Storie di Travel Vlogger italiani: Giorgio e Martina di In Viaggio col Tubo si raccontano

Link Sponsorizzati


Giorgio e Martina di In Viaggio col Tubo sono due travel vlogger italiani che hanno intrapreso il loro percorso come travel couple ormai da anni. Tornando a casa di tanto in tanto, sono spesso in viaggio per mete diverse, alla ricerca di momenti unici da immortalare e condividere con le oltre 80 mila persone che seguono le loro piattaforme social.

Incuriositi dalla loro storia, li abbiamo contattati il mese scorso e abbiamo fatto loro un po’ di domande. Ecco cosa hanno condiviso con noi!

Link Sponsorizzati


Storie di Travel Vlogger italiani: Giorgio e Martina di In Viaggio col Tubo ci raccontano la loro - India

India

 

Ciao Giorgio e Martina, vi va di presentarvi ai nostri lettori e di raccontarci cosa facevate in Italia prima di cominciare questa vostra grande avventura?

Ciao a tutti! Certamente. Entrambi abbiamo studiato architettura, ma già durante i nostri studi avevamo capito che non avremmo voluto fare quello nella vita. L’idea della vita da ufficio non faceva molto per noi. Ciononostante, ci siamo comunque laureati all’inizio del 2013 e abbiamo lavorato come architetti per un periodo di tempo, ma con il solo scopo di mettere abbastanza soldi da parte per andare in Australia, cosa che poi abbiamo fatto a fine 2013.

Link Sponsorizzati


Storie di Travel Vlogger italiani: Giorgio e Martina di In Viaggio col Tubo ci raccontano la loro - Pinnacle Desert, Australia

Pinnacle Desert, Australia

Da quanto tempo è iniziato questo vostro percorso?

Già mentre lavoravamo come architetti avevamo aperto il nostro canale YouTube nel quale caricavamo video dei viaggi brevi che stavamo facendo, come Dublino e Olanda ad esempio.

La partenza per l’Australia è stata però la svolta per noi, sia per il tipo di contenuti che abbiamo cominciato a condividere, sia da un punto di vista personale; ha segnato il nostro primo vero salto nel mondo e l’inizio del nostro percorso di viaggio, con le relative esperienze che non avremmo potuto fare restando in Italia, come girare l’Australia in van ad esempio.  

Storie di Travel Vlogger italiani: Giorgio e Martina di In Viaggio col Tubo ci raccontano la loro - Sudafrica

Sudafrica

Quali sono state le ragioni che vi hanno spinto a prendere questa decisione al tempo?

Il voler aprire il canale è stato più che altro legato alla voglia che abbiamo di raccontare i nostri viaggi, ma anche, e soprattutto, per dare consigli ad altri viaggiatori su luoghi da andare a visitare nelle varie destinazioni, fornendo informazioni utili e mostrando il tutto in video. Noi stessi prima di decidere di andare a visitare un posto vogliamo vedere delle immagini, per capire se possa essere qualcosa di nostro interesse. Spesso dare solo la propria opinione non è abbastanza, perché ognuno ha gusti diversi… ma le immagini parlano da sole. Per questo strutturiamo i nostri contenuti sulle immagini e ciò che è visuale.

Storie di Travel Vlogger italiani: Giorgio e Martina di In Viaggio col Tubo ci raccontano la loro - Easter Island

Easter Island

Quanti paesi avete attraversato fino ad ora?

Ne abbiamo visitati diversi, ma non ti sapremmo dire quanti esattamente. Mettiamo sempre una nuova puntina sulla nostra mappa, ma per scelta non abbiamo mai contato i vari paesi.

Qual é la vostra situazione attuale? Dove vi trovate?

Ora siamo a casa. Ogni tanto torniamo a casa per ricaricare le batterie ed editare i contenuti. Non siamo nomadi digitali. Non siamo sempre in viaggio… facciamo avanti e indietro.

Storie di Travel Vlogger italiani: Giorgio e Martina di In Viaggio col Tubo ci raccontano la loro - Praga

Praga

Quali tappe vi attendono di qui a breve?

Abbiamo diversi viaggi in programma nei prossimi mesi, ma non possiamo dirti quali sono perché siamo un po’ scaramantici. Finchè non partiamo, non ne parliamo mai. Potete però scoprirlo seguendoci sul nostro profilo Instagram!

In quanto Travel Couple/Travel Vloggers, con un seguito di oltre 80 mila persone tra i vari social network (Facebook, Youtube e Instagram), com’è una vostra giornata tipica?

Una nostra giornata tipica in viaggio prevede la sveglia presto, all’alba. Quello è il momento perfetto per fare le foto; la luce è migliore ed i posti sono pochi affollati.

Subito dopo continuiamo a camminare o guidare verso le altre mete, scattando foto e girando video. Durante la pausa pranzo solitamente cominciamo a condividere alcuni scatti sui social, per aggiornare live chi ci segue.

Nel pomeriggio continuiamo ad esplorare e visitare nuovi posti, sempre girando contenuti, e andiamo avanti fino al tramonto.

Dopo la cena solitamente torniamo nella nostra stanza e facciamo il back-up di tutto il materiale. Selezioniamo poi la foto che vogliamo pubblicare il giorno dopo, la editiamo e prepariamo il post cosi che sia tutto pronto. Così si conclude quindi la nostra giornata tipo come travel couple.

Storie di Travel Vlogger italiani: Giorgio e Martina di In Viaggio col Tubo ci raccontano la loro - Matrimonio: Polinesia Francese

Matrimonio: Polinesia Francese

I vostri contenuti digitali (foto e video) sono bellissimi! Questa è un’ulteriore vostra passione condivisa? 

Assolutamente sì, siamo entrambi grandi appassionati di fotografia e video. Tra i due diciamo che io (Giorgio) sono quello che si occupa di più della parte tecnica, mentre Martina ha più l’occhio artistico quindi è lei che solitamente individua le scene più belle, o quelle che possono raccontare al meglio ciò che vogliamo raccontare.

Storie di Travel Vlogger italiani: Giorgio e Martina di In Viaggio col Tubo ci raccontano la loro - Volo in mongolfiera in Cappadocia

Volo in mongolfiera in Cappadocia

Vi va di condividere con noi uno dei tanti momenti speciali che avete vissuto fino ad ora e che vi è rimasto particolarmente impresso?

Ce ne sarebbero diversi da raccontare, ma per me (Martina) il primo volo in mongolfiera in Cappadocia è stato un momento chiave. Volevamo fare il nostro primo volo in mongolfiera in Cappadocia appunto, quindi l’abbiamo aspettato e desiderato a lungo perché pensavamo sarebbe stato speciale… ed è stato proprio così. Volare all’alba, circondati da centinaia di mongolfiere colorate, è un’esperienza magica. Da qui infatti abbiamo deciso di far diventare la mongolfiera il simbolo del nostro progetto, e dei nostri social.

Storie di Travel Vlogger italiani: Giorgio e Martina di In Viaggio col Tubo ci raccontano la loro - Rinoceronti in Sudafrica

Rinoceronti in Sudafrica

Per me (Giorgio) invece, un momento speciale è stato in Sudafrica l’anno scorso. I ragazzi dell’agenzia con la quale avevamo collaborato ci hanno fatto una sorpresa e ci hanno permesso di visitare un orfanotrofio per rinoceronti che solitamente è chiuso al pubblico. I volontari salvano i piccoli di rinoceronte e li portano li, dove se ne prendono cura, per poi rmetterli in natura a tempo debito. Purtroppo in Sudafrica c’è una brutta situazione di bracconaggio di rinoceronti, e noi abbiamo avuto modo di vedere come vengono salvati, conoscere i volontari e tutte le persone che si occupano di questo. È stata sicuramente un’esperienza carica di emozioni.

Storie di Travel Vlogger italiani: Giorgio e Martina di In Viaggio col Tubo ci raccontano la loro - Matrimonio: Mauritius

Matrimonio: Mauritius

Vi siete sposati 4 volte in giro per il mondo. Come mai questa decisione?  

A noi piace molto vedere anche questo lato delle altre culture, che solitamente è più privato. Ci sono tanti riti di matrimonio diversi al mondo e ci piace viverli in prima persona, oltre che mostrarli attraverso i nostri contenuti. Per questo motivo abbiamo cominciato a fare ciò e vogliamo continuare a farlo in diversi posti, dove il rito è particolare e caratteristico.

La vediamo anche come il nostro modo di mostrare tradizioni antiche di culture diverse che rischiano di andare perse nel corso del tempo, e venire rimpiazzate da riti più moderni.

Storie di Travel Vlogger italiani: Giorgio e Martina di In Viaggio col Tubo ci raccontano la loro - Matrimonio: Sudafrica

Matrimonio: Sudafrica

Quali consigli dareste ad altre persone che vorrebbero intraprendere un percorso simile al vostro?

Noi consiglieremmo a chiunque di seguire le proprie passioni, senza fare qualcosa solo per seguire una ‘moda’. Allo stesso tempo, è però importante conoscere il mercato e sapere cosa funziona e cosa no. Inoltre, è importante tenere a mente che questo tipo di percorso impegna tutta la giornata… tutto il tempo che si ha a disposizione; quindi vi deve davvero appassionare, sennò finirete con lo stancarvi in fretta. Inoltre, va considerato che all’inizio ci sarà un grossissimo investimento sia di tempo sia di denaro. Infatti, ci va tempo e denaro per viaggiare e per imparare a creare contenuti di buona qualità. Quindi serve tendenzialmente avere un buon lavoro prima di poter anche solo pensare di iniziare a intraprendere quest’altro tipo di lavoro. Ci potrebbero volere anni prima che cominciate a vedere un ritorno; inizialmente saranno solo tante spese.

Infine, l’ultima cosa da tenere a mente è di prendere ispirazione da altri, ma trovare il modo di offrire qualcosa di diverso, di originale, che vi differenzi.

Storie di Travel Vlogger italiani: Giorgio e Martina di In Viaggio col Tubo ci raccontano la loro - Matrimonio: Las Vegas

Matrimonio: Las Vegas

Dove possono seguire i vostri spostamenti i nostri lettori?

Siamo presenti sia su Youtube, dove condividiamo contenuti più lunghi e dettagliati, e Instagram, per contenuti live ed un’interazione più immediata.

 

 

Sara Di Maro

 

Contatti:

Stati Uniti, Irlanda, Regno Unito, Spagna, Canada – Info e prenotazioni: booking@eazycity.com

Sito: https://goabroad.eazycity.com/it/

Facebook: https://www.facebook.com/eazycityitalia/

Instagram: https://www.instagram.com/eazycityitalia/

Blog: www.eazycityblog.com

offerte-lavoro-estero
CONDIVIDI SU:
“investire-immobili-all-estero”