Mollare tutto e aprire un ristorante in Sud Africa


Mollare tutto e aprire un ristorante in Sud AfricaLuca ha deciso di aprire un ristorante in Sud Africa. Luca a L’Aquila aveva un supermercato, ma il terremoto gliel’ha portato via.
E’ stata l’Africa, con i suoi colori e suoi profumi, a ridargli quel sorriso che ora non l’abbandona mai.

E mentre descrive le meraviglie che si vede intorno – la Savana, gli animali spettacolari – sembra di vedergli luccicare gli occhi.
“Sono anni che viaggio per l’Africa, è un continente che mi ha sempre affascinato.
Ho scelto di vivere in South Africa perché ho contratto la più bella malattia del Mondo, il “mal d’Africa”. Quando ero in Italia il mio pensiero era sempre fisso su questo meraviglioso paese, i suoi profumi, la sua natura, la sua gente, ed anche i suoi problemi. Amo le Savane, amo il Bush…”

Eri già stato altre volte in Africa prima di trasferirti?

Sono circa 6 anni che faccio le vacanze in Sudafrica, ho conosciuto l’Africa nel 2004. Mi ero già innamorato del South Africa attraverso i documentari in Tv. Ho fatto la mia prima avventura in una bella riserva privata nel Limpopo Province SA,subito in contatto con una natura selvaggia, gente meravigliosa piena di sorrisi e colori. Successivamente ho conosciuto molti Italiani residenti in Sudafrica.

Mollare tutto e aprire un ristorante in Sud AfricaChe attività svolgi oggi?

Ho aperto un bel ristorante Italiano in mezzo al Bush Sudafricano (“Cala La Pasta”). E ho una bella casa tra giraffe, impala, bufali ecc… Ho tanti amici e clienti. Sono felicissimo! L’alba e il tramonto sono un qualcosa di magico qui, mai visti colori così intensi, il profumo del bush dopo la pioggia è un qualcosa di indescrivibile! Vivo nel Limpopo Province, una delle regioni più ricca di animali e savane, a pochi km dal famosissimo Kruger National Park.

Com’è lì la vita lavorativa e lo stile di vita?

Mollare tutto e aprire un ristorante in Sud AfricaQui i locali hanno tanti, tanti problemi, ma si va avanti sempre con il sorriso sulle labbra, forse è questo il Mal d’Africa! Capita di vedere le giraffe bere nella mia piscina, i bufali distruggermi il giardino, questa è l’Africa. O la ami o la odi, io ho scelto di amarla. Ora non vi invidio proprio: qui l’inverno (estate Italiana) ci sono quasi sempre sui 20-25 gradi, ma ho vissuto per più di trenta anni all’Aquila, dove in inverno ci sono anche fino a meno10-15 gradi di notte e 0-4 di giorno…

Che sensazione ti provoca tornare in Italia?

Mollare tutto e aprire un ristorante in Sud AfricaTorno qualche volta in Italia, ho tutti i parenti lì. Quando torno in Patria non vedo l’ora di tornare in Africa. Ormai appartengo a questa terra, a questa meravigliosa gente, a questa natura unica al mondo. Ho l’onore di vivere nel Bush. Ogni mattina mi sveglio con il canto di migliaia di uccelli. Ogni tanto un gruppetto di giraffe vengono a svuotarmi la piscina, il mio cane tenta di scacciare i bufali dalla proprietà. Può mancarmi l’Italia?! Tornerei in Italia?! Rispondetevi da soli!

Contatta Luca su FACEBOOK

Email: luca.properzi@gmail.com

Di Emiliana Pistillo 07/06/2012

“yourevolution”
CONDIVIDI SU:
You May Also Like

Marco Nuti si è trasferito a vivere in Sud Africa a Pretoria

Marco Nuti si è trasferito a vivere in Sud Africa a Pretoria…
Giorgio medico in Sud Africa

Giorgio Cusati ha scelto di fare il medico in Sud Africa

Giorgio Cusati – medico originario di Trieste – ha mollato tutto per…
Luca Vercesi anti braconaggio renger Namibia Sud Africa

Luca Vercesi: Mollare tutto e lavorare nell’anti braconaggio in Africa

Luca Vercesi: Mollare tutto e lavorare nell’anti braconaggio in Africa Luca, dopo…
Simone Stentella lavorare in Africa tra Sudafrica e Zambia

Simone Stentella é andato a lavorare in Africa, tra Sudafrica e Zambia

Simone Stentella é andato a lavorare in Africa, tra Sudafrica e Zambia.…