE

UN TRASFERIMENTO ALL’ESTERO ANDATO MALE

UN TRASFERIMENTO ALL’ESTERO ANDATO MALE: La testimonianza di Federica e Leonardo in…
aprire Bar a Formentera

ALESSIO E ANDREA HANNO DECISO DI APRIRE UN LOCALE A FORMENTERA

ALESSIO E ANDREA HANNO DECISO DI APRIRE UN LOCALE A FORMENTERA Due…

Guendalina Gennari lavora come Make Up Artist a Londra

Guendalina Gennari lavora come Make Up Artist a Londra Guendalina Gennari ha…