Francesca, un’italiana a Nicosia per lavoro

Francesca lavorava a Milano… ha colto al volo l’opportunità di trasferirsi a vivere e lavorare a Cipro a Nicosia, dove la multinazionale per la quale lavora ha aperto un nuovo ufficio.
Ci racconta i pro e i contro della vita nell’isola divisa tra oriente e occidente.

Vivi a Nicosia, la capitale di Cipro. Come sei arrivata qui?

Sì, vivo a Nicosia e ci sono arrivata perché lavoravo a Milano per una multinazionale olandese che ha un ufficio anche qui. Appena mi hanno presentato l’occasione di trasferirmi qui l’ho subito colta!

Deve essere un’isola bellissima. Che situazione hai trovato appena sei arrivata?

Bhe devo dire che inizialmente qualche piccola difficoltà c’è stata, per esempio la la ricerca della casa: non perchè qui non ce ne siano (anzi qui c’è molta offerta) ma perché gli agenti immobiliari sono speso pochi seri e non si presentano nemmeno agli appuntamenti! Poi non essendoci un buon trasporto pubblico (quasi inesistente) hai bisogno da subito di un’auto (io avuto casa e auto aziendale per 2 mesi quindi un po’ di tempo c’è stato). Per il resto devo dire che l’isola è tranquilla, la criminalità quasi assente del tutto, vita facile rilassata grazie al fatto che puoi vivere a 3 minuti dall’ufficio considerate le dimensioni… I ciprioti sono accoglienti quando impari a conoscerli ma in generale non è semplicissimo integrarsi con loro, secondo me. Credo di essermi adattata dopo circa un annetto!
Nicosia è attualmente divisa in due parti. E’ l’ultima città europea ancora divisa per questioni di guerra.

In che parte abiti? Come vivi questa situazione? 


Io vivo nella parte Greca della città ma vado di frequente al Nord. Credo semplicemente sia una situazione stupida e che andrebbe risolta quanto prima, anche a costo di lasciare i due paesi separati e quindi riconoscendo il Nord e soprattutto cercando di risolvere il problema delle proprietà! Sono tutti ciprioti, greci o turchi che siano.

In definitivia quali sono i vantaggi di vivere a Cipro?

I vantaggi sono sicuramente abitare in un posto tranquillo senza criminalità, vivere una vita rilassata e non frenetica, godersi un clima invernale non rigido, avere la possibilità di abitare qui anche senza parlare il Greco, essendo l’Inglese molto diffuso. Inoltre si va al mare 7-8 mesi all’anno! Infine i prezzi degli affitti, la benzina, l’assicurazione auto, l’acqua, l’elettricità e il telefono non sono troppo alti (anzi economici direi).

Sembra il posto ideale. Ma i contro quali sono?


I contro sono l’assenza di trasporto pubblico, il trasporto aereo (partendo da qui) è costosissimo e non ci sono voli tutti i giorni. Luglio ed agosto sono mesi con temperature troppo alte (intorno ai 45-50 gradi). Resta un’isola ed in quanto tale è molto limitata!

Cosa ti manca e cosa non ti manca dell’Italia?

Beh, dell’Italia sinceramente non mi manca molto, solo i familiari e gli amici ma in fin dei conti ho scelto di vivere all’estero. Ora forse lascierò anche Cipro ma non ho comunque intenzione di ritornare in Italia perché lì non potevo permettermi niente, per esempio non potevo permettermi di vivere da sola!

Molta gente è stanca di vivere in Italia e vorrebbe espatriare. Tu consiglieresti loro Cipro?

Consiglio loro di espatriare in genere! Cipro è un bel posto dove vivere ma solo per un periodo limitato di tempo, secondo me. Forse è il posto giusto dove fare un’esprienza e via!

Di Sante Cantuti 12/07/2011

“yourevolution”
CONDIVIDI SU:
You May Also Like
mollo tutto viaggio solo andata

Viaggio solo andata: mollo tutto e viaggio

Viaggio solo andata: la storia di Marco e Ilaria, che hanno mollato tutto…
Viaggio in solitaria in Asia

Chiara e il suo viaggio in solitaria alla scoperta di se stessa

Da quella che doveva essere un’esperienza di un mese in Cina, a…
alessandro-cormio-crossing-asia-13

MOLLARE TUTTO PER LAUREARSI ALL’UNIVERSITA’ DELLA VITA

MOLLARE TUTTO PER LAUREARSI ALL’UNIVERSITA’ DELLA VITA Alessandro Cormio si è laureato…

Animerranti: una nuova avventura attraverso l’oriente

Animerranti riparte per un nuova avventura, zaino in spalla, alla scoperta del…